Palahniuk, Chuck - Gang bang

TRAMA:
Cassie Wright, regina leggendaria del porno, decide di chiudere in "bellezza" la sua carriera battendo il record mondiale di Gang Bang (quella particolare performance porno nella quale una gentile signora fa sesso con un numero spropositato di gentili signori) e di farne un film. Il suo obiettivo è quanto mai ambizioso: 600 uomini. Il libro si basa su quanto dicono, pensano e fanno Mr. 72, Mr. 137, e Mr. 600 che attendono il loro turno in una stanza assai affollata e rumorosa. Ma non vanno dimenticati alcuni elementi che rendono la storia ancora più forte. La pornoattrice ha in mente di morire durante le riprese del suo tentativo di record mondiale di modo che le successive polemiche portino a proibire ulteriori futuri tentativi di record, cosa che le garantirebbe di essere in eterno la detentrice del primato. L'immortalità è a portata di mano insomma. Inoltre la pornoattrice intende devolvere i proventi del film al figlio che aveva concepito sul set del suo primo film porno e che poi aveva abbandonato perché venisse adottato. E in effetti uno dei tre uomini su cui si basa la storia dice di essere il figlio di Cassie che cerca disperatamente di mettersi in contatto con la madre dopo che lei lo ha abbandonato da piccolo. Ma le cose stanno davvero così? (Il romanzo è adatto alla lettura da parte di un pubblico adulto :mrgreen:).

Per questo suo libro ho avuto emozioni contrapposte, e' una buona idea, a tratti esilarante, che però in alcuni momenti è a mio avviso scritta in modo confuso.
Tutto sommato pero', essendo corto, vale la lettura. Nella storia i personaggi sono interessanti. Ah da non perdere i finti titoli di film porno! fanno morire dalle risate! :mrgreen:
Consigliato!
 

alexyr

New member
forse il libro di Chuck che amo meno. Temo dipenda dal tema di fondo che non mi è congenialissimo. però la scrittura è fluida,le idee malvagiamente geniali
 

new.devilman

New member
A mio avviso, tempo buttato.
Una storia non realistica, personaggi assurdi e una trama davvero misera allungata a dismisura da titoli di film porno inventati e altre cavolate.
davvero non mi è piaciuto per niente
 

elesupertramp

Active member
Innanzitutto bisogna precisare che si tratta di un romanzo niente affatto erotico, ma cinico e grottesco.

Però a differenza dell’unico altro romanzo di P. che ho letto in precedenza -Soffocare-devo dire che mi non mi ha preso per niente, anzi ha abbastanza annoiato, tanto che in contemporanea ne ho letti altri 3... Mi sono divertita solo a leggere i titoli dei film porno, per il resto...

Manca l'ironia e soprattutto mancano i colpi di scena, è tutto abbastanza prevedibile tranne il finale esagerato e ridicolo; in ogni capitolo la storia arranca e le verità rivelate a mano a mano non sono riuscite a stupirmi.

Comunque a me piace molo il suo stile caustico e dotato di sarcasmo e irrisione verso tutto e tutti, per cui ne leggerò sicuramente altri di questo autore .

Unico pregio…..ho imparato un sacco di cose sull'industria dei film zozzi!!!!
:mrgreen::mrgreen::mrgreen:
 

Jessamine

Active member
Bah.
Di questo autore avevo letto solo Ninna Nanna, che già mi aveva convinta poco, ma dopo questo romanzo non credo di aver voglia di leggere altro.
Non l'ho trovato divertente, ma solo di un cinismo ostentato fino alla nausea, molto poco sincero. La trama è piuttosto povera, banalotta e un po' arrancante, che si trascina in infiniti capitoli in cui non si ripete quasi mai nulla di nuovo.
Davvero, fortunatamente è corto, perché l'ho trovato abbastanza una perdita di tempo :boh:
 
Alto