Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

Pagina 4 di 4 PrimoPrimo 1234
Mostra risultati da 46 a 52 di 52

Discussione: 42° Poeticforum - Le poesie che amiamo

  1. #46
    Logopedista nei sogni
    Data registrazione
    Mar 2017
    Località
    In riva al mare
    Messaggi
    1825
    Thanks Thanks Given 
    1518
    Thanks Thanks Received 
    1270
    Thanked in
    834 Posts

    Predefinito

    Il verso iniziale e il verso finale mi piacciono molto, sono molto emotivi.
    Il corpo del componimento lo avverto piuttosto razionale, quasi ostico, forse perché alcuni termini non li comprendo.
    Il ritmo è serrato, telegrafico, impetuoso, mi sembra di visualizzare la scena di una battaglia, una delle tante proteste di piazza cui assistiamo quotidianamente.
    E' un componimento coraggioso, di critica sociale, un grido di ribellione che, alla fine, sembra lasciare il posto alla rassegnazione.
    Sembra scritto di getto, c'è molta passione, sofferenza e desiderio di cambiare, avverto un profondo senso di ingiustizia patito dal nostro poeta.
    Citazioni raffinate e colte.

  2. The Following 2 Users Say Thank You to Ondine For This Useful Post:


  3. 1.5 ADS
    ADV Bot
    Esperto banner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre

  • #47
    Senior Member
    Data registrazione
    Sep 2017
    Messaggi
    2153
    Thanks Thanks Given 
    4233
    Thanks Thanks Received 
    2176
    Thanked in
    1296 Posts

    Predefinito

    Direi che è una poesia fatta di suoni, però di suoni cacofonici, dalla nascita all'agognato silenzio finale, che credo si possa chiamare morte.
    Perfino i suoni della nascita sono suoni che trasmettono dolore e lacrime.
    Se ho inteso bene, è il riassunto di una vita, fatto in un momento di angoscia e di depressione.
    Sarebbe bello poter volgere la poesia in positivo, a partire dalla nascita...

    Se fosse un quadro, lo immagino un quadro con pennellate violente di nero e di grigio. Più o meno come l'Urlo di Munch:


  • The Following User Says Thank You to qweedy For This Useful Post:


  • #48
    Senior Member
    Data registrazione
    Nov 2013
    Località
    piccolo paese calabro della costa jonica...
    Messaggi
    1499
    Thanks Thanks Given 
    183
    Thanks Thanks Received 
    263
    Thanked in
    147 Posts

    Predefinito

    C'è tutto lo stile di hot in questa poesia. Si riconosce subito la mano... Sarà questo suo modo di scrivere completamente diverso dal mio, anzi direi decisamente agli antipodi, che mi attrae... Sento emergere in lui una "rabbia" ancestrale, una veemenza inusitata verso i mille misteri e gli interrogativi insoluti che la vita ti pone ogni giorno in ogni verso di ogni suo componimento, che me lo fa amare tutte le volte che leggo i suoi scritti

  • The Following 3 Users Say Thank You to maclaus For This Useful Post:


  • #49
    Lunatic Mod
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    12343
    Thanks Thanks Given 
    1652
    Thanks Thanks Received 
    1631
    Thanked in
    1123 Posts

    Predefinito

    Suoni

    onde burrascose soffro, nell’amniotica cloaca

    coercitivi schiocchi sui batracei glutei esangui
    per divina ereditata pena risentito piango,
    crisi d’astinenza: coliche, poppata di regime

    urla per forgiarmi amorfo, clonazione di pupazzo
    torturati dalla colpa per quel figlio sì sbagliato
    plateale la cacciata dal narcotico sacro Eden

    slogan sputo nelle piazze, con il pugno chiuso al cielo
    contro idranti candelotti, manganelli: repressione
    di patetiche campane, trombe suonan sanguinarie

    canti vibrano protesta, Stratocaster maledette
    interrogatori botte, chiesa scuola polizia…

    latrano intimidatori, kapò padri metal jacket

    ti guadagnerai la vita, col sudore della fronte
    angherie licenziamenti sfruttamento umiliazioni

    per la selva oscura andate e con dolore partorite
    logorroiche meretrici, dèi serpenti caini mele

    chiaman trombe del giudizio ogni cigno nero al canto
    che cacofonia mortale, tra stridor di denti e pianto…

    o silenzio mio agognato, sarai dunque tu l’oblio?


    Sembra il diario accelerato di una vita "arrabbiata", la vita di qualcuno che non si trova a suo agio nel mondo (ma chi ci si trova a suo agio?), figlio forse non fervidamente desiderato, giovane uomo che si ribella alla società in tutti i modi, senza mai riposare la mente, fino al silenzio mortale.
    Questo è quanto di più simile ad una mia interpretazione, però potrei benissimo non averci capito niente; ammetto che stavolta per me il linguaggio è troppo criptico e ostico, pur riuscendo a trasmettere la giusta rabbia.

  • The Following 3 Users Say Thank You to alessandra For This Useful Post:


  • #50
    Lunatic Mod
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    12343
    Thanks Thanks Given 
    1652
    Thanks Thanks Received 
    1631
    Thanked in
    1123 Posts

    Predefinito

    Chi vuole ancora commentare naturalmente può farlo, intanto vado ad aprire il prossimo

  • #51

    Predefinito

    "Little January
    Tapped at my door today.
    And said, "Put on your winter wraps,
    And come outdoors to play."
    Little January
    Is always full of fun;
    Today we coasted down the hill,
    Until the set of sun.
    Little January
    Will stay a month with me
    And we will have such jolly times-
    Just come along and see."

  • #52
    Lunatic Mod
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    12343
    Thanks Thanks Given 
    1652
    Thanks Thanks Received 
    1631
    Thanked in
    1123 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da KiranDuran Vedi messaggio
    "Little January
    Tapped at my door today.
    And said, "Put on your winter wraps,
    And come outdoors to play."
    Little January
    Is always full of fun;
    Today we coasted down the hill,
    Until the set of sun.
    Little January
    Will stay a month with me
    And we will have such jolly times-
    Just come along and see."
    Benvenuto o benvenuta, Kiran La poesia dovrebbe essere di Winifred C. Marshall, non so se hai letto nel primo post come funziona questo poeticforum, in ogni caso alla fine la commenteremo volentieri

  • Pagina 4 di 4 PrimoPrimo 1234

    Discussioni simili

    1. 22° Poeticforum - Le poesie che amiamo
      Da alessandra nel forum Poesia
      Risposte: 38
      Ultimo messaggio: 03-31-2016, 05:09 PM
    2. 16° Poeticforum - Le poesie che amiamo
      Da alessandra nel forum Poesia
      Risposte: 59
      Ultimo messaggio: 02-23-2015, 07:50 PM
    3. 5° Poeticforum - Le poesie che amiamo
      Da alessandra nel forum Poesia
      Risposte: 42
      Ultimo messaggio: 02-04-2013, 12:31 AM
    4. 7° Poeticforum - Le poesie che amiamo
      Da alessandra nel forum Poesia
      Risposte: 73
      Ultimo messaggio: 01-25-2013, 12:55 PM
    5. 6° Poeticforum - Le poesie che amiamo
      Da alessandra nel forum Poesia
      Risposte: 33
      Ultimo messaggio: 10-10-2012, 05:03 PM

    Regole di scrittura

    • Tu non puoi inviare nuove discussioni
    • Tu non puoi inviare risposte
    • Tu non puoi inviare allegati
    • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
    •