Brown, Dan - Angeli e Demoni

Minnie

New member
Il lettore che ha amato Il Codice Da Vinci, resterà deluso di questo thriller, che richiama troppo l'altro libro.

Peccato, ma si nota nelle scrittura che l'autore è ancora alla ricerca di un proprio stile, esagerando con le scene d'azione e la descrizione di personaggi che sono troppo perfetti.

Accattivante la fantasia utilizzata nel tracciare un passato per la setta degli Illuminati, ma ancora una volta, i personaggi interrompono un filo narrativo che si spezza nel finale.
 

Minnie

New member
trama:

Lo studioso di iconologia Robert Langdon è di nuovo coinvolto in un'indagine allucinante e pericolosa, questa volta sulle tracce dell'antica setta cinquecentesca degli Illuminati.
Per impossessarsi di un'arma molto più pericolosa del nucleare, i nuovi membri della setta hanno ucciso uno scienziato e marchiato il suo cadavere, dopo averlo orrendamente mutilato.
Duramente perseguitati in passato dalla Chiesa Cattolica, sembra vogliano finalmente vendicarsi e il loro piano consisterebbe nell'eliminare per sempre lo Stato Vaticano proprio in prossimità del conclave per l'elezione del nuovo papa.
A Langdon spetta intuire in tempo dove gli "eredi" degli Illuminati hanno nascosto il tremendo ordigno e, per farlo, deve scoprire come si nascondevano gli Illuminati nel sedicesimo secolo.
Svegliato in piena notte, messo a forza su un prototipo di aereo ad idrogeno liquido, trasportato in un'ora dagli Stati Uniti in Svizzera, il professor Langdon è costretto a esaminare, nei laboratori del CERN di Ginevra, un cadavere orrendamente mutilato. Sul petto della vittima - impresso a fuoco - il terribile segno degli Illuminati: quello scienziato ucciso ha difeso fino all'ultimo il segreto di un'arma sperimentale di capacità distruttive superiori a quelle del nucleare, un'arma ora scomparsa, rubata dagli assassini. Il piano dei criminali è allucinante: la bomba è stata nascosta nel Vaticano, dove è da poche ore in corso il Conclave per l'elezione del nuovo Papa.
Quel posto dovrà rimanere vacante per sempre: cadrà San Pietro, cadranno i cardinali - gli uomini di Dio - e soltanto un potere si manifesterà e prenderà forza, quello della Scienza.
La corsa a Roma appare a Langdon pressochàè inutile, forse un suicidio. Ma appena le mille chiese della capitale lo accolgono, nella testa del professore si fanno strada implacabili suggestioni. Non era Galileo Galilei uno degli Illuminati? Non lo era anche il grande architetto e scultore Gian Lorenzo Bernini? E furono proprio loro - per difendere la propria associazione - a disegnare genialmente un "Cammino", uno stupefacente percorso segreto nella città, fra catacombe, cripte nascoste, codici cifrati. Chi riuscisse a intuirlo, a interpretarlo, potrebbe trovare il nascondiglio dell'ordigno, salvare San Pietro...
 
Ultima modifica di un moderatore:

Minnie

New member
Finale troppo paradossale, chi sostiene il contrario?

Come scritto sopra, ci sono troppi geni ..... troppe rivelazioni, troppi colpi di scena .... ma una cosa un po' più tranquilla no???

Pollice verso.

M
 

robbs

New member
Già prima non mi attirava molto questo romanzo...dopo averletto questa recensione mi attira ancora meno...ho paura di leggere un'altro Codice..
 
Ultima modifica di un moderatore:

Minnie

New member
la strana coincidenza è che ho iniziato a leggere il libro quando è morto il Papa ...
le cerimonie della sepoltura e la riunione per eleggere il nuovo papa ... la fumata bianca ....

insomma ... piacevole, ma certe scene sono troppo di fantascenza ...
 

klaus

New member
Luci ed ombre

Concordo con quanti hanno già sottolineato i difetti principali del libro: è un po' eccessivo e strampalato nel finale - le gesta compiute dai personaggi si addicono più a Spiderman che al contesto - ed i protagonisti sono troppo perfetti per essere veri: bellissimi, bravissimi, preparatissimi, intelligentissimi, aitantissimi, prestantissimi.... e, almeno per me, antipaticissimi. E poi c'è un senso di "già visto" nel Codice da Vinci (anche se, siccome "Angeli e Demoni" è stato scritto prima del Codice, è il Codice che dovrebbe sapere di "già visto" in Angeli e Demoni, ma non sottigliamo....).
Però c'è un però: nonostante tutti questi difetti, una volta che si comincia a leggere il libro non si è più capaci di mollarlo. Io l'ho letto praticamente tutto d'un fiato in un paio di giorni. Tutto sommato, niente male.
 
Ultima modifica di un moderatore:

bludemon

New member
ciao... io invece l'ho trovato una bella storia per un romanzo ke cavalca tra relatà e fantasia...
penso ke se qualkuno voglia leggere solo fatti realmente accaduti senza dare libero sfogo alla fantasia... possa leggere delle biografie, libri illustrati o altro ke tenga solo conto dei fatti reali.. quindi nn un romanzo.. :lol: nn è una critica ma solo un pensiero...
 
Ultima modifica di un moderatore:

TheLand

New member
Sono daccordo sia con bludemon che con Mr Mojo Risin...a me è piaciuto più del Codice da Vinci, ha un finale sconvolgente.
 
bludemon non ti preoccupare anche io sono daccordo con te!!! a me il libro è piaciuto e probabilmente senza tutte le fantasie dello scrittore (e ne ha molta fortunatamente) sarebbe stato un libro sterile.
 

evelin

Charmed Member
Non l'ho ancora letto :cry:
Ci sono due linee di pensiero molto discordanti... troppo eccessivo, troppi colpi di scena o bello piu' del Codice da Vinci?
 

bludemon

New member
ciao.. Angeli e demoni vieni prima cronologicamente.. ma in italia è uscito dopo... cmq secondo il mio modesto parere.. eh eh AeD è molto meglio del codice...
 
Per caso, quest'estate mi è stato prestato, ed io inizialmente non ero molto propenso a leggerlo. Dopo circa 4 capitoli non riuscivo più a staccare il naso dal libro! E' assolutamente meraviglioso, la storia è chiara, ben articolata e densa di suspense: ancora più bello del "Codice Da Vinci"!
 

Candy Candy

New member
io l'ho letto nel casualmente nel momento quasi perfetto...tra la morte di Giovanni Paolo II e l'elezione di Benedetto XVI ....era quasi come vedere scritto quello che vedevo!!! io ho letto tutto di Dan Brow...la mia classifica personale pone AED in pole seguito dal codice e da cripto...ed ultimo la Verità...
 
Ultima modifica di un moderatore:

elisa

Motherator
Membro dello Staff
Io non ho letto niente di lui e siccome ci sono pareri discordanti tra i vari libri ditemi quali dei suoi romanzi vale la pena di leggere?
 

libraia978

New member
A mio parere Il codice da Vinci, Angeli e demoni fino a metà...poi si vede che nn sapeva come concludere e l'ha veramente tirato via...gli altri due sn romanzi mediocri senza grandi spunti interessanti...
 
Ultima modifica di un moderatore:

elisa

Motherator
Membro dello Staff
Del Codice da Vinci ho visto il film e mi ha colpito soprattutto la figura dell'albino, il frate killer con il cilicio. Me lo sogno ancora di notte. Siccome sono una tipa impressionabile non vorrei che il libro fosse ancora più "forte"
 
Alto