la vostra citazione del giorno!!!

Shoshin

Well-known member
Lasciati guidare dal bambino che sei stato.

Josè Saramago


lefiguredeilibri-Komako-sakai.png



Illustrazione di Komako Sakai
 

Shoshin

Well-known member
Portati il calore di tua madre nella pelle,
il suo odore nelle tue vesti.

Choman Hardi poetessa curda

Raffaele-Borella-Le-madri-1918-particolare.jpg


Raffaele Borella, "Le madri", 1918.
 

qweedy

Well-known member
"Fino a quando il colore della pelle non sarà considerato come il colore degli occhi noi continueremo a lottare."
Bob Marley
 

Minerva6

Monkey *MOD*
Membro dello Staff
Inutile diventare cattivi
Inutile diventare buoni.
Sei quello che sei e qualsiasi cosa
Tu faccia non ti aiuterà a uscire dai guai.
W. H. Auden
(da La lettrice testarda di Amy Witting)
 

lettore marcovaldo

Well-known member
Leggendo non cerchiamo idee nuove, ma pensieri già da noi pensati, che acquistano sulla pagina un suggello di conferma. Ci colpiscono degli altri le parole che risuonano in una zona già nostra – che già viviamo – e facendola vibrare ci permettono di cogliere nuovi spunti dentro di noi

Cesare Pavese
 

qweedy

Well-known member
Credente non è chi ha creduto una volta per tutte, ma chi, in obbedienza al participio presente del verbo, rinnova il suo credo continuamente.
Erri de Luca
 

Shoshin

Well-known member
I miracoli non avvengono
in contraddizione con la natura,
ma solo in relazione a ciò che conosciamo di essa.

Sant'Agostino


IMG-20220603-WA0002.jpg



Foto di A.

Valley of Fire State Park
Nevada
 

qweedy

Well-known member
"Se qualcuno dovesse chiedermi, come filosofa, che cosa si dovrebbe imparare al liceo, risponderei: “prima di tutto, solo cose “inutili”, greco antico, latino, matematica pura e filosofia. Tutto quello che è inutile nella vita”. Il bello è che così, all’età di 18 anni, si ha un bagaglio di sapere inutile con cui si può fare tutto. Mentre col sapere utile si possono fare solo piccole cose.”
Agnes Heller (1929-2019)
 

Minerva6

Monkey *MOD*
Membro dello Staff
In una leggenda bogomila Dio vuole estrarre la sabbia dal fondo del mare. Ma Dio non si vuole tuffare in acqua. Fa chiamare il diavolo e gli ordina: «Quando l'avrai presa, dirai- non io la prendo, è Dio che la prende».
Il diavolo si tuffò giù, vorticò fino al fondo, strinse la sabbia e disse: «Non Dio la prende, sono io che la prendo».
Un diavolo pieno di amor proprio.
La sabbia non si lascia prendere. Il diavolo riemerse blu.
Di nuovo Dio lo manda in acqua. Il diavolo nuotò fino al fondo,raschia la sabbia con le unghie, dice!: «Non Dio la prende, sono io che la prendo».
La sabbia non cede. Il diavolo riemerse, senza fiato. Per la terza volta Dio lo manda in acqua. Nelle favole tutto si fa tre volte.
Il diavolo capisce di essere in un vicolo cieco.
Non volle rovinare l'intreccio.
Scoppiò a piangere, forse, e si tuffò.
Nuotò fino al fondo e disse: «Non io la prendo, è Dio che la prende». Prese la sabbia ed emerse. E Dio, con la sabbia presa dal fondo del mare dal diavolo per ordine divino, creò l'uomo.

da Zoo o lettere non d'amore di Šklovskij
 
Ultima modifica:

Shoshin

Well-known member
IMG-20220618-WA0003.jpg

Foto di P.

Di solito, giunti a Napoli, la terra perde per voi buona parte della sua forza di gravità, non avete più peso né direzione. Si cammina senza scopo, si parla senza ragione, si tace senza motivo.

Anna Maria Ortese



...Dopo tutti questi mesi mi manca
la mia terra.Le radici strappate si fanno aride .
 
Alto