De Giovanni, Maurizio - Anime di vetro

alessandra

Lunatic Mod
Membro dello Staff
Sottotitolo: falene per il commissario Ricciardi.
Stavolta il caro commissario, protagonista a cui è impossibile non affezionarsi, e il suo degno, divertentissimo socio, il brigadiere Maione, sono alle prese con un caso apparentemente già chiuso.
Un conte, in rovina per via del gioco d'azzardo, ha confessato l'omicidio di un uomo. Ma la moglie, bellissima e algida, chiede l'aiuto del commissario Ricciardi per trovare il vero colpevole e per capire perché suo marito mente. Perché lei è assolutamente certa che non sia lui l'assassino.
Parallelamente, con brevi salti spazio-temporali che, secondo me, costituiscono uno dei punti di forza della scrittura di De Giovanni - nel senso che ad intrecciarsi continuamente sono diverse storie che in realtà ne formano una unica, ma si passa velocemente da un contesto all'altro, cosicché si evita di annoiarsi senza che questi salti tolgano niente alla chiarezza del racconto - l'autore ci racconta le storie personali del commissario, di Maione, di Livia, cantante bella e ricca innamorata di Ricciardi, di Enrica, donna amata dal commissario ma da lui evitata per via di un segreto che sembra impedirgli di legarsi a qualcuno e che non svelerò per rispetto verso chi non conosce questa serie ... Tutto ciò si svolge in pieno regime fascista.
Stavolta il giallo è avvincente solo fino a un certo punto, l'assassino è intuibile, ho capito chi era poco oltre metà del libro.
Ma non importa, perché De Giovanni non è solo un (bravo) giallista, ma un autore che con uno stile semplice, ma con grande sensibilità sa far divertire e commuovere, sa scavare nel profondo dell'essere umano, raccontare i sentimenti, tratteggiare il contesto e rendere i personaggi vivi. Questo è l'ultimo della serie del commissario Ricciardi, come al solito ho letto in modo disordinato, recupererò i primi della serie. Consigliato, ma è meglio se li leggete in ordine :wink::mrgreen:
 

Spilla

Active member
Non amo i gialli. Ogni tanto ne prendo in mano uno e lo chiudo senza averne gustato nulla. Non sono il mio genere.
Eppure sono Ricciardi-dipendente :OO. Da quando la mia bibliotecaria mi ha fatto leggere il primo libro della saga, Il senso del dolore, sono come stregata...:paura:
Questo episodio, insieme al successivo (Serenata senza nome), è uno dei più toccanti. Ma anche La condanna del sangue e Il giorno dei morti mi sono davvero piaciuti.
Il segreto di De Giovanni in realtà è mischiare giallo e rosa, affresco storico e analisi dei sentimenti, vicende personali e qualche tocco di storia patria.
Non ne do un giudizio "artistico", è certamente un abile operazione acchiappa-lettori. Però acchiappa assai...:mrgreen:
 

isola74

Lonely member
Io invece ho la mania di leggere in ordine i romanzi che hanno lo stesso protagonista:mrgreen:
E così sono arrivata ad Anime di vetro.... che dire? adoro Ricciardi e non mi delude mai.. Secondo me il metodo di scrittura di De Giovanni, che alterna il racconto vero e proprio a momenti introspettivi, "pensieri" a voce alta dei vari pratagonisti, è vincente, perchè ti fa mettere nei loro panni, senza distinzione tra buoni e cattivi.
Non vedo l'ora di leggere gli (ahimè) ultimi due!
 

Spilla

Active member
Io invece ho la mania di leggere in ordine i romanzi che hanno lo stesso protagonista:mrgreen:
E così sono arrivata ad Anime di vetro.... che dire? adoro Ricciardi e non mi delude mai.. Secondo me il metodo di scrittura di De Giovanni, che alterna il racconto vero e proprio a momenti introspettivi, "pensieri" a voce alta dei vari pratagonisti, è vincente, perchè ti fa mettere nei loro panni, senza distinzione tra buoni e cattivi.
Non vedo l'ora di leggere gli (ahimè) ultimi due!

Dispiace un po' anche a me che la saga si concluda. Però a te ne mancano tre :wink:, devi ancora leggere Rondini d'inverno, mi pare :). Dopo ce ne saranno ancora due.
 

isola74

Lonely member
Dispiace un po' anche a me che la saga si concluda. Però a te ne mancano tre :wink:, devi ancora leggere Rondini d'inverno, mi pare :). Dopo ce ne saranno ancora due.

In realtà restano solo Serenata senza nome e Rondini d'inverno, che è l'ultimo......

Questo è l'ordine:

  1. 2006 - Le lacrime del pagliaccio, Graus Editore (ripubblicato nel 2007 da Fandango col titolo Il senso del dolore. L'inverno del commissario Ricciardi)
  2. 2008 - La condanna del sangue. La primavera del commissario Ricciardi, Fandango
  3. 2009 - Il posto di ognuno. L'estate del commissario Ricciardi, Fandango
  4. 2010 - Il giorno dei morti. L'autunno del commissario Ricciardi, Fandango
  5. 2011 - Per mano mia. Il Natale del commissario Ricciardi, Einaudi
  6. 2012 - L'omicidio Carosino. Le prime indagini del commissario Ricciardi[SUP][3][/SUP], Cento Autori
  7. 2012 - Vipera. Nessuna resurrezione per il commissario Ricciardi[SUP][4][/SUP], Einaudi
  8. 2014 - Febbre (racconto contenuto nell'antologia Giochi criminali[SUP][5][/SUP], Einaudi)
  9. 2014 - In fondo al tuo cuore. Inferno per il commissario Ricciardi[SUP][6][/SUP], Einaudi
  10. 2015 - Anime di vetro. Falene per il commissario Ricciardi, Einaudi
  11. 2016 - Serenata senza nome. Notturno per il commissario Ricciardi, Einaudi
  12. 2017 - Rondini d'inverno. Sipario per il commissario Ricciardi, Einaudi
 

Spilla

Active member
In realtà restano solo Serenata senza nome e Rondini d'inverno, che è l'ultimo......

Questo è l'ordine:

  1. 2006 - Le lacrime del pagliaccio, Graus Editore (ripubblicato nel 2007 da Fandango col titolo Il senso del dolore. L'inverno del commissario Ricciardi)
  2. 2008 - La condanna del sangue. La primavera del commissario Ricciardi, Fandango
  3. 2009 - Il posto di ognuno. L'estate del commissario Ricciardi, Fandango
  4. 2010 - Il giorno dei morti. L'autunno del commissario Ricciardi, Fandango
  5. 2011 - Per mano mia. Il Natale del commissario Ricciardi, Einaudi
  6. 2012 - L'omicidio Carosino. Le prime indagini del commissario Ricciardi[SUP][3][/SUP], Cento Autori
  7. 2012 - Vipera. Nessuna resurrezione per il commissario Ricciardi[SUP][4][/SUP], Einaudi
  8. 2014 - Febbre (racconto contenuto nell'antologia Giochi criminali[SUP][5][/SUP], Einaudi)
  9. 2014 - In fondo al tuo cuore. Inferno per il commissario Ricciardi[SUP][6][/SUP], Einaudi
  10. 2015 - Anime di vetro. Falene per il commissario Ricciardi, Einaudi
  11. 2016 - Serenata senza nome. Notturno per il commissario Ricciardi, Einaudi
  12. 2017 - Rondini d'inverno. Sipario per il commissario Ricciardi, Einaudi

Ah, tu contavi i libri già pubblicati. Io pensavo anche a quelli che l'autore deve ancora scrivere: dice che dopo "Sipario" ne scriverà altri due e poi basta, perché nel 1933, con la guerra in Libia, la situazione italiana cambia radicalmente e la storia avrebbe un'altra atmosfera.
Quindi sbagliavo: a te ne mancano ancora quattro :wink:
 
Alto