Austen, Jane - Emma

~ Briseide

Victorian Lady
La protagonista di quest'opera della Austen è la giovane Emma Woodhouse; una ragazza colta, intelligente e mirabile, ma con la piccola presunzione di volersi credere capace di leggere in maniera che a pochi altri riesce i sentimenti altrui e propri. Ma la trama del libro è un continuo susseguirsi di vicende che porteranno alla luce il fatto che questa abilità che Emma crede così spiccata in sè, in realtà è solo un'illusione.

Jane Austen, parlando di Emma diceva:"Sono andata a scegliermi un'eroina che nessuno tranne me potrebbe amare...". La ragione è abbastanza semplice: contrariamente alla Lizzie di Orgoglio e pregiudizio, Emma diviene a tratti anche irritante nei modi saccenti e troppo egocentrici. Ma ciò rivela soltanto dell'immaturità, e mai cattiveria. Per questo anche quest'opera si rivela piacevole esattamente com'è nello stile della Austen. A tratti più tedioso di Orgoglio e Pregiudizio, e sicuramente meno brillante, ma nel complesso gradevole e contraddistinta da un tocco di briosità, che ti lasciano una sensazione positiva in grado di ispirare la lettura di altri capolavori di quest'autrice.
 
Ultima modifica di un moderatore:

Belinda47

New member
Da principio non ho amato questo libro, tale era l'antipatia che mi comunicava Emma, ma poi rileggendolo e soprattutto avendo visto il film con la Gwineth Paltrow, l'ho rivalutato completamente.
 
Ottimo libro! Jane austen è sempre una grande. Insieme a "orgoglio e pregiudizio" è uno dei miei migliori. Consiglio anche il film con Gwyneth Paltrow, fantastico :wink:
 

Meri

Viôt di viodi
carino

Leggere i libri della Austen è una garanzia. Sai che comunque vada avrà un lieto fine. Sono d'accordo anche sul film. carino:)
 

alessandra

Lunatic Mod
Membro dello Staff
Più lento e meno vivace rispetto a "Orgoglio e pregiudizio", comunque per me è uno dei migliori della Austen. Emma rimane impressa proprio per i suoi difetti, è un personaggio più realistico rispetto alla classica protagonista-quasi-perfetta
 
L'ho letto due volte....
Prima volta l'ho letto alcuni anni fa, ed è stato il primo romanzo di Austen che leggevo. Non posso dire che mi ha entusiasmato troppo, e mi sono fermata con la lettura di Austen. Poi l'ho ripresso di nuovo in lettura alcuni giorni fa...
In ogni caso, il romanzo è molto carino, solo che ci vuole al incirca mezzo libro per decolare... Ho avuto l'impressione come che la prima parte del romanzo non è stato scritto da stessa Austen...:? Mi sembra di aver trovato diverso stile rispeto a quello usuale di Austen, ed anche dalla seconda parte del stesso romanzo... o come che Austen stessa aveva faticato per un bel periodo per affezionarsi ad personaggio di Emma... Secondo me, si tratta di quel ultimo... penso che neanche lei era riuscita ad affezionarsi subito con la protagonista....

Queste sono solo le mie suposizioni, non è caso di prenderle sul serio. :wink:
 

Minerva6

Monkey *MOD*
Membro dello Staff
L'ho terminato oggi pomeriggio,l'ho letto per la sfida letteraria ed è stato il 2° della Austen,dopo Orgoglio e pregiudizio.
Ho fatto anche un minigruppo con due utenti del forum.
All'inizio l'ho trovato meno avvincente rispetto ad Orgoglio che mi è piaciuto davvero tanto.
Ma poi proseguendo nella lettura mi sono lasciata coinvolgere dalle vicende e mi sono appassionata alle storie amorose delle tre giovani protagoniste,per due delle quali (Emma ed Harriet) c'ho pure azzeccato sulla conclusione :mrgreen:,invece per quella di Jane sono rimasta davvero stupita,come è successo anche ad Emma.
Continua a piacermi lo stile dell'autrice,che non si fa prendere da troppi sentimentalismi sdolcinati pur narrando sempre storie d'amore.Attraverso la sua dote ironica riesce a caratterizzare i vari personaggi e a renderli facilmente paragonabili a persone che il lettore conosce realmente.Nonostante siano passati due secoli,gli esseri umani non sono cambiati poi tanto:sarà un bene o un male :roll: ?
 
Ultima modifica:

Bianca

The mysterious lady
Un libro molto bello,anche a me il personaggio di Emma nella prima parte del libro non piaceva. :wink:
 

nici

New member
Emma Woodhouse è bella, ricca e intelligente, ma non è perfetta. È infatti vanitosa e viziata, ed ha la presunzione di poter manovrare i sentimenti delle persone a lei care combinando matrimoni. Il romanzo è una commedia di equivoci, in cui dopo una serie di eventi Emma capisce finalmente (in bianco per non rovinare il finale) di essere innamorata della persona a lei più vicina da sempre, Mr. Knightley, l´unico che la rimprovera per i suoi comportamenti snob e la mette di fronte alla realtà.
Emma non è un´eroina simpatica, però piace ai lettori proprio perché, grazie i suoi difetti, la sua figura appare reale, come una persona già conosciuta di cui si prevedono le mosse. E poi tutti i personaggi strambi che le stanno attorno, il padre ipocondriaco, l´amica sempliciotta, la signorina Bates che fa dei discorsi assurdi, rendono le vicende ironiche anche se la storia nell´insieme è ricca di sentimentalismi.
Certo è che l´ironia che la scrittrice inserisce fra le righe del narrato ogni volta mi stupisce e me la fa ammirare. È quello che più di tutto mi entusiasma dei romanzi di Jane Austen: le sottigliezze nei pettegolezzi, l´intelligenza, le frecciatine quasi nascoste.
 

jeanne

New member
anch'io ho letto con molto piacere Emma. Emma è intelligente, elegante, ironica. come sempre, è stato un grande piacere alcuni anni fa leggere un altro romanzo di Jane Austen.
 

jeanne

New member
L'ho letto due volte....
Prima volta l'ho letto alcuni anni fa, ed è stato il primo romanzo di Austen che leggevo. Non posso dire che mi ha entusiasmato troppo, e mi sono fermata con la lettura di Austen. Poi l'ho ripresso di nuovo in lettura alcuni giorni fa...
In ogni caso, il romanzo è molto carino, solo che ci vuole al incirca mezzo libro per decolare... Ho avuto l'impressione come che la prima parte del romanzo non è stato scritto da stessa Austen...:? Mi sembra di aver trovato diverso stile rispeto a quello usuale di Austen, ed anche dalla seconda parte del stesso romanzo... o come che Austen stessa aveva faticato per un bel periodo per affezionarsi ad personaggio di Emma... Secondo me, si tratta di quel ultimo... penso che neanche lei era riuscita ad affezionarsi subito con la protagonista....

Queste sono solo le mie suposizioni, non è caso di prenderle sul serio. :wink:
forse la Austen la considerava come una specie di rivale?
 

Alixfelix

New member
Questo è il libro peggiore della Austen, secondo me.

Lento, macchinoso, non si capisce da che parte voglia arrivare e pieno di personaggi abbozzati ma non convincenti (il signor Woodhouse, Jane Fairfax).

E Emma? Una insopportabile snob, presuntuosa, viziata, classista. Il personaggio femminile che ho più detestato. Una stronza pasticciona, e tutti sempre pronti a lodarla.:evil:

Meritava che Harriet sposasse Knightley, e di finire lei a fare l'istitutrice per vivere.

Che differenza con l'adorabile Elizabeth Bennet...o con Elinor di Ragione e Sentimento...ma a sto punto rivaluto anche Fanny Price :)
 

SALLY

New member
Questo romanzo della Austen mi è piaciuto,ed Emma mi è stata subito simpatica (forse perchè vengo da Fanny Price :mrgreen:),vero che ha i suoi difetti,ma non è cattiva ne' ottusa,nelle sue introspezioni riconosce dove sbaglia.
Lo stile della Austen mi piace,riesce bene ad inquadrare i personaggi,tenendo conto dell'epoca,sono facilmente immaginabili,"Emma",ci mette un po' a decollare,all'inizio è un pò lento,ma poi cominciano le danze dei personaggi,gli equivoci...molto carino anche il film.
 

Lilli

New member
Straordinaria Emma!

Emma non è simpatica? Emma è in assoluto la migliore eroina dell Austen perchè è imperfetta, presuntuosa, piena di sé, giudica superficialmente, è spesso indelicata e detesta avere torto... Però ha un grande cuore, soffre quando ferisce qualcuno e cerca di rimediare ai propri errori. È questo che rende Emma umana e simpatica: la sua imperfezione e la sua voglia di migliorare. Il tutto impreziosito dalla brillante intelligenza di Jane e da straordinari personaggi come l'apprensivo e ipocondriaco padre di Emma, e l'affascinante e impeccabile signor Knightley. Stupendo!
 

ayla

+Dreamer+ Member
Emma è vivace, solare, allegra, dotata di una fantasia che molto spesso annoda alla realtà, facendola precipitare in un simpatico equivoco dietro l'altro...come si può detestarla??:D
E' un'eroina umana, fin troppo umana, ma, per citare Knightley, perfetta pur con tutti i suoi difetti...e poi chi non li ha?
Meno brillante e appassionante di Orgoglio e Pregiudizio, ma resta comunque una lettura divertente e piacevole come una ventata d'aria fresca!
 

isola74

Lonely member
E' stato il primo libro della Austen per me, letto una decina d'anni fa e non mi lasciò nulla, se non l'antipatia per Emma.
 
Alto