D'Urbano, Valentina - Il rumore dei tuoi passi

franceska

CON LA "C"
I “gemelli” sono legati da un’amicizia ruvida e senza complimenti, come accade tra due ragazzi cresciuti in una borgata, tra il cemento e l’asfalto. Un’amicizia, quella di Beatrice e Alfredo, nata quando erano bambini e sopravvissuta a tutto ciò che di oscuro la vita può regalare. Un’amicizia che si trasformerà presto in un amore selvaggio e graffiante, reso bene dal linguaggio secco dell’autrice, che racconta di una ragazza rabbiosa e di un ragazzo fragile…"


Un racconto bello, graffiante… sincero. Ecco! Sincero credo sia l’aggettivo giusto. Ha il grande pregio di trasportare, di farsi leggere tutto d’un fiato. Triste e coinvolgente. Un amore eccezionale, disperato, che fa stare male. Una storia in cui vorresti prendere la protagonista e strattonarla. Sembrerebbe un racconto senza speranza, perché viene tolta già dalla prima pagina e, un prosieguo senza colpi di scena, senza illusioni, potrebbe apparire assurdo... vano, e invece no! Appassiona la ricerca del perché. Perché? È una domanda che io, lettrice, mi sono posta durante tutta la lettura, ma si sa… nella vita non c’è mai il perché delle cose.
Brava l’autrice! Una scrittura giovane che sa trascinare. Un racconto sincero che, già dalla prima pagina, s’incanala direttamente nel cuore.
Consiglio la lettura. Bello, bello bello!
 

libraia978

New member
Personalmente mi ha appassionato la prima metà, poi la seconda divetauno dei tanti racconti di "tossici" come ce ne sono tanti. Peccato, perchè mi aveva davvero entusiasmato inizialmente, tanto che sono rimasta sveglia per leggerlo tutto d'un fiato.Sembra un libro diviso metà...
 

estersable88

dreamer member
L'ho letto circa un anno fa e mi è piaciuto moltissimo... concordo con Francesca, è un racconto sincero che affronta senza paura una realtà squallida, difficile, a tratti straziante. Mi piace il modo di scrivere della d'Urbano: è diretta, dinamica, usa un linguaggio "sporcato" volutamente per rendere meglio l'ambiente in cui si svolge la storia... l'ambientazione in questo romanzo gioca un ruolo fondamentale: saremmo portati a pensare che non esistono in Italia realtà come la Fortezza, ma a ben guardare ci sono e come!
Libro consigliatissimo, da leggere d'un fiato!
 

Vale 1982

New member
Decisamente appassionante!!

Mi ha intrigato dalla prima pagina, ho letto anche il libro successivo "Alfredo", ho appena finito "Quella vita che ci manca" e ho iniziato "Acquanera". Il modo di esprimersi di Valentina D'Urbano è deciso, forte e appassionante!
A me è piaciuto moltissimo e lo consiglio!!
 
Alto