Cinquantunesimo Photoforum - La bellezza nell'attimo

alessandra

Lunatic Mod
Membro dello Staff
Eccoci all'apertura del nuovo Photoforum.
Mi raccomando, partecipate in tanti come la volta scorsa!!! 😁 (se no mando lettore in giro per i profili...👻) (carino il fantasmino)
Iniziamo con una foto a testa!
 

Shoshin

Well-known member
I miei figli vivono senza TV o altri moderni dispositivi elettronici. So che è uno stile di vita che può sembrare anticonvenzionale. Con il mio lavoro voglio celebrare la magia dell’infanzia vissuta a contatto con la terra. Fotografo la loro infanzia così com’è, libera,perché credo che tutti noi apparteniamo alla terra,alla natura libera e selvaggia che inizia dove le loro piccole anime finiscono.
Niki Boon
3bKQ3.jpg
 

alessandra

Lunatic Mod
Membro dello Staff
I miei figli vivono senza TV o altri moderni dispositivi elettronici. So che è uno stile di vita che può sembrare anticonvenzionale. Con il mio lavoro voglio celebrare la magia dell’infanzia vissuta a contatto con la terra. Fotografo la loro infanzia così com’è, libera, perché credo che tutti noi apparteniamo alla terra,alla natura libera e selvaggia che inizia dove le loro piccole anime finiscono.
Niki Boon
3bKQ3.jpg


Prima proposta, con un commento della fotografa...
 

lettore marcovaldo

Active member
E' una immagine serena, che evoca i giochi dell'infanzia. Mi lascia qualche perplessità la frase a corredo perchè mi vengono in mente ricordi "dei nonni" (non esattamente ma per capirsi...) dove, in altri tempi, il rapporto dell'infanzia con la natura non era così bucolico.
E forse chissà cosa avrebbero dati i fanciulli di quei tempi per "TV o altri moderni dispositivi elettronici".
Quindi in realtà più che di un reale confronto con la natura, il rapporto evocato è quella di una nostra proiezione, di una nostra aspettativa e interpretazione, che a conti fatti a ben assai poco "naturale" ....
 

qweedy

Well-known member
Leggo che questa fotografa è cresciuta in una fattoria della Nuova Zelanda e per i suoi quattro figli ha voluto replicare la spensierata infanzia senza pc, telefonini e tv, lontano dalla città. I figli di Niki possono vivere a contatto con la natura, “wild and free“, selvaggi e liberi. Immagino che non vadano a scuola. Avranno dei bellissimi ricordi della loro infanzia libera, forse però sarà un po' traumatico quando dovranno "rientrare" nel mondo.
Le foto sono molto belle, i bambini giocano con la fantasia usando bastoni e quello che hanno intorno. Per fortuna sono quattro, hanno compagnia. Fosse stato uno solo, sarebbe stato più complicato.
 

Ondine

Logopedista nei sogni
I miei figli vivono senza TV o altri moderni dispositivi elettronici. So che è uno stile di vita che può sembrare anticonvenzionale. Con il mio lavoro voglio celebrare la magia dell’infanzia vissuta a contatto con la terra. Fotografo la loro infanzia così com’è, libera, perché credo che tutti noi apparteniamo alla terra,alla natura libera e selvaggia che inizia dove le loro piccole anime finiscono.
Niki Boon
Prima proposta, con un commento della fotografa...
Condivido il modello educativo della fotografa.
Ricordo la mia infanzia vissuta in campagna con molta nostalgia.
A quel tempo ancora non c'erano le sovrastrutture nate con l'adolescenza.
 

Shoshin

Well-known member
I miei figli vivono senza TV o altri moderni dispositivi elettronici. So che è uno stile di vita che può sembrare anticonvenzionale. Con il mio lavoro voglio celebrare la magia dell’infanzia vissuta a contatto con la terra. Fotografo la loro infanzia così com’è, libera, perché credo che tutti noi apparteniamo alla terra,alla natura libera e selvaggia che inizia dove le loro piccole anime finiscono.
Niki Boon
3bKQ3.jpg


Prima proposta, con un commento della fotografa...
Non è mancato mai il bene durante la mia infanzia.
Non fu sempre chiaro.Venne il buio a lasciarmi in un angolo impaurita,ma io già sapevo che oltre l'oscurità,nonostante tutto,c'erano i miei cari.I miei genitori e i miei due fratelli,cavalieri coraggiosi e generosi.Questa fotografia mi ha fatto pensare a loro.
Oggi che siamo molto grandi e troppo lontani ,il pensiero di quei giorni ,i migliori di una vita intera, passa attraverso i gesti e gli sguardi di questi bambini, che raccontano di un grande ed epico cammino verso la vita.
Il bianco e il nero rafforzano questo mio sentire ancor di più.
Forse perché le foto,le tante foto della mia infanzia ,che devo alla passione di papà,sono quasi tutte in bianco e nero...
E il bianco e il nero mettono ancor di più in evidenza i particolari impercettibili di un tempo così lontano,eppure così scolpito dentro il mio cuore.
 

alessandra

Lunatic Mod
Membro dello Staff
Mi fa pensare al film Captain Fantastic con Viggo Mortensen: lui si ostinava a educare i figli lontano dalla modernità, e loro erano preparati e informati su tante cose ma, su altre, indietro rispetto ai coetanei. I parenti condannavano spietatamente questo modo di vivere. Alla fine si raggiungeva un compromesso. Credo che, come quasi sempre, il modo di vivere ideale stia nel mezzo. L'importante, ovviamente, è che i bambini siano felici. A giudicare questa foto, lo sembrano, almeno adesso che sono piccoli. La foto è bellissima e vedere la bambina che comanda e il maschio sottomesso dà molta soddisfazione :mrgreen:
 

Ondine

Logopedista nei sogni
La foto è molto tenera ma non posso fare a meno di guardare la bambina a destra che osserva il bacio della piccola coppia.
Eh, le delusioni cominciano molto presto!
 

qweedy

Well-known member
Infatti, quello che colpisce in questa foto è l'espressione furibonda della bambina gelosa. Trasmette una rabbia immensa.
Anche se sono bambini, i sentimenti di amore e gelosia non sono meno forti.
La foto è stata scattata dal padre del bambino rubacuori, un fotografo americano rimasto famoso solo per questo scatto.
 
Alto