Fiorello, Catena - Amuri

MonicaSo

Active member
Si torna sempre nei posti dove siamo stati felici, ma a volte è difficile farlo, Isabella lo sa...
A trentacinque anni, un matrimonio in crisi con Giulio, e troppi perché alle spalle, Isabella vuole raggiungere il luogo in cui è stata davvero serena per l’ultima volta. Ad Arcudi riesce a ritrovare la lei bambina, ospite a casa dei nonni, il mondo sembra un sogno dolcissimo sempre fermo lì, nell’anima....
In un ottovolante di emozioni, Isabella compirà il viaggio più bello, quello dentro se stessa, e scoprirà che l’amuri, l’amuri vero, anche quando è perduto può fare ancora del bene.

Sono stata attratta verso questo libro e questa autrice, che non avevo mai letto, da una serie di recensioni positive trovate in rete (e anche su questo forum) riguardanti però, a onor del vero, altri suoi romanzi.
Sono rimasta molto delusa!
Una storia insulsa, per niente originale, raccontata in modo piatto e noioso. La Fiorello non è riuscita a incuriosirmi, né a rendermi partecipe delle vicende... non vedevo l'ora di portare a termine il libro e sono stata tentata ad abbandonarlo (cosa che non faccio mai).
Non lo consiglio e non credo leggerò altro.
 

estersable88

dreamer member
Membro dello Staff
Si torna sempre nei posti dove siamo stati felici, ma a volte è difficile farlo, Isabella lo sa...
A trentacinque anni, un matrimonio in crisi con Giulio, e troppi perché alle spalle, Isabella vuole raggiungere il luogo in cui è stata davvero serena per l’ultima volta. Ad Arcudi riesce a ritrovare la lei bambina, ospite a casa dei nonni, il mondo sembra un sogno dolcissimo sempre fermo lì, nell’anima....
In un ottovolante di emozioni, Isabella compirà il viaggio più bello, quello dentro se stessa, e scoprirà che l’amuri, l’amuri vero, anche quando è perduto può fare ancora del bene.

Sono stata attratta verso questo libro e questa autrice, che non avevo mai letto, da una serie di recensioni positive trovate in rete (e anche su questo forum) riguardanti però, a onor del vero, altri suoi romanzi.
Sono rimasta molto delusa!
Una storia insulsa, per niente originale, raccontata in modo piatto e noioso. La Fiorello non è riuscita a incuriosirmi, né a rendermi partecipe delle vicende... non vedevo l'ora di portare a termine il libro e sono stata tentata ad abbandonarlo (cosa che non faccio mai).
Non lo consiglio e non credo leggerò altro.
Monica, guarda, non so dire se tu sia stata sfortunata con questo romanzo o se sia stata fortunata io con Tutte le volte che ho pianto... quello fu il primo che lessi della Fiorello e mi piacque molto, poi ne ho letti altri due che mi hanno lasciata quantomeno perplessa. Le darò un'ultima possibilità con L'amore a due passi... Amuri, comunque, non l'ho letto né conto di leggerlo... troppe recensioni negative, compresa la tua.
 
Alto