Corona, Mauro - La casa dei sette ponti

Spilla

Active member
Per la mia iniziazione a Corona sono andata acuta, e ho preso in biblioteca questa fiaba da 61 pagine che si legge in mezz'ora.
È la storia di un ricco produttore di stoffe di prato che ha abbandonato il suo paese appena diciottenne, per far fortuna. Misteriosamente attratto da una casa in rovina all'imbocco di una stretta vallata, dovrà, per accedervi, attraversare un misterioso percorso di consapevolezza.

Il mio commento è... mah!:boh:
(Gli spoiler sono scritti in bianco)
Non che sia stata una lettura sgradevole, per carità. Ma una specie di (ingenuo?) mix di temi fiabeschi, riti iniziatici, cammini di purificazione messi un po' a casaccio, per arrivare a (spoiler) a un lieto fine buonista e banalotto. Davvero non me l'aspettavo. Pensavo di trovare un autore arrabbiato e amaro, una denuncia contro la corruzione del mondo. Invece il tema è una riconciliazione (tardiva) con mamma e papà :paura:
Deludente.
 

Nefertari

Active member
Il primo libro di Corona che leggo e ho qualche difficoltà ad esprimere un giudizio. Mi aspettavo un racconto di montagna e invece è una storia fantasiosa e surreale che però mi ha colpito. Leggerò sicuramente dell'altro di questo autore così da potermi fare un'idea più precisa.
 
Alto