Agnello Hornby, Simonetta - Boccamurata

libraia978

New member
Questa la trama:

Chi è stata la madre di Tito? Una poco di buono, come dicono certe voci cattive? O una signora di buona famiglia costretta a sparire�, come ha sempre detto il padre Gaspare?
Tito è alla guida di un pastificio, fonte non solo di ricchezza ma anche di conflitti, tensioni e invidie in seno a una famiglia allo sbando. E' soltanto la sua autorità a tenerla insieme, a volerla unita, con il sostegno forte della mite presenza della vecchia zia Rachele: la zia ha vegliato su Tito e poi sui figli di lui e non ha perso la capacità di intuire anche quello che si vorrebbe tener nascosto, ma nel suo sguardo cominciano ad affiorare a poco a poco ricordi confusi e brandelli di segreti custoditi tenacemente per più di un secolo.
A smuovere ulteriormente le acque torbide, insieme alla bellissima Irina, spregiudicata e intraprendente, arriva all'improvviso Dante, figlio di un'ex compagna di collegio della zia. E c'è chi sospetta oscuri moventi. Quanto più la storia si apre a inattesi sviluppi nel presente, tanto più il passato viene folgorato da una nuova luce e il mistero che nascondeva si dischiude lentamente con la forza di una grande storia d'amore.

Niente da fare: ho letto tutti i suoi romanzi, ma non sono proprio riuscita a trovarci nulla che mi piaccia. Faccio addirittura fatica a portarli a termine.
 
Ultima modifica di un moderatore:

isola74

Lonely member
Secondo me non sono tutti noiosi i libri della Agnello-Hnorby.... ad esempio La mennulara merita... questo è bello a tratti, poi a metà mi ha stancata ma non saprei dire perché..forse è proprio l'evoluzione della storia che non mi ha colpita :??
 
V

Valentina992

Guest
Adoro i romanzi di ambientazione siciliana e Boccamurata ha rispecchiato appieno le mie aspettative. Basta superare lo stile un po' ostico delle prime pagine per venire immersi in una storia davvero bella e calda come la Sicilia, che unisce mistero e passione in un mix avvincente caratterizzato dallo stile particolare della Agnello Hornby. Mi chiedo perchè non l'abbia letto prima, consigliato!
 
Alto