Ellis, Bret Easton - American Psycho

missjò

New member
immancabile romanzo !!!:sbav:

probabilmente la trama sarà da molti conosciuta grazie al film ben riuscito...ma il libro (come sempre) è proprio bello.

ovviamente nn mancano le scene violente alcune addirittura troppo, quasi da voler intervenire per fermare quelle brutalità, ma secondo me il vero lato inquietante sta nascosto tra le righe, tra le descrizioni lunghe pagine e pagine degli abiti alla moda, dei biglietti da visita, dei prodotti cosmetici... il vero mostro è generato dalla società ed essa stessa alla fine lo ripudia nn prendendolo in considerazione.

A chi è forte di stomaco ne consiglio vivamente la lettura!:wink:
 
Ultima modifica di un moderatore:

saetia

kollaps!
immancabile romanzo !!!:sbav:

secondo me il vero lato inquietante sta nascosto tra le righe, tra le descrizioni lunghe pagine e pagine degli abiti alla moda, dei biglietti da visita, dei prodotti cosmetici... il vero mostro è generato dalla società ed essa stessa alla fine lo ripudia nn prendendolo in considerazione.

:

..esatto.. sono perfettamente d'accordo.. il punto forte del libro è proprio il dualismo del protagonista.. che mostra un'attenzione maniacale nella cura della propria estetica..ogni singolo prodotto che utilizza viene descritto nei minimi dettagli...e poi..arriva l'esplosione di sangue a cui si abbandona con le sue sventurate vittime.. in cui emerge anche qui l'attenzione per ogni singola pratica.. che viene eseguita alla perfezione..

...quando lessi dell'utilizzo del ratto nella tortura stavo per vomitare.. satanico abbestia...TUNZZZ
 

_david

New member
In effetti la parte del ratto è raccapricciante. Anche se, a livello pulp, forse Irvine Welsh è ancora più crudo (provare Il lercio per credere).

Comunque il migliore di Ellis per me rimane Glamorama (in cui c'è un piccolo cameo di Bateman).
 

Vesper

New member
Mi sembrava strano che non esistesse una discussione relativa a questo romanzo, finalmente qualcuno ha riempito questo buco :D
Ho letto il libro dopo aver visto il film e mi è piaciuto molto. E' incredibile, è esattamente come me lo aspettavo dal film, solo molto più macabro (tant'è che alcune descrizioni non sono stata in grado di leggerle e ho dovuto proseguire oltre nella lettura). Il personaggio di Bateman è affascinante tanto nel libro quanto nel film e lo stile con cui è scritto il libro è davvero unico, sarebbe riconoscibile anche tra cento libri. Ora vorrei leggere altro di Ellis, ho letto pareri positivi a proposito di Le regole dell'attrazione e di Meno di zero, ma ogni consiglio è ben accetto.
 

_david

New member
Mi sembrava strano che non esistesse una discussione relativa a questo romanzo, finalmente qualcuno ha riempito questo buco :D
Ho letto il libro dopo aver visto il film e mi è piaciuto molto. E' incredibile, è esattamente come me lo aspettavo dal film, solo molto più macabro (tant'è che alcune descrizioni non sono stata in grado di leggerle e ho dovuto proseguire oltre nella lettura). Il personaggio di Bateman è affascinante tanto nel libro quanto nel film e lo stile con cui è scritto il libro è davvero unico, sarebbe riconoscibile anche tra cento libri. Ora vorrei leggere altro di Ellis, ho letto pareri positivi a proposito di Le regole dell'attrazione e di Meno di zero, ma ogni consiglio è ben accetto.
Glamorama è anche meglio di American Psycho (parere personale).

Meno di zero è il primo romanzo scritto da Elllis (una sorta di tesi universitaria) e forse è ancora un pò acerbo (anche se si intuiscono già le potenzialità di Ellis). Le regole dell'attrazione è forse quello che mi è piaciuto meno di tutti. In conclusione: prendi Glamorama (occhio che anche questo è fortino in alcuni punti) :wink:

E se ti piace Ellis prova anche Welsh :)
 

Vesper

New member
Grazie per i consigli, mi butterò su Glamorama allora :wink:
Welsh lo conosco e mi piace molto, anche se fino ad ora ho letto solo 2 libri. Comunque anche io lo consiglio sempre a chi mi chiede qualche autore da leggere ad ogni costo :D
 

ayla

+Dreamer+ Member
E' già da un pò che avevo addocchiato qst libro in libreria, dopo queste recensioni positive sarà uno dei miei prox acquisti!!!:mrgreen:
 

fabiog

New member
L'ho letto anni fà e mi ricordo che mi era piaciuto tantissimo.Tra l'altro quando era uscito aveva suscitato polemiche per le scene di violenza descritte e la misoginia dominante,in realtà leggendolo si vede come l'autore abbia voluto descrivere la decadenza di una società negli anni 80.Molto bello l'uso che Ellis fà della minuziosa descrizione dei vestiti e delle creme usate,mi ricordo che il particolare che mi aveva colpito è come i vari personaggi non hanno una descrizione della loro personalità,se c'è è minima,vengono descritti solo in misura del vestito che indossano o del profumo o della macchina e cosi vià,segno di una società dove ti caratterizza quello che hai e non quello che sei(purtroppo non è ancora passata).Questo tipo di descrizione serve a spersonalizzare di identità i personaggi tanto è vero che lo stesso protagonista verso la fine,spero di ricordare bene,è convinto di aver ucciso uno che poi rivede quindi restiamo con il dubbio se ormai sono tutti uguali oppure se lui stesso sogna di uccidere.In un certo senso l'ho trovato anche malinconico proprio per quest'ambiente spersonalizzato descritto
 

alex80

New member
Io l'ho letto un anno fa, ed ho conservato un ottimo ricordo di ellis.
Impeccabile nelle minime descrizioni di creme ed oggettini, dei migliori negozi di manhattan....o dei ristoranti esclusivi dove per prenotare un tavolo c'è davvero da sudare!!
certamente uno stile molto originale !TUNZZZ

Sempre dopo aver letto il libro preferisco vedere il film:wink:
 

alelavampira

New member
io li ho letti tutti di Ellis e devo dire che American psycho sarà anche il più conosciuto ma non credo che sia anche il più bello... Personalmente considero Glamorama e Le regole dell'attrazione. e se proprio devo dire la mia credo che il film tratto da American Psycho sia proprio brutto, mentre il film tratto da Le regole dell'attrazione è fatto bene. Gli attori sono validi e la regia è intrigante...ve lo consiglio!

ps. e poi vedere l'attore che faceva Dawson in Dawson Creek che interpreta una storia di Ellis...NON HA PREZZO! ;)
 

_david

New member
io li ho letti tutti di Ellis e devo dire che American psycho sarà anche il più conosciuto ma non credo che sia anche il più bello... Personalmente considero Glamorama e Le regole dell'attrazione. e se proprio devo dire la mia credo che il film tratto da American Psycho sia proprio brutto, mentre il film tratto da Le regole dell'attrazione è fatto bene. Gli attori sono validi e la regia è intrigante...ve lo consiglio!

ps. e poi vedere l'attore che faceva Dawson in Dawson Creek che interpreta una storia di Ellis...NON HA PREZZO! ;)
Sì in effetti il film di American Psycho non è il massimo.

Forse si salva solo questa scena http://www.youtube.com/watch?v=cUFRfOefEMA

Il film su Le regole dell'attrazione è carino ma nulla di più, sull'attore di Dawson Creek no comment :rolleyes:

Comunque quoto Glamorama :wink:
 

Brethil

Owl Member
Avevo proposto la lettura di questo libro per il GdL, dopo averlo letto posso dirmi felice del fatto che non abbia vinto perchè credo che molti di voi mi avrebbero odiata :mrgreen:
Arrivare alla fine non è stato semplice per via di alcune descrizioni vomitevoli e per il sadismo che scorre a fiumi, però nonostante ciò mi è piaciuto molto.
Già il titolo dice molto, American Psycho. Il protagonista incarna alla perfezione il tipico uomo di successo americano anni '80: cura maniacale delle apparenze attraverso estenuanti sedute in palestra e frequenti visite dall'estetista; terrore dell'AIDS e molta confusione sulle modalità di trasmissione; avversione verso chi non veste firmato; poca o nulla considerazione della donna se ella non è una "corpoduro"; totale dipendenza da droghe e farmaci.
Mi han fatto sorridere le parti in cui qualcuno parla al protagonista e Bateman infila nel discorso frasi sui suoi intenti omicidi e l'altro nemmeno se ne accorge, preso com'è da sè stesso e da ciò che sta raccontando.
Veramente un bell'affresco su una tipologia di individui che possiamo ritrovare anche nella società a noi contemporanea, uomini di potere con una doppia vita piena di marciume.
 

Mizar

Alfaheimr
Avevo proposto la lettura di questo libro per il GdL, dopo averlo letto posso dirmi felice del fatto che non abbia vinto perchè credo che molti di voi mi avrebbero odiata :mrgreen:
Arrivare alla fine non è stato semplice per via di alcune descrizioni vomitevoli e per il sadismo che scorre a fiumi, però nonostante ciò mi è piaciuto molto.
Già il titolo dice molto, American Psycho. Il protagonista incarna alla perfezione il tipico uomo di successo americano anni '80: cura maniacale delle apparenze attraverso estenuanti sedute in palestra e frequenti visite dall'estetista; terrore dell'AIDS e molta confusione sulle modalità di trasmissione; avversione verso chi non veste firmato; poca o nulla considerazione della donna se ella non è una "corpoduro"; totale dipendenza da droghe e farmaci.
Mi han fatto sorridere le parti in cui qualcuno parla al protagonista e Bateman infila nel discorso frasi sui suoi intenti omicidi e l'altro nemmeno se ne accorge, preso com'è da sè stesso e da ciò che sta raccontando.
Veramente un bell'affresco su una tipologia di individui che possiamo ritrovare anche nella società a noi contemporanea, uomini di potere con una doppia vita piena di marciume.
Hai visto il film? La scena dei biglietti di presentazione è divertentissima :mrgreen:

Per il resto: un mio amico mi costrinse a leggerlo. Non mi è piaciuto: troppo compiaciuto l'autore e poco originale il tutto. Preferisco Le regole dell'attrazione
 

asiul

New member
Hai visto il film? La scena dei biglietti di presentazione è divertentissima :mrgreen:

Per il resto: un mio amico mi costrinse a leggerlo. Non mi è piaciuto: troppo compiaciuto l'autore e poco originale il tutto. Preferisco Le regole dell'attrazione

Tutto il film è divertentissimo.:mrgreen:Per il libro, trovo decisamente migliore la sua trasposizione cinematografica:wink:
 

Brethil

Owl Member
Vidi il film appena uscito al cinema, quindi non me lo ricordo granchè. Rimedierò presto :)

Il libro può non piacere, però non capisco perchè lo difinisci come poco originale Mizar.
Non ti facevo tipo da cedere alle insistenze altrui sulle letture da scegliere :mrgreen:
 

Mizar

Alfaheimr
Vidi il film appena uscito al cinema, quindi non me lo ricordo granchè. Rimedierò presto :)

Il libro può non piacere, però non capisco perchè lo difinisci come poco originale Mizar.
Non ti facevo tipo da cedere alle insistenze altrui sulle letture da scegliere :mrgreen:
Lo reputo poco originale perché mi sembra un Pynchon o giù di lì con tanto talento in meno. Probabilmente mi sbaglierò, ma la penso così :wink:



Non ti facevo tipo da cedere alle insistenze altrui sulle letture da scegliere :mrgreen:
Il mio amico è il mio amico :W
 
Alto