Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

Pagina 12 di 13 PrimoPrimo ... 2345678910111213 UltimoUltimo
Mostra risultati da 166 a 180 di 181

Discussione: Andiamo a Teatro!

  1. #166
    Senior Member
    Data registrazione
    Apr 2012
    Messaggi
    3102
    Thanks Thanks Given 
    298
    Thanks Thanks Received 
    607
    Thanked in
    287 Posts

    Predefinito

    Non è esattamente teatro, ma ieri sera ho visto il Cirque du Soleil con lo spettacolo "Dralion", e che dire, è stata un'esperienza meravigliosa.
    Uno spettacolo curato nei minimi dettagli, dalla musica, ai costumi fino, ovviamente, alle esibizioni. Sono straordinari, dei veri e propri artisti, che oltre a straordinarie doti fisiche hanno anche la capacità di rendere spettacolo(nel senso più nobile del termine) tutto quello che fanno.

  2. 1.5 ADS
    ADV Bot
    Esperto banner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre

  • #167
    giovaneholden
    Guest

    Predefinito Goli Otok

    Visto uno splendido spettacolo al teatro Elfo Puccini di Milano,molto emozionante,sul campo di prigionia dell'Isola adriatica di Goli Otok,usato nella ex Yugoslavia per internare chi non era in linea col partito di Tito. Una descrizione allucinante in forma di dialogo tra due grandissimi attori,Elio De Capitani e Renato Sarti,di come si possa trasformare l'essere umano in una specie senza dignità a livello beluino. Teatro civile assolutamente da vedere.

  • #168
    Senior Member
    Data registrazione
    Jun 2008
    Località
    Roma
    Messaggi
    2946
    Thanks Thanks Given 
    97
    Thanks Thanks Received 
    55
    Thanked in
    37 Posts

    Predefinito

    Visto nella splendida cornice del Globe Theatre di Villa Borghese Molto rumore per nulla .....
    Bellissimo!!!!

    BENEDETTO: “Quale è stato il primo dei miei difetti per il quale ti sei innamorata di me?”

    BEATRICE: “Per tutti quanti insieme. Perché hanno organizzato una compagine così perfetta da impedire anche ad una sola qualità di insinuarsi tra loro.”
    Atto V, 2

  • #169
    Senior Member
    Data registrazione
    Aug 2010
    Località
    Toscana
    Messaggi
    1840
    Thanks Thanks Given 
    42
    Thanks Thanks Received 
    245
    Thanked in
    148 Posts

    Predefinito

    Nella passata stagione ho visto due rappresentazioni che meritano:

    Zio Vanja con uno strepitoso Sergio Rubini
    La Torre d'avorio con Luca Zingaretti

  • The Following 2 Users Say Thank You to Monica For This Useful Post:


  • #170
    Viôt di viodi
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    Estremo Oriente
    Messaggi
    6283
    Inserimenti nel blog
    1
    Thanks Thanks Given 
    316
    Thanks Thanks Received 
    185
    Thanked in
    122 Posts

    Predefinito

    Ieri sera “Il viaggio di nozze” di Hennequin. Simpatico

  • #171
    Viôt di viodi
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    Estremo Oriente
    Messaggi
    6283
    Inserimenti nel blog
    1
    Thanks Thanks Given 
    316
    Thanks Thanks Received 
    185
    Thanked in
    122 Posts

    Predefinito

    Ieri sera "Il berretto a sonagli" di Pirandello. Fa riflettere.

  • #172
    Logopedista nei sogni
    Data registrazione
    Mar 2017
    Località
    In riva al mare
    Messaggi
    1782
    Thanks Thanks Given 
    1429
    Thanks Thanks Received 
    1193
    Thanked in
    796 Posts

    Predefinito

    Mamma mia è un sacco di tempo che non vado a teatro!
    A me piace in particolare il teatro sperimentale, ho fatto anche un corso di teatro sperimentale, un'esperienza bellissima.
    Oltre a recitazione e dizione c'erano esercizi di respirazione, tai chi, musicoterapia, improvvisazione.
    Il teatro ha la capacità di immergerti in una dimensione surreale ma nello stesso tempo ti fa affrontare le proprie emozioni in maniera naturale, le fa scorrere senza le resistenze razionali, ti fa esprimere senza paura, è davvero terapeutico.

  • #173
    Logopedista nei sogni
    Data registrazione
    Mar 2017
    Località
    In riva al mare
    Messaggi
    1782
    Thanks Thanks Given 
    1429
    Thanks Thanks Received 
    1193
    Thanked in
    796 Posts

    Predefinito

    Ho sentito parlare di spettacoli teatrali dal titolo "Cena con delitto".
    Sapete se coinvolgono il pubblico e in che modo?
    Mi incuriosisce la cosa.

  • #174
    Senior Member
    Data registrazione
    Apr 2012
    Messaggi
    3102
    Thanks Thanks Given 
    298
    Thanks Thanks Received 
    607
    Thanked in
    287 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Ondine Vedi messaggio
    Ho sentito parlare di spettacoli teatrali dal titolo "Cena con delitto".
    Sapete se coinvolgono il pubblico e in che modo?
    Mi incuriosisce la cosa.
    Dipende dalle compagnie.
    In alcuni casi no, semplicemente gli attori recitano tra una portata e l'altra, mentre altre volte alcune persone tra il pubblico sono chiamate ad intervenire, in modo più o meno grande. Conosco una compagnia dove l'attore svolge più che altro il ruolo di narratore e mediatore, affidando ai commensali ignari un ruolo specifico... non so di preciso come possa funzionare, però, perché di queste ho solo sentito parlare, non le ho mai viste.
    Il problema di queste cene con delitto è che ormai vanno abbastanza, e spesso le mettono in scena anche compagnie non proprio all'altezza di reggere uno spettacolo comunque complicato, perché potenzialmente pieno di interruzioni e imprevisti, quindi per quanto l'idea di base sia molto bella, e in alcuni casi realizzata molto bene, altre volte si rischia di trovarsi in situazioni un po' imbarazzanti
    Faccio teatro da una decina d'anni, e di gente che sarebbe meglio non mettesse piede nemmeno nelle compagnie teatrali dell'oratorio e che invece si spaccia per professionista ne ho vista fin troppa

  • The Following User Says Thank You to Jessamine For This Useful Post:


  • #175
    Senior Member
    Data registrazione
    Aug 2018
    Messaggi
    186
    Thanks Thanks Given 
    375
    Thanks Thanks Received 
    224
    Thanked in
    128 Posts

    Predefinito

    Io ci sono stato e mi è piaciuto. Nel caso della compagnia che ho visto io, funziona così. Gli attori mettono in scena un caso da risolvere. Ogni tavolo ha un foglio dove alla fine dovrà scrivere il colpevole, il movente e l'arma, motivando poi le conclusioni. Ogni tavolo ha inoltre a disposizione un dossier dove sono presentati i personaggi e il contesto. A volte viene chiesta la collaborazione del pubblico per fare qualche piccola sciocchezza. Dopo che gli attori hanno presentato il caso e fatto qualche interrogatorio, il pubblico ha la possibilità di chiamare al suo tavolo gli attori per interrogarli a sua volta chiedendo ciò che gli pare. Alla fine, dopo aver ritirato i fogli con le risposte dei vari tavoli, gli attori svelano la soluzione e i vincitori. A volte danno un premio, ma giusto qualcosa di simbolico.

    Se il caso è pensato bene, il tutto è molto intrigante, e se gli attori sono bravi, lo spettacolo è anche coinvolgente ma soprattutto molto divertente.
    Purtroppo, almeno per quanto mi riguarda, non è una cosa che si può fare spesso, perché la cena più lo spettacolo ha il suo prezzo, però a volte capitano dei prezzi convenienti.
    Secondo me almeno una volta è da provare, io lo consiglio.

  • The Following 2 Users Say Thank You to Trillo For This Useful Post:


  • #176
    Senior Member
    Data registrazione
    Aug 2018
    Messaggi
    186
    Thanks Thanks Given 
    375
    Thanks Thanks Received 
    224
    Thanked in
    128 Posts

    Predefinito

    Avete mai sentito parlare di Nexodigital? È una azienda che già da qualche anno opera in ambito cinematografico e distribuisce nelle sale italiane, in determinati giorni, spettacoli teatrali, opere, balletti, mostre di pittori, ecc. in diretta da teatri importanti a livello internazionale, arricchite anche da alcune interviste. L'aspetto positivo è che consente di assistere a questi eventi importanti direttamente nel proprio paese o nei dintorni e ad un prezzo ridotto rispetto a quello che si pagherebbe per esempio a teatro, e secondo me consente di apprezzare maggiormente alcuni particolari (l'espressione dei volti, le scenografie, ecc.) Per contro, chiaramente, non c'è l'atmosfera che si prova a teatro, o al museo, ma a me comunque piace ugualmente.
    A giugno per esempio ho visto "Il lago dei cigni" di Tchaikovsky in diretta dal Royal Opera House di Londra a 15€, oppure qualche anno fa ho visto "Amleto" interpretato da Benedict Cumberbatch a 10€, o una mostra su Manet allo stesso prezzo, ecc.

    In questo modo, quindi, si riesce a rendere accessibile ad un pubblico più vasto la partecipazione a questi eventi culturali di qualità, pur avendo come contro il fatto di viverle al cinema e non a teatro. Se non vi è mai capitato di provare queste iniziative, ve le consiglio; se invece le conoscete, mi piacerebbe sapere voi che ne pensate.

  • The Following 3 Users Say Thank You to Trillo For This Useful Post:


  • #177
    Senior Member
    Data registrazione
    Jan 2019
    Messaggi
    704
    Thanks Thanks Given 
    705
    Thanks Thanks Received 
    828
    Thanked in
    490 Posts

  • #178
    Logopedista nei sogni
    Data registrazione
    Mar 2017
    Località
    In riva al mare
    Messaggi
    1782
    Thanks Thanks Given 
    1429
    Thanks Thanks Received 
    1193
    Thanked in
    796 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Trillo Vedi messaggio
    Avete mai sentito parlare di Nexodigital? È una azienda che già da qualche anno opera in ambito cinematografico e distribuisce nelle sale italiane, in determinati giorni, spettacoli teatrali, opere, balletti, mostre di pittori, ecc. in diretta da teatri importanti a livello internazionale, arricchite anche da alcune interviste. L'aspetto positivo è che consente di assistere a questi eventi importanti direttamente nel proprio paese o nei dintorni e ad un prezzo ridotto rispetto a quello che si pagherebbe per esempio a teatro, e secondo me consente di apprezzare maggiormente alcuni particolari (l'espressione dei volti, le scenografie, ecc.) Per contro, chiaramente, non c'è l'atmosfera che si prova a teatro, o al museo, ma a me comunque piace ugualmente.
    A giugno per esempio ho visto "Il lago dei cigni" di Tchaikovsky in diretta dal Royal Opera House di Londra a 15€, oppure qualche anno fa ho visto "Amleto" interpretato da Benedict Cumberbatch a 10€, o una mostra su Manet allo stesso prezzo, ecc.

    In questo modo, quindi, si riesce a rendere accessibile ad un pubblico più vasto la partecipazione a questi eventi culturali di qualità, pur avendo come contro il fatto di viverle al cinema e non a teatro. Se non vi è mai capitato di provare queste iniziative, ve le consiglio; se invece le conoscete, mi piacerebbe sapere voi che ne pensate.
    Non ne avevo mai sentito parlare.

  • #179
    Logopedista nei sogni
    Data registrazione
    Mar 2017
    Località
    In riva al mare
    Messaggi
    1782
    Thanks Thanks Given 
    1429
    Thanks Thanks Received 
    1193
    Thanked in
    796 Posts

    Predefinito

    A marzo del 2016 a Roma andava in scena in vari teatri "Modigliani" di Angelo Longoni.
    Purtroppo me ne sono accorta solamente adesso ed ora questo spettacolo è introvabile.
    Mi sarebbe piaciuto moltissimo vederlo.

    La critica scrive così:
    "Un testo bellissimo, ottimamente scritto, con un linguaggio elegante ed efficace e un tessuto narrativo molto difficile e impegnativo per chi lo deve recitare: alcune parti, soprattutto per quanto riguarda il ruolo di Modigliani, sono molto lunghe e lo sforzo nel mantenere la concentrazione, l’intonazione e la presenza nel personaggio è maggiore che nei dialoghi serrati dove gli attori si danno l’un l’altro l’abbrivio alle battute.
    Marco Bocci è davvero grande; lo spettatore non ha tempo di collegarlo ad altro, di identificarlo con altri suoi più famosi ruoli: lui è lì, ma è a Parigi, è in quel momento, ma è il 1900. In un attimo Marco è Amedeo e porta con sé una storia grande e tormentata. E’ l’uomo coi mille colori in testa che assediano il suo cervello, è l’artista che brama di plasmare il marmo e farne forma viva; è l’uomo che vive di eccessi e che si sente incompreso da tutti, un uomo che insegue sogni che muoiono. Desiderio, fame di vita, dipendenza dalle droghe e dall’alcool, frustrazione, malattia, rabbia, incapacità di reagire, raptus, Marco incarna ogni singola emozione restituendola sul palco cruda e dura come se sorgesse in quel momento nel cuore dell’uomo.
    Romina Mondello è Beatrice Hastings, la donna che più lo ha affrontato a muso duro, quella che è riuscita a convincerlo ad abbandonare la scultura per fare solo il pittore. Un personaggio “scomodo” e, per questo, più complesso e sfaccettato il suo. Romina è fantastica; impersona Beatrice con fierezza e piglio creando una donna forte, dominante e molto pratica. E’ semplicemente perfetta, sempre giusta, mai fuori le righe, né troppo, né troppo poco: una presenza scenicamente forte.
    Claudia Potenza è Jeanne Hèbuterne, l’ultima moglie di Modigliani, la donna che avrebbe potuto salvarlo, quella che lo ha reso padre e che lo ha migliorato come uomo e come artista. Claudia è fantastica; la sua recitazione catalizza l’attenzione inchiodando alla sedia. Riesce a tratteggiare con verosimiglianza ed immediatezza il percorso del proprio personaggio, da allieva innamorata del maestro a moglie devota e premurosa fino al tragico epilogo. Ogni emozione parte dagli occhi di questa attrice prima che le parole escano dalla sua bocca. Riesce a trasmettere una vividezza di immagini di incredibile effetto.
    Vera Dragone è Anna Achmatova, la poetessa; avrà con Modigliani un’intesa spirituale molto forte, ma non avrà il coraggio di rompere il proprio matrimonio per lui. Altera, elegante, Vera dà vita ad un personaggio un po’ freddo e distaccato.
    Giulia Carpaneto è Kiki de Montparnasse, la prostituta e modella famosa nell’ambiente; un’interpretazione colorata e vivace che offre il meglio nel secondo atto".


  • #180
    Member SuperNova
    Data registrazione
    Oct 2009
    Località
    Terni...
    Messaggi
    3611
    Inserimenti nel blog
    2
    Thanks Thanks Given 
    677
    Thanks Thanks Received 
    430
    Thanked in
    193 Posts

    Predefinito

    Sono appena rincasata da uno spettacolo teatrale con Alessandro Prezios in cui legge Moby Dick, la sua voce è ipnotica e avvincente ti coinvolge in una maniera assurda che gli faresti leggere pure gli ingredienti del sapone e staresti ad ascoltarlo lo stesso per ore.

  • The Following User Says Thank You to Evy For This Useful Post:


  • Pagina 12 di 13 PrimoPrimo ... 2345678910111213 UltimoUltimo

    Regole di scrittura

    • Tu non puoi inviare nuove discussioni
    • Tu non puoi inviare risposte
    • Tu non puoi inviare allegati
    • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
    •