Allende, Isabel - Ines dell'anima mia

Candy Candy

New member
lnes de Suàrez nasce all'inizio del Cinquecento in Spagna, figlia di un modesto artigiano di Plasencia. Dotata di un forte temperamento che male si addice alla condizione femminile sottomessa all'autorità del clero e del maschio, lnes sposa contro la volontà della famiglia Juan de Malaga, che presto la abbandona per cercare fortuna in America. La giovane non si dà per vinta e, con i soldi guadagnati ricamando e cucinando, si imbarca anche lei per il Nuovo Mondo. lnes affronta le durissime condizioni di viaggio e si difende dai marinai libidinosi. Giunta in Perù, cerca invano il marito; senza più risorse, riprende a lavorare come sarta fin quando incontra Pedro Valvidia, un seducente hidalgo, fuggito dalle frustrazioni di un matrimonio deludente e venuto a combattere per la Corona spagnola. La passione infiamma lnes e Pedro che si mettono alla guida di pochi volontari attraverso un deserto infernale, combattono indigeni incattiviti e giungono infine nella valle paradisiaca dove fondano la città di Santiago. Le tribù autoctone difendono però il loro territorio e si accaniscono contro gli spagnoli, i cui feriti sono curati da Ines e da un'indigena a lei fedele: si rinforza così la fama di strega che la donna si era fatta scovando fonti d'acqua con una bacchetta (arte ereditata dalla madre). Non senza il malcontento di alcuni coloni, cresce la sua autorità a fianco di Pedro, divenuto governatore...


mi ha intrigato il paesaggio, la storia è bella ma è trattata in maniera troppo semplice poco approfondita...io voglio i particolari...e poi mi sembra che la allende usi un linguaggio troppo moderno...mi sembra strano che nel 500 già si dicesse "pugno di ferro in guanto di velluto", ma cmq una storia piacevole da leggere che mi ha lasciato una certa curiosita sulla storia del cile e di Ines de suarez e gli altri personaggi tutti realmente esistiti, avrei voluto qualche particolare in più nella storia con Rodrigo De Quiroga....quasi quasi me lo scrivo da sola..così leggo quello che mi piace... :wink: cmq un 7
 
Ultima modifica di un moderatore:

Sibyl_Vane

Fairy Member
Io ho inziato a leggerlo proprio ieri :wink: per ora mi piace, ma sono proprio all'inizio inizio. Era da molto che ce l'avevo in lista d'attesa... poi ti farò sapere quando l'avrò finito :)
 

Sibyl_Vane

Fairy Member
Ho appena finito di leggerlo e sono davvero contenta, perchè mi è proprio piaciuto tanto. Un pò crudo in certi punti, soprattutto per me che mi impressiono con facilità... :roll:
Personalmente non l'ho trovato povero di particolari, anzi... :wink: inoltre è scorrevole e davvero ben scritto. Trovo che sia stato dato il giusto spazio ai dettagli della storia d'amore di Inès e Rodrigo, perchè secondo me si capisce chiaramente che il vero amore della sua vita non è stato lui, nonostante lei ne parli più che bene :mrgreen:
Alla fine mi si è veramente stretto il cuore...
Proprio un bel libro :wink:
 
Ultima modifica di un moderatore:

Candy Candy

New member
pensi sia stato Valdivia il suo amore? io penso che la PASSIONE della sua vita sia stata Valdivia...ma l'amore quello dolce e poetico fu con Rodrigo ....
penso che Juan sia stato la Ribellione
Valdivia la passione
e Rodrigo l'amore...
cmq VOGLIO ANDARE IN CILE!!!! 8)
 

Sibyl_Vane

Fairy Member
Io invece credo che Juan sia stato la Passione, Pedro l'Amore e Rodrigo... un semplice rimpiazzo capitato al momento giusto... :? una persona con cui lei è riuscita a sfogare il suo desiderio di vendetta; poi con il tempo il tutto si è trasformato in... Affetto!!! :roll:
Sì, sono un pò cattiva, chiedo scusa... :oops:
 
Ultima modifica di un moderatore:

freccia85

New member
Anche io oggi ho iniziato a leggere questo libro...all'inizio ero un po' scettica poi d'un sol fiato ho letto già più di 120 pagine!!!E' il primo libro che leggo dell'autrice, quindi non posso dire se è il migliore, ma di certo è molto interessante e scorrevole...sono in alcune circostanze l'ho trovato troppo lento e ripetitivo in delle scene...cmq un bel six :lol:
 
Ultima modifica di un moderatore:

freccia85

New member
Ho finito di leggerlo oggi questo libro...beh non si puo eludere che questa autobiografia sia un buon romanzo, anche se con poche sfumature...per quanto riguarda la questione che vi ponevate voi per me Juan è stato l'infatuazione; Pedro la passione e il vero amore Rodrigo...anche se il titolo del libro è stato preso dal modo in cui la chiamava Pedro...allusione? :mrgreen:
 

Sibyl_Vane

Fairy Member
freccia85 ha scritto:
...anche se il titolo del libro è stato preso dal modo in cui la chiamava Pedro...allusione? :mrgreen:

Eh beh... come se fosse una cosa da poco :mrgreen: secondo me questo è uno dei mille particolari che fanno capire quanto lei tenesse a Pedro, più che a Rodrigo ;)
Poi, come giustamente diceva Candy Candy... interpretazione personale! :p
 

freccia85

New member
Io, come ti ho detto, penso che tenesse a tutti e tre ma in modo diverso...poi questo pensiero nn è destato solo da come vivi la storia scritta sul libro, ma da come vivi e esprimi tu l'amore nella tua vita :)
 

Sibyl_Vane

Fairy Member
freccia85 ha scritto:
Io, come ti ho detto, penso che tenesse a tutti e tre ma in modo diverso... :)
Sì sì, su questo anche io sono pienamente d'accordo :p poco sopra ho associato ogni uomo della vita di Inès ad un sentimento; se c'è una cosa della quale sono sicura è che lei, come dici tu, tenesse a loro in modo diverso... :p
Comunque sia, sono contenta che questo libro sia piaciuto a tutte e tre, tanto da portarci a scambiarci opinioni in proposito ;) molti libri invece passano inosservati, purtroppo.
 
Ultima modifica di un moderatore:

RosaT.

Leghorn Member
Ciao a tutti, il 29 ho realizzato il mio sogno ho caminato nelle strade di Santiago del Cile ... ancora non ci credo ma proprio così ... ho visto con i miei occhi il "palazo della moneda" e "la plaza d'arme" ... purtoppo sono rimasta a Santiago troppo poco... siamo arrivati alle 20:00 di sera e la mattina siamo ripartiti per tornare in italia ...

Il libro per è un buon libro scritto bene e pieno di particolari ed io patteggio per Valdivia ... ho la foto sotto il suo monumento !!!!!!!!!!!
Isabel riesce come sempre a trasportarci in un' altra dimensione ... per me è magnifica !!!!!!!!!!!! :wink:
 

freccia85

New member
beata teeeeeeeee!!!Per il patteggiamento posso dirti che un'immagine come Valdivia attira molto, anche a me piace...ma non amo la figura dei conquistatores...assetati di terra, oro e altri beni hanno privato della libertà gli indigeni del posto definendoli "incivili"...si xkè loro sono stati civili a commettere quel genocidio...ah la vie...
 
Ultima modifica di un moderatore:

RosaT.

Leghorn Member
freccia85 ha scritto:
Per il patteggiamento posso dirti che un'immagine come Valdivia attira molto, anche a me piace...ma non amo la figura dei conquistatores...assetati di terra, oro e altri beni hanno privato della libertà gli indigeni del posto definendoli "incivili"...si xkè loro sono stati civili a commettere quel genocidio...ah la vie...

Non posso darti tutti i torti sui conquistadores anche per me hanno usato la violenza e privato della libertà persone che vivievano nelle loro terre di origine quando poteva essere provata una convivenza pacifica ...
... ma come figura nel libro Valdivia è il protagonista per antonomasia ...
 
Ultima modifica di un moderatore:
Alto