275° MG - La famiglia Karnowski di Singer

Minerva6

Monkey *MOD*
Membro dello Staff
Darida ed ila inizieranno stasera a leggere questa intensa saga familiare. Saranno liete di dare il benvenuto a chiunque vorrà unirsi a loro.
Io l'ho già letto ma ricordando poco (per non dire niente) vi seguirò con piacere.
 

ila78

Active member
Pronta! Ho scaricato la versione Kindle Unlimited.
Non ho idea di come mettere l'immagine della copertina.

[
 

ila78

Active member
Capitolo 2

Le fasi iniziali promettono già bene, una bella scaramuccia "sacrilega" in sinagoga su argomenti che francamente mi sono un po' oscuri, ammetto che la mia conoscenza della cultura ebraica rasenta lo zero, ma mi pare di aver capito che ci sono due scuole di pensiero sul Talmud, una più estremista (chassidica) e l'altra più libera (del rabbino Moses "non mi ricordo il cognome"). David Karnowski già mi ispira come personaggio.

9788854175402_0_221_0_75.jpg


Sono riuscita a mettere l'immagine della mia edizione!!! 💪💪💪
 

darida

Active member
Capitolo 2

Le fasi iniziali promettono già bene, una bella scaramuccia "sacrilega" in sinagoga su argomenti che francamente mi sono un po' oscuri, ammetto che la mia conoscenza della cultura ebraica rasenta lo zero, ma mi pare di aver capito che ci sono due scuole di pensiero sul Talmud, una più estremista (chassidica) e l'altra più libera (del rabbino Moses "non mi ricordo il cognome"). David Karnowski già mi ispira come personaggio.

9788854175402_0_221_0_75.jpg


Sono riuscita a mettere l'immagine della mia edizione!!! 💪💪💪
Brava Ila! Io non sono capace di mettere l'immagine però ti posso dire che non è come la tua 😊
Hai ragione! Promette bene 😉anch'io come te sono digiuna di cultura ebraica ma nello stesso tempo ne sono attratta. mi piace leggere anche quello che capisco poco...
Di primo acchitto David sembra rigido e ostinato, sul freddino con la moglie. La descrizione dell'aspetto fisico fa pendant con il caratterino
Ho letto i primi tre capitoli
 

ila78

Active member
Capitolo 5
Bel personaggino sto Karnowski, eh Darietta? "Devi essere ebreo dentro casa e tedesco fuori" dice al figlio, ci credo che sto povero Georg ha le idee confuse.
La moglie è la solita figura abulica e sottomessa che purtroppo i romanzi di Singer ci presentano spesso, spero in un rigurgito d'orgoglio ma non ci conto molto.🤷 Mi piace molto Solomon, è uno che ama godersi la vita. La moglie si chiama Yetta, impossibile non immaginare la zia di Francesca ne La Tata.😂
 

darida

Active member
Capitolo 5
Bel personaggino sto Karnowski, eh Darietta? "Devi essere ebreo dentro casa e tedesco fuori" dice al figlio, ci credo che sto povero Georg ha le idee confuse.
La moglie è la solita figura abulica e sottomessa che purtroppo i romanzi di Singer ci presentano spesso, spero in un rigurgito d'orgoglio ma non ci conto molto.🤷 Mi piace molto Solomon, è uno che ama godersi la vita. La moglie si chiama Yetta, impossibile non immaginare la zia di Francesca ne La Tata.😂
Si, direi tutti bei personaggi e veramente ben descritti, che poi Georg, povero corvetto nero 😬invece è più che mai ebreo fuori casa in mezzo ai biondini tedeschi. Lea è una figura sottomessa che non riesce ad integrarsi a Berlino e chissà, ci saranno novità per lei, ma non so ancora che evoluzione porterà al personaggio.
Ecco dove avevo già sentito il nome Yetta
😁 e se non era un personaggio quello! 😊Ho conosciuto un'altra figura affascinante, Efraim e la figlia che si fa chiamare Jeannette come i protagonisti dei romanzi rosa francesi che adora e che le permettono di evadere da un ambiente tanto pregno di cultura quanto polveroso...
Ho letto 8 capitoli,
"A vent'anni, Georg finì il liceo e lo finì bene."

PS. Ila come ci accordiamo per lo Spoiler? Oppure ho già fatto il danno?... 🙄
.
 
Ultima modifica:

ila78

Active member
Si, direi tutti bei personaggi e veramente ben descritti, che poi Georg, povero corvetto nero 😬invece è più che mai ebreo fuori casa in mezzo ai biondini tedeschi. Lea è una figura sottomessa che non riesce ad integrarsi a Berlino e chissà, ci saranno novità per lei, ma non so ancora che evoluzione porterà al personaggio.
Ecco dove avevo già sentito il nome Yetta
😁 e se non era un personaggio quello! 😊Ho conosciuto un'altra figura affascinante, Efraim e la figlia che si fa chiamare Jeannette come i protagonisti dei romanzi rosa francesi che adora e che le permettono di evadere da un ambiente tanto pregno di cultura quanto polveroso...
Ho letto 8 capitoli,
"A vent'anni, Georg finì il liceo e lo finì bene."

PS. Ila come ci accordiamo per lo Spoiler? Oppure ho già fatto il danno?... 🙄
.
Sei molto più avanti. Scrivi spoiler nel titolo del post, una volta si faceva così, ma qua siamo in periodo di rivoluzioni...😉
 

ila78

Active member
Capitolo 10 -spoiler?-
Una cosa che mi chiedo di Singer è ma anche lui da ebreo aveva questa concezione delle donne? Cito a memoria : esseri incapaci di qualsiasi ragionamento, solo istinto esattamente come una mucca? 😱 Tutte le donne dei suoi romanzi, almeno quelle che ho conosciuto finora, sono sottomesse o "vittime" di uomini egoisti, insensibili...delle bestie insomma (alla faccia delle mucche sopracitate). La vicenda di Ruth che si strugge per quell'imbecille nullafacente di Georg mi fa salire la bile, ho apprezzato però l'atteggiamento di Salomon, mi sembra l'unico padre che fa il padre. Forse sbaglio io che leggo questi episodi da un'altra epoca e cultura e pretendo comportamenti che in quel contesto erano impensabili, ma non posso farci niente, spero sempre in una figura femminile con un briciolo, non dico di indipendenza ma di orgoglio.
Per il resto mi è piaciuta molto la parte del padre di Janet (faccio confusione con i nomi, Sorry) immerso nei suoi libri polverosi col gatto cieco come compagnia. Poetico.
 

darida

Active member
Fino al capitolo 11...bene socia vedo che siamo quasi allineate😉
Non saprei dire della sensibilità di Sìnger verso il genere femminile, ovviamente non posso che notare certi passaggi ma francamente non mi turbano. Mi dissocio e contestualizzo...prendo il buono 🙂
Ho conosciuto altri personaggi interessanti! Il dottor Landau e la figlia Elsa, coppia a dir poco bizzarra. Non ne so ancora molto, ma credo proprio che quest'ultima figura femminile sia tutt'altro che subalterna/sottomessa
Il dibattito di Landau con Georg sulla scelta del ragazzo per gli studi filosofici è... da leggere 😁
 

darida

Active member
Fino al capitolo 17
SPOILER
Da qualche capitolo sono entrata nella seconda parte del romanzo quella che riguarda Georg, ma non c'è un vero stacco. Tutta la vicenda credo che seguirà il filo conduttore della storia e famigliare. Intanto i tempi stanno cambiando Georg è partito e tornato dal fronte dove si era arruolato come ufficiale medico. È diventato un buon dottore e la sua vita amorosa si è scontrata con una rossa tutt'altro che domabile 😀Elsa. Risoluta e sicura di sé darà del filo da torcere al nostro Georg che fatica ad accettare un ruolo subalterno ma non potrà fare altrimenti... Alla clinica ginecologica dove Georg lavora fa la sua apparizione l'infermiera Teresa, bionda chiarissima di pelle e occhi, e soprattutto una gentile...
 

darida

Active member
Fino al capitolo 23
SPOILER
Cara Ila, se ci sembrava confusa
la vita di Georg in famiglia e fuori ti anticipo che è nulla al confronto con la terza generazione. I tempi sono sempre più difficili, in particolare per gli ebrei emigrati, e siamo solo all'inizio. In questo clima il matrimonio tra l'ebreo Georg e la cristiana Teresa darà come frutto il piccolo Joachim Georg, da tutti chiamato Jegor. Un misto nei tratti somatici e nel carattere il piccolo riceve indicazioni educative contrastanti . Circonciso in un lampo senza fronzoli cerimoniali onde evitare la morte per crepacuore di nonna Karnowski . circondato dalla confusione generata dalle due diverse religioni di casa, gracilino e viziato non si prospetta un futuro semplice per lui anche se al momento vive in una bella casa con giardino in un bel quartiere. Il dottore Georg ha fama ed è molto stimato, come tutti i medici ebrei è tenuto in gran considerazione nella società berlinese di quegli anni, però che ansia leggere col senno di poi che la storia ci ha insegnato...

PS: Ila, vuoi che rallento? magari leggo un piccolo Zweig e ti aspetto...
 
Alto