Premio Strega

Fonte: Wikipedia



[*]1981 - Umberto Eco, Il nome della rosa - Bompiani
[/LIST]
  • 1982 - Goffredo Parise, Sillabario n.2 - Mondadori
  • 1983 - Mario Pomilio, Il Natale del 1833 - Rusconi
  • 1984 - Pietro Citati, Tolstoj - Longanesi
  • 1985 - Carlo Sgorlon, L'armata dei fiumi perduti - Mondadori
  • 1986 - Maria Bellonci, Rinascimento privato - Mondadori
  • 1987 - Stanislao Nievo, Le isole del paradiso - Mondadori
  • 1988 - Gesualdo Bufalino, Le menzogne della notte - Bompiani
  • 1989 - Giuseppe Pontiggia, La grande sera - Mondadori
  • 1990 - Sebastiano Vassalli, La chimera - Einaudi
  • 1991 - Paolo Volponi, La strada per Roma - Einaudi
  • 1992 - Vincenzo Consolo, Nottetempo, casa per casa - Mondadori
  • 1993 - Domenico Rea, Ninfa plebea - Leonardo
  • 1994 - Giorgio Montefoschi, La casa del padre - Bompiani
  • 1995 - Mariateresa Di Lascia, Passaggio in ombra - Feltrinelli
  • 1996 - Alessandro Barbero, Bella vita e guerre altrui di Mr. Pyle, gentiluomo - Mondadori
  • 1997 - Claudio Magris, Microcosmi - Garzanti
  • 1998 - Enzo Siciliano, I bei momenti - Mondadori
  • 1999 - Dacia Maraini, Buio - Rizzoli
  • 2000 - Ernesto Ferrero, N. - Einaudi
  • 2001 - Domenico Starnone, Via Gemito - Einaudi
  • 2002 - Margaret Mazzantini, Non ti muovere[/I] - Mondadori

  • 2003 - Melania G. Mazzucco, Vita - Rizzoli
  • 2004 - Ugo Riccarelli, Il dolore perfetto[/I] - Mondadori

  • 2005 - Maurizio Maggiani, Il viaggiatore notturno - Feltrinelli
  • 2006 - Sandro Veronesi, Caos Calmo - Bompiani (la Costituzione Italiana conquista il "Premio Strega Speciale")
  • 2007 - Niccolò Ammaniti, Come Dio comanda[/I] - Mondadori.

  • 2008 - Paolo Giordano, La solitudine dei numeri primi[/I] - Mondadori
    2009 Tiziano Scarpa - Stabat Mater
    2010 Antonio Pennacchi - Canale Mussolini



Un mio personale podio dei premi Strega da me letti (in grassetto) negli ultimi 30 anni:

1. Il nome della rosa di Eco

2. Bella vita e guerre altrui di mr Pyle gentiluomo di Barbero

3. Le menzogne della notte di Bufalino ex aequo con Vita di Melania Mazzucco.
 
Alto