Altieri, Alan D. - L'eretico

Roberto

New member
Tenebre. Non esiste altro nella Germania dell'anno Domini 1630. Carestia, morte, pestilenza provocate da una guerra che sembra eterna. Ma nemmeno questo bagno di sangue ferma Reinhardt Heinrich von Dekken, Principe di Turingia, uno dei nobili cattolici più potenti e temuti del Sacro Romano Impero della Nazione Germanica. Quello di Reinhardt, uomo nel cui passato grava un incubo che rifiuta di dissiparsi, è un disegno di potere destinato a sconfiggere il tempo. Nel perseguirlo, Reinhardt non ha esitazioni. Eppure, come in una profezia dell'Apocalisse, il suo destino è inesorabilmente legato a quello di un guerriero senza nome, enigmatico e letale: un eretico in nero che di Reinhardt sembra l'antitesi assoluta. Primo dei volumi della trilogia di Magdeburg, questo romanzo è un affresco gotico immerso nell'oscurità della guerra dei Trent'anni, illuminato da bagliori apocalittici e dalla figura del suo protagonista, il "viandante in nero".

Primo libro della trilogia di MGDEBURGO.
l'deale prosieguo di "Q" (Luther Blissett)

...il viandante in nero riprese ad avanzare. e adesso c'era qualcosa d'altro a invadere il vento.
Fiamme.
E cenere.
Torce, molte torce. Pulsavano oltre la pioggia, oltre i vapori lividi che si levavano dalla strada. Forme solo vagamente umane si muovevano tra i bulbi infuocati. A ogni loro movimento, campanelle invisibili tintinnavano. Le forme erano chiuse in palandrane grigie, la parte inferiore della faccia protetta da maschere a forma di becco. Parevano corvi deformi. A tutti gli effetti, lo erano. Mietitori della morte, predatori del morbo.
Monatti. :OO :OO :OO
Come le ciliegie :sbav: un libro tira l'altro.....:D
 
Ultima modifica:

Alfredo_Colitto

scrittore
Alan D. Altieri è considerato il maestro del thriller apocalittico. La trilogia di magdeburg è una delle sue opere migliori (soprattutto il primo volume, l'eretico) ma agli appassionati consiglio anche città oscura e città d'ombre.
PS Alan D. è uno pseudonimo. l'ha assunto quando faceva lo sceneggiatore a hollywood, e poi se l'è dovuto tenere perché ormai era noto con quel nome.
 

sun

b
essendo molto tentato dall'argomento oggi ho preso (tutti edizione TEA)
l'eretico
la furia
e anche ...città oscura (solo perchè l'avete definito IL LIBRO :) )

a breve, dopo aver finito le ciliegie della Fallaci, mi immergerò in sta lettura (sperando che intanto pure il terzo libro della trilogia esca in versione tea)
 

sun

b
appena finito.
Sicuramente un buon libro, un gran bel romanzo storico. L'unica stonatura , almeno per me, il linguaggio certe volte troppo marcato ... esempio: invece che dire "il buio della notta" l'autore scrive " il putrido nero colante che circonda i corpi assetati di luce" , mi son spiegato ? :)
Adesso inizio il secondo "la furia" ... chissà quanti anni aspetterò per poi leggere il terzo capitolo finale visto che l'attendo in formato TEA
 

Lisistrata

New member
mmmpppffff, non lo aggiungo alla wishlist solo perchè è il primo di una trilogia, ed io sono tendenzialmente allergica alle serie (mi ha beccato Luk'nianenko alle spalle, ma è l'ultimo)
per il resto il tema mi è caro
 

sun

b
mmmpppffff, non lo aggiungo alla wishlist solo perchè è il primo di una trilogia, ed io sono tendenzialmente allergica alle serie
anch'io non amo ASSOLUTAMENTE le sagre . Prefrisco un unico libro da 2000 pagine (per esempio) invece che quattro da 500 ... però stavolta ci sono caduto e quindi pago pegno.
 

Alfredo_Colitto

scrittore
anch'io non amo ASSOLUTAMENTE le sagre.

Vieni alla sagra del tortellino di Pianoro, vedrai che cambierai idea!!

Scherzi a parte, anch'io non amo i libri in serie. però se sono trilogie in cui ciascun romanzo arriva a una fine soddisfacente, non ho problemi. Stasera intervisterò Licia Troisi proprio su questo argomento...
 

gatsu76

New member
Trovo questa serie (e in particolare questo libro) stupenda.. Trama classica ma avvinciente, personaggi non stereotipati,vivi.. ricostruzione storica maniacale, descrizione dei combattimenti cinematografica (alla Altieri proprio).. tutto affascina e coinvolge..

ciò che sconvolge di questa serie è la sua crudelta, il suo nichilismo, la spietatezza dell'essere umano che ne diviene l'elemento caratterizzante.. pochi sono i personaggi positivi, e quasi tutti sono "fuori dal sistema", sono "diversi", sono coloro che nn si piegano ai soprusi ma che combattono per quello in cui credono... e poi c'è la guerra, la VERA protagonista della serie in tutte le sue forme..

Per Altieri la vita è conflitto.. non solo storico (la Guerra dei 30 anni, periodo folle e demente) ma anche esistenziale.. Stark che lotta con il suo passato, Mikla a cui viene donata nuova vita, Colonna che emerge come unica figura positiva di un clero corrotto.. e tutti gli altri.. le persone devono combattere, chi si rassegna è vittima..

tanti sono i temi che si possono leggere in questa opera con consiglio vivamente a tutti. Un pugno nello stomaco, un visione cruda e disincantata venata da un romanticismo segreto.. da cogliere come momento di pace in quella guerra che è l'esistenza

Ciao
Luca
 

gatsu76

New member
Non lo so, onestamente La furia chiude splendidamente tutta la storia, lo trovo assolutamente ottimo.. però l'incipit folgorante dell'eretico è secondo me incredibile, in pochi capitoli si racchiude tutto quello che verrà sviluppato nella trilogia.. a livello emotivo onestamente l'eretico rimane il mio preferito (anche se di poco eh :mrgreen:)

ciao
Luca
 

gatsu76

New member
sicuramente si, ormai il grosso l'hai letto :D

cmq gli aspetti che elencavo sopra nei primi capitoli (fino al salvataggio di Mikla insomma) ci sono già tutti.. ovviamente poi vengo sviluppati ed ampliati.. ma le tematiche portanti vengono sempre accennate da Altieri (almeno nei libri che ho letto finora) già dai primi capitoli..

ciao
Luca
 
Alto