Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

copertina libro

Il grande Gatsby

Pagina 3 di 5 PrimoPrimo 12345 UltimoUltimo
Mostra risultati da 31 a 45 di 66

Discussione: Fitzgerald, Francis Scott - Il grande Gatsby

  1. #31
    Πάντα ρει ώς ποθαμός
    Data registrazione
    Dec 2011
    Località
    "Ti dono Satyrion, ti concedo di abitare il ricco paese di Taras e diventare flagello degli Iapigi."
    Messaggi
    2316
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    mi rimase indifferente.

  2. 1.5 ADS
    ADV Bot
    Esperto banner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre

  • #32
    Senior Member
    Data registrazione
    Mar 2009
    Località
    milano
    Messaggi
    1572
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    4
    Thanked in
    4 Posts

    Predefinito

    Fitzgerald non è uno dei miei autori preferiti, ma questo romanzo, letto molti anni fa, mi è rimasto nel cuore. E' una storia di grandissima malinconia, la vita di un uomo che per rincorrere il sogno di un amore è disposto a tutto e una volta raggiunto il sogno si trasforma in incubo e in morte.
    Una storia anche cinica se pensiamo che Gatsby per arrivare all'amore deve arrichirsi e affermarsi nella società, una descrizione quindi di una società superflua e basata solo sull'apparenza, storia quindi di grande modernità

  • #33
    ParallelMind
    Guest

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da fabiog Vedi messaggio
    Una storia anche cinica se pensiamo che Gatsby per arrivare all'amore deve arrichirsi e affermarsi nella società, una descrizione quindi di una società superflua e basata solo sull'apparenza, storia quindi di grande modernità
    Allora non lo potrei mai leggere,mi verrebbe il disgusto.

  • #34
    Senior Member
    Data registrazione
    Apr 2012
    Messaggi
    3266
    Thanks Thanks Given 
    396
    Thanks Thanks Received 
    802
    Thanked in
    378 Posts

    Predefinito

    L'ho terminato da qualche giorno, ma ho voluto aspettare un pochibo ad esprimere il mio giudizio .
    Questo perché non sono sicura di cosa pensare di questo romanzo. L'impressione più generale è di indifferenza, un libricino che si lascia leggere senza difficoltà e senza particolari sonvolgimenti. Eppure, qualcosa, sotto sotto, mi ha smosso.
    La figura d Gatsby, forse perché vissuta anche dal lettore in terza persona, solo attraverso gli occhi del protagonista, rimane soffusa come avvolta da un velo di malinconia. Nonostante personaggi come Jordan, Daisy e Tom mi siabo risultati alquanto antipatici, al punto quasi da irritarmi, Gatsby è rimasto avvolto da una sorta di malinconia, come se per l'intero romanzo egli fosse rimasto sulla soglia, non del tutto definito, nel suo tentativo di costruirsi il suo sogno.

  • #35
    Senior Member
    Data registrazione
    Jul 2009
    Messaggi
    256
    Inserimenti nel blog
    1
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    L'ho adorato, letteralmente.. non avevo mai letto niente di Fitzgerald ma questo libro secondo me è un capolavoro.. fa riflettere sulla società del tempo, di cui secondo me emerge un ottimo spaccato, la frenesia, il lusso, il materialismo e il cinismo..
    Ammetto di averlo preso perchè ho trovato l'edizione a 0.99 centesimi, ma leggendo in giro ho letto pareri non positivi sulla traduzione, sapete dirmi se è meglio leggerlo in un'altra versione?

  • #36
    Senior Member
    Data registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    717
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da lavy Vedi messaggio
    L'ho adorato, letteralmente.. non avevo mai letto niente di Fitzgerald ma questo libro secondo me è un capolavoro.. fa riflettere sulla società del tempo, di cui secondo me emerge un ottimo spaccato, la frenesia, il lusso, il materialismo e il cinismo..
    Ammetto di averlo preso perchè ho trovato l'edizione a 0.99 centesimi, ma leggendo in giro ho letto pareri non positivi sulla traduzione, sapete dirmi se è meglio leggerlo in un'altra versione?
    Non so di chi sia la traduzione che hai letto tu, io ho un ricordo molto bello di quella di Fernanda Pivano

  • #37
    Senior Member
    Data registrazione
    Jul 2009
    Messaggi
    256
    Inserimenti nel blog
    1
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    1
    Thanked in
    1 Post

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Holly Golightly Vedi messaggio
    Non so di chi sia la traduzione che hai letto tu, io ho un ricordo molto bello di quella di Fernanda Pivano
    Leggevo che quella è la migliore ... alla prossima lettura cercherò di trovare quella allora...

  • #38
    Eclectic Mod
    Data registrazione
    Jul 2008
    Località
    (MN)
    Messaggi
    4188
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Un romanzo straordinario.
    L'ho letto molti anni fa, ma non mi stanchero' mai di riprenderlo in mano.

  • #39
    Junior Member
    Data registrazione
    Nov 2013
    Località
    Bologna
    Messaggi
    11
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    0
    Thanked in
    0 Posts

    Predefinito

    Sarà che ho dovuto leggere questo libro per un esame che mi ha fatto penare, anche se in generale premetto che non amo leggere su imposizione, o perchè non sono riuscito a trovare nessun contatto con il protagonista, nessuna empatia, nessuna emozione, niente di niente mentre lo leggevo, anzi per quanto l'ho odiato dovevo rileggere sempre le stesse frasi più volte, ma sì questo è stato uno dei libri che ho odiato con tutto me stesso! 1/5 E sinceramente non ho neanche tanta voglia di vedere il film, forse prevenuto per colpa del libro

  • #40
    Fairy Member
    Data registrazione
    Sep 2007
    Località
    Brescia
    Messaggi
    464
    Thanks Thanks Given 
    0
    Thanks Thanks Received 
    2
    Thanked in
    2 Posts

    Predefinito

    Avevo questo libro sullo scaffale da molto tempo e mi sono decisa a leggerlo sull'onda dell'omonimo film uscito nelle sale qualche tempo fa. Letto in lingua originale, ho trovato la scrittura non scorrevolissima, ma il romanzo mi è davvero piaciuto molto. La descrizione dei personaggi e dei luoghi mi è sembrata molto ben fatta e la storia lascia giusto un po' di amaro in bocca...

  • #41

    Predefinito

    Ho letto l'edizione ESA scaricabile gratuitamente sullo store della Apple.
    La lettura non è delle più scorrevoli ma la storia è intrigante. Il finale un po' inconcludente ti lascia quella giusta amarezza che poi da il senso a tutto il libro.

  • #42
    Senior Member
    Data registrazione
    Apr 2012
    Messaggi
    3266
    Thanks Thanks Given 
    396
    Thanks Thanks Received 
    802
    Thanked in
    378 Posts

    Predefinito

    Ho riletto questo libro a distanza di circa un anno in lingua originale, e devo ammettere che non avrei potuto fare una scelta migliore.
    Probabilmente la colpa è anche della pessima traduzione della Newton Compton, ma devo dire che la mia percezione di questo romanzo è cambiata tantissimo: Fitzgerald ha una scrittura che è leggerissima, piena di poesia ma mai troppo appesantita, una cosa che con la traduzione si era del tutto persa.
    E' un romanzo che cerca di parlare dei favolosi anni '20, della frenesia e del progresso, della ricchezza e della forza della vita, e tuttavia è pervaso da un velo di malinconia così struggente che pailette e lustrini, motori ruggenti e musica alle feste sembrano restare in secondo piano, irraggiungibili, come sfocati.
    Non ci sono personaggi davvero positivi: nonostante l'enorme empatia che mi ha legato a Gatsby anche lui risulta un uomo pieno di difetti, incapace di scontrarsi con la realtà e disposto a tutto pur di perseguire e afferrare il suo sogno. Ma, del resto, non esistono persone del tutto positive e prive di difetti. Fitzgerald sembra mostrare uno spaccato della società senza remore, mettendo in luce pregi e difetti, ma soprattutto sembra farlo senza giudicare: infatti per quanto personaggi come Tom e Daisy siano tutt'altro che positivi è difficile chiudere il romanzo senza almeno un senso di comprensione nei loro confronti. Non approvazione, sia chiaro, ma almeno comprensione per le loro azioni, per la loro mentalità ristretta e limitata, per la loro incapacità forse di godere di quella delicatezza e poesia che Fitzgerald riesce a mostrare anche solo attraverso il suo stile, a prescindere dall'argomento trattato.
    E' un romanzo che mi ha lasciato uno straziante senso di struggimento, mi ha veramente commossa nel finale, perché sembra voler suggerire che è tutto inutile, che possiamo sognare, possiamo farlo con tutte le nostre forze, possiamo conservare i ricordi del passato come se fossero le cose più care che abbiamo, e possiamo impegnarci con ogni fibra di noi stessi per fare in modo che le cose cambino, che i sogni si avverino e che il passato torni, ma è tutto inutile.
    Leggere questo romanzo è stato come ritrovarsi al mattino a fare i conti con la delusione confusa che ti pervade nel renderti conto che quel sogno dolcissimo era, appunto, soltanto un sogno.

  • #43
    Scimmia ballerina
    Data registrazione
    Sep 2008
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    3071
    Thanks Thanks Given 
    3
    Thanks Thanks Received 
    43
    Thanked in
    22 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Athana Lindia Vedi messaggio
    mi rimase indifferente.
    Penso che questa sia l'espressione giusta per commentare questo libro.
    Ho visto il film e letto il libro solo perchè Il grande Gatsby è considerato un capolavoro.
    Io, tuttavia, non ci ho visto nulla di straordinario. Una storia troppo americana.
    Fitzgerald non è riuscito a fare breccia nel mio cuore!

  • #44

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Ugly Betty Vedi messaggio
    Ho visto il film e letto il libro solo perchè Il grande Gatsby è considerato un capolavoro.
    Io, tuttavia, non ci ho visto nulla di straordinario. Una storia troppo americana.
    Fitzgerald non è riuscito a fare breccia nel mio cuore!
    La traduzione in italiano mi ricordo che faceva veramente schifo, forse è per questo che no ti è piaciuto.
    (Che intendi per troppo americana...?)

  • #45
    Scimmia ballerina
    Data registrazione
    Sep 2008
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    3071
    Thanks Thanks Given 
    3
    Thanks Thanks Received 
    43
    Thanked in
    22 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Brandy Alexander Vedi messaggio
    La traduzione in italiano mi ricordo che faceva veramente schifo, forse è per questo che no ti è piaciuto.
    (Che intendi per troppo americana...?)
    Probabile sia colpa della traduzione. Ma non sarei mai in grado di leggere un libro in inglese!

    Per troppo americano intendo che è (ovviamente e giustamente) troppo pieno di stile di vita/usi e costumi/modi di fare americani, troppo distanti dalla cultura italiana/europea che rendono difficile, secondo me, l'identificazione del lettore con le vicende narrate. Non so se mi spiego

  • Pagina 3 di 5 PrimoPrimo 12345 UltimoUltimo

    Discussioni simili

    1. Risposte: 8
      Ultimo messaggio: 04-06-2014, 08:44 PM
    2. Smith, Scott - Rovine
      Da fenicemidian nel forum Piccola biblioteca
      Risposte: 4
      Ultimo messaggio: 01-29-2013, 01:09 PM
    3. Fitzgerald, Laura - Colazione da Starbucks
      Da legionofdoom nel forum Piccola biblioteca
      Risposte: 1
      Ultimo messaggio: 08-21-2009, 12:21 AM
    4. Lawrence, Francis - Io sono Leggenda
      Da f.melillo nel forum Piccola cineteca
      Risposte: 33
      Ultimo messaggio: 01-02-2009, 06:53 PM
    5. Fitzgerald, Francis Scott - La crociera del rottame vagante
      Da non_so_dove_volare nel forum Piccola biblioteca
      Risposte: 1
      Ultimo messaggio: 07-27-2008, 06:37 PM

    Regole di scrittura

    • Tu non puoi inviare nuove discussioni
    • Tu non puoi inviare risposte
    • Tu non puoi inviare allegati
    • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
    •