Baricco, Alessandro - Tre volte all'alba

lemmi

New member
Tre storie, tre incontri, tre spazi temporali indipendenti, albeggia. Due sconosciuti si incontrano e si scontrano. Si rivelano. Le tre vicende finiscono in alcuni punti per sfiorarsi leggermente, per affacciarsi l’una dentro l’altra, legate da un filo sottilissimo che le fa stare insieme ed in piedi.

Nonostante sia una fan di Baricco praticamente da sempre e stessi morendo dalla voglia di leggerlo appena approdato in libreria, ho atteso di trovare questo libro in sconto considerando il prezzo di copertina un pò eccessivo (10 euro per neanche 100 pagine di testo). Il romanzo è diviso in tre parti, al termine della prima si è ingannati dalla sensazione che l’opera sia composta da tre racconti completamente indipendenti tra loro e, pertanto, l’attesa viene un po’ delusa. Tuttavia, al completamento della lettura, si ha voglia di ricominciare immediatamente da capo per non trascurare nessun dettaglio fino ad allora smarrito perché ritenuto un pò superfluo. E invece no. Questo vuol dire solo una cosa: che il testo è scritto bene.
Raccontare la trama di questo romanzo non si può e non si deve, non si darebbe giustizia a un testo dove la magia, in fin dei conti, è la protagonista. E' sicuramente un’idea originale.

Bello. Mi è piaciuto. Bravo Baricco anche se continuo a ritenere il prezzo di copertina troppo alto…per i tempi che corrono.
 

velmez

New member
stile inconfutabile e pienamente riconoscibile (credo che potrei indovinare se un testo è scritto da baricco ad occhi chiusi)... ed è proprio questo che, secondo me, non funziona in questo libro: lui dichiara che questo è un libricino scritto da un angloindiano, ma un angloindiano non scriverebbe mai così, non con lo stile poetico di Baricco... non si può scrivere con lo stesso stile di Mr Gwin (con cui tra l'altro non c'entra nulla) un libro di cui si parla in Mr Gwin...

In ogni caso i racconti mi sono piaciuti moltissimo!! e nella prefazione l'autore avvisa che i racconti riguardano gli incontri di due personaggi che non potrebbero avvenire nella realtà, perchè avvengono in una dimensione temporale non reale,ma, sempre, prima dell'alba!
 

pitchblack

New member
Ho letto un paio di libri di Baricco: Oceano mare e Mr.Gwin: il secondo lo ricordo come un romanzo povero di idee, con uno stile di scrittura non solo modesto, ma lontano rispetto ad altri scrittori meno famosi della sua generazione. Probabilmente da del suo meglio come attivista del PD che come romanziere.
 

GermanoDalcielo

Scrittore & Vulca-Mod
Membro dello Staff
Il libro è diviso in tre parti, legate tra loro a livello temporale, non necessariamente consequenziale. Nel primo troviamo il protagonista seduto nella hall di un hotel, due giorni dopo aver commesso qualcosa di grave. Nel secondo lo troviamo 13 anni dopo, impegnato a salvare una ragazza abusata. Nell’ultimo torniamo indietro di una cinquantina d’anni quando da ragazzino ha vissuto una tragedia familiare.
Si legge piacevolmente per il talento narrativo che Baricco possiede, anche se personalmente l’ho trovato quasi un esercizio di stile, una prova per timbrare il cartellino, insomma. Do voto 4 perché i dialoghi li ho trovati fenomenali, mi ha colpito la verosimiglianza, la veracità dei botta e risposta tra i protagonisti, soprattutto la ragazza e il portiere.
 

Monica

Active member
Dopo Seta è il libro che mi ha confermato il mio affetto per questo scrittore di cui apprezzoanche la grande capacità di comunicatore e di insegnante.
L'unico suo libro che non sono riuscita a finire è Oceano mare"".....non sono entrata dentro la storia,non so perché.
Comunque è un autore che ammiro.
:)
 
Alto