Sepulveda, Luis - Diario di un killer sentimentale

Sabry0209

New member
Romanzo breve ma intenso, nel quale Sepulveda racconta la storia di un killer professionista molto scrupoloso, abile nel seguire gli incarichi, molto richiesto e ben pagato, che però commette un grave errore: si innamora di una ragazza. Lei lo tradisce e da lì lui compirà gravi errori nell'ambito del suo lavoro...

La storia è molto intrigante, il finale inaspettato...
Divertente, pungente e un pò volgare
A me è piaciuto molto!
:YY

Voi che ne pensate?
Ciao a tutti!
 
Ultima modifica:

risus

New member
70 paginette che volano via veloci, un noir delicato, divertente e appassionante, un thriller deliziosamente ironico.:wink:

Il protagonista è un killer ma nonostante la professione ci si affeziona a questo efferato criminale, gli si vuole bene sin da subito, anche se non sapremo mai come si chiama, nè lui nè tantomeno il suo alter ego riflesso nello specchio:mrgreen: d'altra parte è un professionista e deve passare inosservato, vivere nell'anonimato quanto più è possibile...:wink:
Non si sa perchè ci si affezioni a lui, succede involontariamente e forse inevitabilmente... forse perchè è ormai prossimo alla pensione :)mrgreen::mrgreen::mrgreen:) o perchè è un tantino sfortunato ultimamente, nel lavoro come in amore... o forse soltanto perchè è un sentimentale...
Il racconto diventa presto un viaggio in giro per il mondo all'inseguimento della vittima predestinata, l'incarico lo chiama il nostro killer, un viaggio solitario in cui a far compagnia al nostro nuovo amico ci sono solo bicchierini di gin e tassisti :)mrgreen::mrgreen::mrgreen:)... e se va bene qualche signorina a pagamento... un viaggio che ci sorprende spesso col sorriso sulle labbra e ci porta ad un finale con colpo di scena nel colpo di scena...
davvero bellino...
:wink:
 

white89

InLove Member
Una lettura veloce e scorrevole, non è proprio il mio genere ma mi è piaciuto!

Vero quanto dice Risus..cioè che è impossibile non affezionarsi a questo super delinquente che si scola litri di gin per dimenticare la sua "gran **** francese"!

Lo consiglio anche se nel finale è un po' spiazzante..ma quando si è professionisti!!!! :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
 

stellonzola

foolish member
avete ragione: anche io mi sono affezionata subito! E' strano vero?
Più che sull'orlo del pensionamento mi dava l'impressione fosse sull'orlo della redenzione....
Comunque libro veloce e carino.
 

Minerva6

Monkey *MOD*
Membro dello Staff
Letto in pochissimo tempo nel pomeriggio di sabato scorso.Carino e divertente.
Non sono rimasta del tutto stupita dal finale,perchè avevo immaginato cosa sarebbe accaduto (mi riferisco a cosa si ritroveranno ad avere in comune il killer e la sua vittima-non dico di più,per non togliere il gusto della lettura :wink:);però la fine me l'aspettavo diversa poiché il killer aveva deciso di andare in pensione... :roll:.Ma poi riflettendoci,è stata la giusta conclusione della sua carriera.
 

Meri

Viôt di viodi
Dopo aver letto questo me li sono letti quasi tutti quelli di Sepulveda. Molto bello.
 

SeRena!

New member
:wink:
mi ha fatto compagnia una mattina.
devo dire che seppur piccolo l'ho apprezzato davvero molto!
 

Clik

New member
L' ho finito di leggere proprio in questi giorni e, scusate ragazzi, ma non sono riuscito a vederci tutta questa bellezza.

Già dopo qualche pagina si capisce che lui l'ha incontrerà in Messico avendo a che fare in qualche modo con "l'incarico".
Poi il titolo, visto il finale, non mi sembra proprio molto sentimentale.
Ma anche all'inizio quando lei poco dopo lo abbandona mi sembra che va subito con una prostituta, cosa ci sia di sentimentale.............un sentimento che stà fermo nella sua testa ma non nel suo cuore forse.

Magari sono io che non l'ho capito, ma non mi è proprio piaciuto.

Sono daccordo invece sulla bravura della scrittura scorrevole e intensa, ma la storia proprio no.

Ciao.:D:wink:
 

velmez

New member
l'ho letto in un'retta oggi pomeriggio! è davvero molto bello! Sepulveda ha la capacità di essere conciso, e cogliere il punto con pochi ma giusti dettagli.
Bellissimo e il finale è davvero triste!
secondo me merita un 5!
 

Kylix

New member
Sarò una voce fuori dal coro, ma mi sono piaciuti solo pochi elementi e la storia nel complesso mi ha lasciato quasi indifferente: ho apprezzato il personaggio del protagonista, e l'impostazione del diario col narratore in prima persona, ma la storia poteva svilupparsi meglio ed essere più coinvolgente, e il finale vuole essere imprevedibile, ma mi è risultato invece banale. Magari la brevità del racconto ha contribuito, non so.
 

Athana Lindia

Πάντα ρει
lettura velocissima, davvero breve. mi piace l'impostazione da diario. forse la brevità è una pecca, perchè tutto si condensa in poche pagine, ma è sufficiente a catturare l'interesse. e c'è anche un pizzico di volgarità, ma mai esagerata. tutto sommato piacevole.
 

Cocci

New member
Un piacevole racconto lungo, mi è piaciuta l'idea di base anche se sembra sviluppata in maniera frettolosa (o forse era proprio questa l'intenzione dell'autore, come a voler rendere l'idea di un personaggio che non riflette troppo ma agisce rapidamente..). Il finale è abbastanza prevedibile a dire il vero, nel complesso comunque è una lettura gradevole, poco impegnativa.
 
Alto