Waters, Sarah

300px-Sarah_Waters.jpg


Sarah Waters è nata a Neyland nella regione del Pembrokeshire (Galles - Gran Bretagna) nel 1966. Ha studiato nel paese d'origine prima di laurearsi a Canterbury (ha conseguito un dottorato in letteratura inglese).
Nel gennaio 2003 le è stato conferito il Premio Granta per i migliori venti giovani scrittori inglesi.
Sempre nel 2003 ha ricevuto il Premio del South Bank per la Letteratura ed è stata nominata Autore dell'anno alla manifestazione British Book Awards.
Vive a Londra.

Romanzi:
Tipping the Velvet, 1998
Affinity, 1999
Fingersmith, 2002
The Night Watch, 2006
The Little Stranger, 2009


Adattamenti Cinematografici:
Tipping the Velvet (2002), BBC Two
Fingersmith (2005), BBC One
Affinity (2008), ITV1
The Night Watch (2011), BBC Two


«La narrativa di Sarah Waters è divertimento serio, come dovrebbero essere tutti i romanzi.»
Nick Hornby
 

Lin89

New member
Ho letto in lingua originale i primi tre suoi romanzi e secondo me scrive da dio. Ogni tanto si sofferma troppo nelle descrizioni per i miei gusti, ma le storie sono avvincenti e soprattutto mai banali. Ho letto i primi tre che sono ambientati nell'epoca vittoriana e devo dire che le descrizioni sono davvero ben fatte. A volte mi sembrava di camminare davvero per le strade di Londra o nei bassifondi.
Ho intenzione di leggere anche The Night Watch per vedere come se la cava con altre epoche storiche, ma non credo mi deluderà.

Dei tre che ho letto, due finivano male e devo dire che la cosa non mi dispiace affatto. Rende il tutto più reale e verosimile. L'amore fra le altre cose fa tanto soffrire e di sicuro la Waters riesce bene a farlo trasparire e a trasmetterlo. :mrgreen:
 

Athana Lindia

Πάντα ρει
assolutamente da provare... appena la mia lista di libri da leggere si accorcia un pochino passo a lei, giuro :roll:
 
Ho letto in lingua originale i primi tre suoi romanzi e secondo me scrive da dio. Ogni tanto si sofferma troppo nelle descrizioni per i miei gusti, ma le storie sono avvincenti e soprattutto mai banali. Ho letto i primi tre che sono ambientati nell'epoca vittoriana e devo dire che le descrizioni sono davvero ben fatte. A volte mi sembrava di camminare davvero per le strade di Londra o nei bassifondi.
Ho intenzione di leggere anche The Night Watch per vedere come se la cava con altre epoche storiche, ma non credo mi deluderà.

Dei tre che ho letto, due finivano male e devo dire che la cosa non mi dispiace affatto. Rende il tutto più reale e verosimile. L'amore fra le altre cose fa tanto soffrire e di sicuro la Waters riesce bene a farlo trasparire e a trasmetterlo. :mrgreen:

Ben detto! Concordo in tutto! :mrgreen:
Ed aggiungo che io ho letto i primi 4, il primo e il secondo in italiano, il terzo in originale e ora sto leggendo il 4 "The Little Stranger" in spagnolo...
Sarah Waters è davvero una grande scrittrice...m'incanta la sua descrizione attenta delle epoce storiche (800/900) e per la verita' non mi dispiace affatto che alcune volte si sofferma un po' troppo nelle descrizioni, cosi rende le storie con la sua descrizione della psicologia dei personaggi ancora piu' avvincenti, istruttive, realistiche e soprattutto mai superficiali!:wink:
 
Alto