Carrisi, Donato - Il tribunale delle anime

Nerst

enjoy member
Roma è battuta da una pioggia incessante. In un antico caffè, vicino a piazza Navona, due uomini esaminano lo stesso dossier. Una ragazza è scomparsa. Forse è stata rapita, ma se è ancora viva non le resta molto tempo. Uno dei due uomini, Clemente, è la guida.

L'altro, Marcus, è un cacciatore del buio, addestrato a riconoscere le anomalie, a scovare il male e a svelarne il volto nascosto. Perché c'è un particolare che rende il caso della ragazza scomparsa diverso da ogni altro. Per questo solo lui può salvarla. Ma, sfiorandosi la cicatrice sulla tempia, Marcus è tormentato dai dubbi. Come può riuscire nell'impresa a pochi mesi dall'incidente che gli ha fatto perdere la memoria? Anomalie. Dettagli.

Sandra è addestrata a riconoscere i dettagli fuori posto, perché sa che è in essi che si annida la morte. Sandra è una fotorilevatrice della Scientifica e il suo lavoro è fotografare i luoghi in cui è avvenuto un fatto di sangue. Il suo sguardo, filtrato dall'obiettivo, è quello di chi è a caccia di indizi. E di un colpevole. Ma c'è undettaglio fuori posto anche nella sua vita personale. E la ossessiona. Quando le strade di Marcus e di Sandra si incrociano, portano allo scoperto un mondo segreto e terribile, nascosto nelle pieghe oscure di Roma. Un mondo che risponde a un disegno superiore, tanto perfetto quanto malvagio. Un disegno di morte. Perché quando la giustizia non è più possibile, resta soltanto il perdono. Oppure la vendetta. Questa è la storia di un segreto invisibile...
 

Nerst

enjoy member
Uno dei pochi casi in cui lo scrittore con il suo secondo libro supera il primo.

Storia davvero enigmatica! Da leggere con molta attenzione per un racconto che riprende sprazzi del passato di identità segrete. Questo romanzo thriller entra nella psicologia dell' uomo che da buono può scegliere di diventare cattivo, a causa di torti subiti. E allora ad avere il sopravvento è il male, ma la vita può rivelarsi beffarda e trasformare il male in bene, perchè dote acquisita da altri.

Chi ha letto il suggeritore non può perdersi questo.

PS: Non a caso ho riportato in corsivo due paroline che solo chi leggerà il libro capirà.
 

darida

Well-known member
Storia davvero enigmatica! Da leggere con molta attenzione per un racconto che riprende sprazzi del passato di identità segrete. Questo romanzo thriller entra nella psicologia dell' uomo che da buono può scegliere di diventare cattivo, a causa di torti subiti. E allora ad avere il sopravvento è il male, ma la vita può rivelarsi beffarda e trasformare il male in bene, perchè dote acquisita da altri.

Chi ha letto il suggeritore non può perdersi questo.

PS: Non a caso ho riportato in corsivo due paroline che solo chi leggerà il libro capirà.

di' giuro! :mrgreen: davvero e' migliore del primo?...
Non lo perdero' assolutamente :D
 

Nerst

enjoy member
Quello che intendo dire è che difficilmente il secondo libro dello stesso scrittore supera o almeno equipara la stesura del primo. Ma questa è un' eccezione, anche perchè è passato del tempo tra il primo ed il secondo libro, il che significa che non si tende a sfruttare il successo dello scrittore come trovata pubblicitaria. Ma egli resta una garanzia.

Comunque mi sta facendo pensare molto.
 

kikko

free member
Libro davvero molto bello e intrigante. Pagina dopo pagina la storia prende forma e arrivano le risposte alle domande con un susseguirsi di intrighi e colpi di scena. L'unica cosa che non mi è piaciuta sono un paio forzature in alcuni indizi troppo fantasiosi.
Sono d'accordo con
Nerst, Per Carrisi non era facile confermarsi dopo il grande successo del suggeritore, a mio avviso ci è riuscito, tenendo fede a quelle che erano le aspettative.
Molto interessante alla fine del libro la spiegazione di Carrisi che racconta come è nato questo romanzo. Nel voto gli ho dato 4 stellette :D
 

perla

New member
Ciao a tutti.. ho finito il libro 2 h fa.. (premetto che Il Suggeritore l'ho terminato scorsa settimana ed ho immediatamente comprato questo) e mi e' piaciuto molto soprattutto perche' non e' una mera ripetizione del primo... di simile trovo solamente (e fortunatamente) il ritmo incalzante e la trama cosi' avvincente. Pero' chiedo aiuto (consigli su una chiave di lettura) a chi come me l'ha terminato.. perche' sono davvero confusa circa il finale.. continuo a ripensarci ma non sono certa di avere compreso appieno chi e' chi.. Non vorrei farvi svelare il finale a chi ancora non l'ha letto.. ma se qualcuno mi puo' dare qualche dritta.. ne sarei davvero felice :D
 

GermanoDalcielo

Scrittore & Vulca-Mod
Membro dello Staff
puoi parlarne a nerst via mp, lei lo ha letto un mesetto fa. Io lo leggerò tra una decina di giorni e ci togliamo i dubbi assieme:)
 

perla

New member
ottimo consiglio Germano..magari quando l'hai letto anche tu poi mi dirai..:??
Nerst, chissa' se hai due minuti uno di questi giorni vorrei proprio chiarire un paio di dubbi.. per ora continuo a rifletterci :??
 

GermanoDalcielo

Scrittore & Vulca-Mod
Membro dello Staff
Non sono d'accordo, la sua opera prima secondo me rimane un apice irripetibile. Questo romanzo è sicuramente avvincente, scritto benissimo e ci sono capitoli che mi hanno anche regalato un po' di strizza, letti al buio nel silenzio assoluto della casa. Ma ci sono un paio di forzature, troppe lampadine che si accendono ex abrupto nel flusso di pensieri dei protagonisti, che non sono verosimili o al massimo sono davvero al limite della credibilità. Frasi come "non poteva che essere x, l'unica spiegazione possibile era che fosse y" purtroppo sono un vizio/difetto a cui Donato indulge anche ne "il suggeritore" e da cui anche in questo romanzo non è riuscito a liberarsi. La rivelazione del "chi è veramente chi" nel finale non mi ha scosso più di tanto, mi lascia perplesso e con un enorme interrogativo. Spoiler----> il vero Shalber dell'Interpol come è sparito nel nulla? Il penitenziere che prende il suo posto, quello che contatta Sandra e ci va a letto e le sottrae la foto di Marcus, c'entra qualcosa con la sua scomparsa o ha semplicemente approfittato della situazione assumendo la sua identità? Non è forzata sta cosa, se non ripetitiva? Se il suo obiettivo era trovare il Marcus trasformista, non gli bastava pedinare Sandra dopo essersi dileguato tra i fedeli della cappella? Invece scompare proprio come personaggio a 100 pagine dalla fine. Bah, misteri della fede.
Sono un po' deluso.
Voto 3
 

Kriss

blonde member
Domani sera Carrisi presenterà questo libro presso una libreria della mia città. Non sapevo se andare, mi avete incuriosito e penso proprio che ci farò una capatina. :wink:
 

lavy

New member
Finito all'incirca da 10 minuti.. non credo di aver capito bene la storia del poliziotto dell'interpol però :W
 

luigib18

New member
Errore madornale

Sto leggendo ora questo libro ed ho notato un errore che, a molti non appassionati fotografia sarà sfuggito. Si legge che la protagonista dopo aver estratto la pellicola dalla thank l'ha messa ad asciugare mettendo il timer, ansiosa di poter accendere la luce. Non sa che la pellicola una volta fissata e lavata è del tutto insensibile alla luce e quindi può tranquillamente essere messa ad asciugare in ambiente illuminato? E poi con che criteri avrebbe messo il timer? Il tempo di asciugatura dipende da molti fattori quali temperatura ambiente, umidità ecc. Il procedimento di sviluppo non era fondamentale ai fini della trama, se proprio lo si voleva mettere dettagliatamente ci si sarebbe come minimo dovuti documentare presso qualche esperto

Luigi
 

Monica

Active member
Storia davvero enigmatica! Da leggere con molta attenzione per un racconto che riprende sprazzi del passato di identità segrete. Questo romanzo thriller entra nella psicologia dell' uomo che da buono può scegliere di diventare cattivo, a causa di torti subiti. E allora ad avere il sopravvento è il male, ma la vita può rivelarsi beffarda e trasformare il male in bene, perchè dote acquisita da altri.

Chi ha letto il suggeritore non può perdersi questo.

PS: Non a caso ho riportato in corsivo due paroline che solo chi leggerà il libro capirà.


Sono d'accordo,originale ed avvincente dalla prima all'ultima pagina
anche se sono tutti belli,ognuno a suo modo.sto aspettando il prossimo:D
 

Lauretta

Moderator
è il primo che leggo di Carrisi e l'ho trovato avvincente, ricco di suspance e molto scorrevole fino all'ultima riga che mi ha fatto esclamare "Oh cazzarola!!!!"...espresso per me dovuta alla fine di un romanzo di questo genere. Se in conclusione non mi impressiono per come si conclude il testo, vuol dire che non mi p piaciuto abbastanza.
è uno di quei libri che vorrei rileggere sapendo il finale.
bisogna leggerlo con molta attenzione perchè ci sono diversi salti temporali,
l'ho abbandonato per una settimana perchè mio marito aveva scoperto "Candy Crush Saga" e non mi lasciava più il tablet...sconsiglio di abbandonarlo per una settimana, perchè bisogna tenere un po' il filo di tutto e ogni dettaglio è importante.

Consigliato.

5/5
 

alessandra

Lunatic Mod
Membro dello Staff
Secondo me né questo né L'ipotesi del male reggono il confronto con Il suggeritore, ma vale comunque la pena di leggerli.
In questo libro c'è un'infinità di carne al fuoco che spesso confonde, non sono certa di essere riuscita a rimettere insieme tutti i pezzi ma le idee di base - sia quella del Tribunale, che esiste davvero a quanto spiega Carrisi nella postfazione :OO, sia quella legata alle motivazioni degli omicidi, sia il modo di sottolineare la labilità del confine tra bene e male - sono particolari e fantasiose.
Il libro è avvincente e mette addosso strizza quanto basta, anche se bisogna leggerlo con attenzione per non lasciar sfuggire particolari che a me certamente sono sfuggiti :mrgreen: durante la lettura non si capisce proprio dove voglia andare a parare ma le pagine finali per me sono strepitose e valgono la lettura!
 

LazyCat

New member
Ciao a tutti, sono una nuova utente del forum. Ho iniziato solo ora a leggere i libri di Carrisi, fino ad adesso ho letto Il Suggeritore, L'Ipotesi del male, Il tribunale delle anime ed un estratto de La ragazza nella nebbia. Il mio preferito fra quelli letti finora è senza dubbio Il tribunale delle anime, mi ha lasciato senza fiato, con un finale davvero particolare. Non vorrei spoilerare, ma sarei intenzionata anche a leggere Il cacciatore del buio, ma se non ho capito male narra di vicende seguenti al Tribunale delle anime.

Non è un pochino strano?

SPOILER











Sandra e Marcus? ma allora non ho capito il finale del Tribunale delle anime...
 

Nefertari

Active member
E' il primo libro che leggo di Carrisi, me lo ha consigliato un' amica e mi è piaciuto molto. Tanta la carne al fuoco che mi ha spinto a continuare la lettura in ogni momento libero. Leggerò sicuramente i seguenti, sono curiosa di scoprire come proseguono le vicende personali di Sandra e di Marcus.
 
Alto