Benvenuti nel forumlibri
la community dei lettori italiani cultura e letteratura


Benvenuti nella community degli amanti dei libri, della letteratura e cultura. In forumlibri si discute di:
 » libri, arte, cultura, letteratura e Bellezza
 » cinema: recensioni di film e registi;
 » salotto letterario: letteratura, case editrici, nuovi autori, etc;
 » sociale: trova nuovi amici e nuovi contatti.

iscriviti R E G I S T R A T I al forumlibri

Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni del forumlibri e la navigazione sarà più veloce. Per comunicazioni, commenti o altro: info@forumlibri.com

    Buona navigazione!

Pagina 5 di 6 PrimoPrimo 123456 UltimoUltimo
Mostra risultati da 61 a 75 di 78

Discussione: 4° Reading Challenge di Forumlibri (2019) - Preparazione lista

  1. #61
    Senior Member
    Data registrazione
    Nov 2009
    Località
    prov. di Milano
    Messaggi
    5687
    Inserimenti nel blog
    1
    Thanks Thanks Given 
    2008
    Thanks Thanks Received 
    1253
    Thanked in
    826 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da alessandra Vedi messaggio
    Concordo su Patria. La proposta del romanzo corale è stata mia, ma in realtà non so bene cosa voglia dire
    Avevo in mente un romanzo con tanti personaggi oppure a più voci, in questo secondo caso se hai voglia di scervellarti potresti cimentarti con Faulkner (L'urlo e il furore o Mentre morivo), credimi, ne vale la pena, oppure, cambiando completamente genere, a me era piaciuto molto Madre del riso di Rani Manicka, ma forse a te non piacerebbe
    Questo/a Manika per me è uno sconosciuto, ma prendo nota

  2. 1.5 ADS
    ADV Bot
    Esperto banner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre

  • #62
    dreamer member
    Data registrazione
    Dec 2014
    Località
    Provincia di Lecce
    Messaggi
    1933
    Inserimenti nel blog
    44
    Thanks Thanks Given 
    1206
    Thanks Thanks Received 
    1026
    Thanked in
    632 Posts

    Predefinito

    Per il romanzo corale mi viene in mente Wilkie Collins, in particolare "La pietra di luna" o "La donna in bianco"! Per il romanzo epistolare, anche "Storia di una capinera" di Verga... o "Che tu sia per me il coltello"... o anche una raccolta di lettere, per esempio "Lettere contro la guerra" di Terzani che io conto di leggere, o "Lettere a Milena" di Kafka (scusate se ho scritto male), "Lettere a Lucillio" di Seneca che va bene anche per il libro di letteratura latina... "Lettere di Jacopo Ortis"... ce n'è un'infinità!

  • The Following 2 Users Say Thank You to estersable88 For This Useful Post:


  • #63
    Senior Member
    Data registrazione
    Jul 2011
    Messaggi
    6153
    Thanks Thanks Given 
    630
    Thanks Thanks Received 
    1167
    Thanked in
    647 Posts

    Predefinito

    Adoro i romanzi corali! Oltre a Faulkner suggerito da alessandra, posso citarvene altri: La casa del silenzio e Il mio nome è rosso di Pamuk e molti dei romanzi di Yehoshua ad esempio L'amante, Il signor Mani, Un divorzio tardivo.
    Ultima modifica di ayuthaya; 12-22-2018 alle 10:06 AM.

  • The Following 3 Users Say Thank You to ayuthaya For This Useful Post:


  • #64
    Senior Member
    Data registrazione
    Nov 2009
    Località
    prov. di Milano
    Messaggi
    5687
    Inserimenti nel blog
    1
    Thanks Thanks Given 
    2008
    Thanks Thanks Received 
    1253
    Thanked in
    826 Posts

    Predefinito

    Visto che siete tutte molto generose, chiedo ancora indicazioni, perché davvero sono in crisi con
    • thriller (no, ma davvero... non ho mai capito la distinzione tra thriller, noir, gialli, giallo-psicologico...chiedo lumi)
    • comici (altro genere che non frequento...)
    • libri che parlano di passeggiate (Minerva, ma che mi combini?...)
    • libri con un animale protagonista



    Ecco, se qualcuno volesse illuminarmi...

  • #65
    dreamer member
    Data registrazione
    Dec 2014
    Località
    Provincia di Lecce
    Messaggi
    1933
    Inserimenti nel blog
    44
    Thanks Thanks Given 
    1206
    Thanks Thanks Received 
    1026
    Thanked in
    632 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Spilla Vedi messaggio
    Visto che siete tutte molto generose, chiedo ancora indicazioni, perché davvero sono in crisi con
    • thriller (no, ma davvero... non ho mai capito la distinzione tra thriller, noir, gialli, giallo-psicologico...chiedo lumi)
    • comici (altro genere che non frequento...)
    • libri che parlano di passeggiate (Minerva, ma che mi combini?...)
    • libri con un animale protagonista



    Ecco, se qualcuno volesse illuminarmi...
    Provo (provo soltanto) a risponderti sui thriller: la differenza è sottile, ma c'è. Il genere è il poliziesco e comprende tutti gli altri sottogeneri. Il thriller è prettamente moderno, predomina il dinamismo e l'azione, l'attività non è conclusa ma è in divenire: l'assassino, per capirci, uccide ed ucciderà ancora mentre si indaga, il fulcro è l'indagine in sé e la bravura di chi indaga; rientra fra le caratteristiche fondamentali il fattore "tempo"... è una lotta contro il tempo quella fra poliziotto e killer, per forza di cose il ritmo deve essere incalzante e l'azione ancora in corso. Di solito il thriller si contraddistingue per l'uso di una buona dose di tecnicismi; a seconda dell'argomento trattato e del tipo di indagine distinguiamo legal thriller (Carofiglio, qualcuno di Deaver) dove il punto di vista è quello dell'avvocato o del giudice; chyber thriller che sono ha a che fare con crimini informatici (Profondo blu di Deaver, ma anche Ziccardi o Cripto di Dan Brown), medical thriller (dove il punto di vista è quello dell'indagine medica); thriller psicologico in cui il crimine è connesso ad un disturbo della personalità del killer, in estrema sintesi (Dorn, alcuni di Deaver come la figlia sbagliata, anche Fiori sopra l'inferno della Tuti), e una serie di altri sottogeneri.
    Il giallo ha certamente un ritmo più lento, è più riflessivo, vi si trovano meno tecnicismi ed ha origini nell'Ottocento e primo Novecento, ma anche oggi ci sono buoni esempi di narrativa gialla; di solito distinguiamo il giallo classico (Conan Doile, Christie, Van Dine, Wallace ecc.) da quello moderno (Fruttero e Lucentini, Camilleri, Alice Basso se vogliamo considerarli gialli).
    Il noir è una variante più cruda del thriller, di solito con ambientazione metropolitana. Mi vengono in mente romanzi come Dalia nera di James Ellroy o alcuni romanzi di Lemaitre. Ci sono poi autori che personalmente non riesco a classificare o per scarsa conoscenza (Carrisi) o perché i loro romanzi fanno parte di più generi (Costantini, che comunque definirei giallista sebbene i suoi siano libri sui generis).
    Stiamo comunque parlando di sottigliezze, ma la distinzione più grande è tra giallo e thriller... una volta individuato questo poi il sottogenere è relativo. Spero di essere stata chiara, la mia non è un'analisi esaustiva né "scientifica", ma amo il genere e questo è ciò che ho riscontrato leggendo.
    Ultima modifica di estersable88; 12-29-2018 alle 05:12 PM.

  • The Following 6 Users Say Thank You to estersable88 For This Useful Post:


  • #66
    Motherator
    Data registrazione
    Aug 2007
    Località
    Friuli
    Messaggi
    20911
    Inserimenti nel blog
    9
    Thanks Thanks Given 
    458
    Thanks Thanks Received 
    1489
    Thanked in
    982 Posts

    Predefinito

    per romanzo comico intendo proprio il genere comico scritto da comici e umoristi nostrani e non, ma allargo anche a tutti i romanzi considerati umoristici o divertenti in genere. Devono comunque far ridere

    prova a dare un'occhiata qua

    https://it.wikipedia.org/wiki/Catego...nzi_umoristici

  • The Following 2 Users Say Thank You to elisa For This Useful Post:


  • #67
    Non rinunciare mai
    Data registrazione
    Jan 2018
    Messaggi
    364
    Thanks Thanks Given 
    218
    Thanks Thanks Received 
    162
    Thanked in
    116 Posts

    Predefinito

    Anche io ho qualche difficoltà col comico.

    Per quanto riguarda la mia proposta sull'animale protagonista, ho specificato appositamente che non deve essere perforza il principale. Un titolo potrebbe essere ad esempio "Io e Marley", oppure questi che ho trovato con una semplicissima ricerca su Google (ne dava anche altri). https://libreriamo.it/libri/5-libri-...-protagonista/

  • The Following 2 Users Say Thank You to LettriceBlu For This Useful Post:


  • #68
    *MOD* Monkey Member
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    in Campania,ma vicino al Lazio
    Messaggi
    16083
    Thanks Thanks Given 
    2036
    Thanks Thanks Received 
    1778
    Thanked in
    1216 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Spilla Vedi messaggio
    Visto che siete tutte molto generose, chiedo ancora indicazioni, perché davvero sono in crisi con
    • libri che parlano di passeggiate (Minerva, ma che mi combini?...)
    Tu lo sai che adoro passeggiare .
    Per ora te ne dico solo 2, che ho letto da poco (te li consiglio entrambi, il primo è anche breve) :
    La passeggiata di Walser
    Le passeggiate del sognatore solitario di Rousseau

  • The Following 2 Users Say Thank You to Minerva6 For This Useful Post:


  • #69
    Senior Member
    Data registrazione
    Nov 2009
    Località
    prov. di Milano
    Messaggi
    5687
    Inserimenti nel blog
    1
    Thanks Thanks Given 
    2008
    Thanks Thanks Received 
    1253
    Thanked in
    826 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da estersable88 Vedi messaggio
    Provo (provo soltanto) a risponderti sui thriller: la differenza è sottile, ma c'è. Il genere è il poliziesco e comprende tutti gli altri sottogeneri. Il thriller è prettamente moderno, predomina il dinamismo e l'azione, l'attività non è conclusa ma è in divenire: l'assassino, per capirci, uccide ed ucciderà ancora mentre si indaga, il fulcro è l'indagine in sé e la bravura di chi indaga; rientra fra le caratteristiche fondamentali il fattore "tempo"... è una lotta contro il tempo quella fra poliziotto e killer, per forza di cose il ritmo deve essere incalzante e l'azione ancora in corso. Di solito il thriller si contraddistingue per l'uso di una buona dose di tecnicismi; a seconda dell'argomento trattato e del tipo di indagine distinguiamo legal thriller (Carofiglio, qualcuno di Deaver) dove il punto di vista è quello dell'avvocato o del giudice; chyber thriller che sono ha a che fare con crimini informatici (Profondo blu di Deaver, ma anche Ziccardi o Cripto di Dan Brown), medical thriller (dove il punto di vista è quello dell'indagine medica); thriller psicologico in cui il crimine è connesso ad un disturbo della personalità del killer, in estrema sintesi (Dorn, alcuni di Deaver come la figlia sbagliata, anche Fiori sopra l'inferno della Tuti), e una serie di altri sottogeneri.
    Il giallo ha certamente un ritmo più lento, è più riflessivo, vi si trovano meno tecnicismi ed ha origini nell'Ottocento e primo Novecento, ma anche oggi ci sono buoni esempi di narrativa gialla; di solito distinguiamo il giallo classico (Conan Doile, Christie, Van Dine, Wallace ecc.) da quello moderno (Fruttero e Lucentini, Camilleri, Alice Basso se vogliamo considerarli gialli).
    Il noir è una variante più cruda del thriller, di solito con ambientazione metropolitana. Mi vengono in mente romanzi come Dalia nera di James Ellroy o alcuni romanzi di Lemaitre. Ci sono poi autori che personalmente non riesco a classificare o per scarsa conoscenza (Carrisi) o perché i loro romanzi fanno parte di più generi (Costantini, che comunque definirei giallista sebbene i suoi siano libri sui generis).
    Stiamo comunque parlando di sottigliezze, ma la distinzione più grande è tra giallo e thriller... una volta individuato questo poi il sottogenere è relativo. Spero di essere stata chiara, la mia non è un'analisi esaustiva né "scientifica", ma amo il genere e questo è ciò che ho riscontrato leggendo.
    Sei incredibile! Credo che l'enciclopedia britannica non sia altrettanto completa e certamente non così efficace! Mi hai aperto un mondo
    Grazie!

  • The Following User Says Thank You to Spilla For This Useful Post:


  • #70
    dreamer member
    Data registrazione
    Dec 2014
    Località
    Provincia di Lecce
    Messaggi
    1933
    Inserimenti nel blog
    44
    Thanks Thanks Given 
    1206
    Thanks Thanks Received 
    1026
    Thanked in
    632 Posts

    Predefinito

    Mi rivolgo a chi li ha letti... mi chiedevo se "Ausmerzen" e "Il mondo di Sofia" potessero essere considerati dei saggi.

  • The Following User Says Thank You to estersable88 For This Useful Post:


  • #71
    Senior Member
    Data registrazione
    Sep 2017
    Messaggi
    2073
    Thanks Thanks Given 
    4077
    Thanks Thanks Received 
    2056
    Thanked in
    1236 Posts

    Predefinito

    Li ho letti entrambi, di primo impeto direi che non sono saggi.
    Poi però ho controllato la definizione di saggio (Il saggio è uno scritto critico in prosa, a carattere scientifico o divulgativo, su un determinato argomento, come per esempio scientifico, politico, filosofico, letterario, storico, storiografico, artistico o di costume, trattato in modo non formale e di limitata estensione rispetto a scritti con una trattazione più ampia) e Ausmerzen potrebbe benissimo rientrare a pieno titolo nel saggio storico o storiografico.
    Qualche perplessità in più l'avrei per Il mondo di Sofia, in quanto un saggio filosofico me lo immagino molto diverso. E' vero però che vengono espressi concetti filosofici, seppur in modo molto semplice, perciò sono curiosa di sentire altri pareri.

    Trovo molto interessante questo confronto sui vari argomenti del Reading, che corrisponde a tanti bei suggerimenti di lettura, che magari non avremmo immaginato.

  • The Following User Says Thank You to qweedy For This Useful Post:


  • #72
    *MOD* Monkey Member
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    in Campania,ma vicino al Lazio
    Messaggi
    16083
    Thanks Thanks Given 
    2036
    Thanks Thanks Received 
    1778
    Thanked in
    1216 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da estersable88 Vedi messaggio
    Mi rivolgo a chi li ha letti... mi chiedevo se "Ausmerzen" e "Il mondo di Sofia" potessero essere considerati dei saggi.
    Io ho letto solo Il mondo di Sofia ma lo considero un romanzo, anche se tratta il tema della filosofia, perché lo fa in maniera molto scorrevole e poi c'è comunque narrata la storia della protagonista. Ricordo che mi piacque molto e lo regalai anche a mia cugina quando era ancora al liceo per farle amare di più la filosofia.

  • The Following 2 Users Say Thank You to Minerva6 For This Useful Post:


  • #73
    dreamer member
    Data registrazione
    Dec 2014
    Località
    Provincia di Lecce
    Messaggi
    1933
    Inserimenti nel blog
    44
    Thanks Thanks Given 
    1206
    Thanks Thanks Received 
    1026
    Thanked in
    632 Posts

    Predefinito

    Grazie mille ad entrambe. La domanda mi è venuta perché si tratta di due letture che vorrei affrontare e pensavo a come collocarle. Pensando ai saggi mi è venuto in mente "Una stanza tutta per sé" che ho collocato fra i saggi l'anno scorso ma che d'impeto non avrei considerato tale. Nella catalogazione delle librerie, però, lo è. Così mi è venuto il dubbio su cosa possa effettivamente rientrare fra i saggi. Concordo con Qweedy: confronto interessante davvero!

  • The Following User Says Thank You to estersable88 For This Useful Post:


  • #74
    Senior Member
    Data registrazione
    Nov 2009
    Località
    prov. di Milano
    Messaggi
    5687
    Inserimenti nel blog
    1
    Thanks Thanks Given 
    2008
    Thanks Thanks Received 
    1253
    Thanked in
    826 Posts

    Predefinito

    Cosa si fa, apriamo un nuovo 3d per la sfida? O proseguiamo su questo?

  • #75
    *MOD* Monkey Member
    Data registrazione
    Aug 2009
    Località
    in Campania,ma vicino al Lazio
    Messaggi
    16083
    Thanks Thanks Given 
    2036
    Thanks Thanks Received 
    1778
    Thanked in
    1216 Posts

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Spilla Vedi messaggio
    Cosa si fa, apriamo un nuovo 3d per la sfida? O proseguiamo su questo?
    Ho appena aperto il nuovo

  • The Following User Says Thank You to Minerva6 For This Useful Post:


  • Pagina 5 di 6 PrimoPrimo 123456 UltimoUltimo

    Discussioni simili

    1. 3° Reading Challenge di Forumlibri (2018)
      Da Minerva6 nel forum Sfide letterarie
      Risposte: 538
      Ultimo messaggio: 12-31-2018, 08:02 PM
    2. 2° Reading Challenge di Forumlibri (2017)
      Da Minerva6 nel forum Sfide letterarie
      Risposte: 527
      Ultimo messaggio: 01-02-2018, 01:51 PM
    3. Risposte: 51
      Ultimo messaggio: 12-20-2017, 12:08 AM
    4. Risposte: 77
      Ultimo messaggio: 10-24-2017, 07:38 PM
    5. 1° Reading Challenge di Forumlibri (2016)
      Da estersable88 nel forum Sfide letterarie
      Risposte: 457
      Ultimo messaggio: 01-01-2017, 04:39 PM

    Regole di scrittura

    • Tu non puoi inviare nuove discussioni
    • Tu non puoi inviare risposte
    • Tu non puoi inviare allegati
    • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
    •