Corona, Mauro - Storia di Neve

In sintesi
Neve Corona Menin, l'unica bambina nata nel gelido inverno del 1919, è una creatura speciale. Tutti lo capiscono quando, con il semplice tocco della sua mano, alcuni compaesani in punto di morte guariscono miracolosamente. In effetti Neve altro non è che la parte buona della strega Melissa - guardiana di un raccapricciante inferno di ghiaccio -, tornata sulla Terra per riparare i torti commessi in vita. Il padre di Neve però non tarda a vedere in questo dono misterioso un'occasione per arricchirsi e organizza insieme ad altri cinici compari una serie di finti miracoli, che attirano schiere di malati pronti a pagare pur di ottenere la grazia dalla piccola santa e innescano una spirale inarrestabile di ricatti, violenza e delitti...

Un altro libro che mi devo accingere a leggere tra breve….e non so voi, ma io sono rimasta colpita della storia di questo libro...voi invece che ne pensate? E’ veramente bello come a me sembra o è tutto "fumo"? :?
 

Toni

New member
Che delusione!

Premessa 1: mi sono registrato su questo sito spinto dal desiderio di esprimere (e condividere o discutere) un mio commento su questo libro.
Premessa 2: ho letto tutte le opere di Mauro Corona meno una delle prime.

Corona riprende la storia che aveva tratteggiato in una sua precedente opera. Non so se si tratta di un vezzo o di una tecnica nota, sta di fatto che la trovo efficace. A questo va aggiunto che il contesto storico in cui si sviluppa questa storia è molto affascinante e forse Corona poteva anche sfruttarlo maggiormente infarcendo qualche passaggio con altrettanti dolenti riflessi del conflitto mondiale appena conclusosi.
Ma bando alle premesse; questo libro mi ha drammaticamente deluso. Lo stile narrativo di Corona si riconosce solo perché quà e là si ritrova la compostezza e la piacevole descrizione dei costumi e dei caratteri di quella gente così dura e profonda allo stesso tempo. Per il resto ho solo trovato passaggi volgari, violenti e di pessimo gusto; innumerevoli richiami ad una sessualità frustrata e maschilista si alternano a gesta immorali e spesso criminali.
Non mi capacito... ho ancora nel cuore gli altri libri... dai i racconti delle giornate alla miniera del Monte Buscada, ai compagni di lavoro e di scorribande giovanili. Per non parlare delle storie di vita delle osterie e del dramma del dopo Vajont.
Ritengo che questo libro sia il peggiore di tutti e, per quanto mi riguarda, solo perché avevo ìin grande stima l'autore, mi sforzerò di leggerne ancora uno confidando nel ritorno al vecchio grande stile, altrimenti con me ha chiuso.

Toni

In sintesi
Neve Corona Menin, l'unica bambina nata nel gelido inverno del 1919, è una creatura speciale. Tutti lo capiscono quando, con il semplice tocco della sua mano, alcuni compaesani in punto di morte guariscono miracolosamente. In effetti Neve altro non è che la parte buona della strega Melissa - guardiana di un raccapricciante inferno di ghiaccio -, tornata sulla Terra per riparare i torti commessi in vita. Il padre di Neve però non tarda a vedere in questo dono misterioso un'occasione per arricchirsi e organizza insieme ad altri cinici compari una serie di finti miracoli, che attirano schiere di malati pronti a pagare pur di ottenere la grazia dalla piccola santa e innescano una spirale inarrestabile di ricatti, violenza e delitti...

Un altro libro che mi devo accingere a leggere tra breve….e non so voi, ma io sono rimasta colpita della storia di questo libro...voi invece che ne pensate? E’ veramente bello come a me sembra o è tutto "fumo"? :?
 

zaratia

Sideshow
Ho aggiunto Storia di Neve di Mauro Corona alla mia wishlist... Appena lo finisco pubblicherò la mia recensione, devo dire che sono incuriosito dal giudizio di Toni.:)
 

melin@

New member
Non è il solito libro di Corona... C'è qualcosa di molto diverso. Non mi è stato chiaro se è perchè ha toccato l'autore nel profondo oppure se è il risultato di una maggiore maturità come scrittore.
 

Sibyl_Vane

Fairy Member
Anche io sono molto incuriosita da questo libro; l'ho visto più di una volta in libreria e sono sempre stata tentata di comprarlo... Non avendo mai letto nulla dell'autore, però, il giudizio di Toni mi fa desistere un pochino... credo che comunque attenderò qualche altro parere, giusto per vedere se qualcuno ha idee diverse ;)
 
Io l’avevo cominciato a leggere, ma poi per impegni l'ho messo in "pausa" e ancora non l'ho finito...sinceramente da quello che ho letto (sono arrivata a metà libro) ho visto che effettivamente è un susseguirsi d’atti sadici, di violenza, di perverso sesso, di stupri e varie mostruosità. Forse (immagino) è in parte per questo che si fa fatica a leggere, ma per saperne di più, lo devo finire perchè dopo aver letto il giudizio di Toni sono molto curiosa.
 

Sibyl_Vane

Fairy Member
Io l’avevo cominciato a leggere, ma poi per impegni l'ho messo in "pausa" e ancora non l'ho finito...sinceramente da quello che ho letto (sono arrivata a metà libro) ho visto che effettivamente è un susseguirsi d’atti sadici, di violenza, di perverso sesso, di stupri e varie mostruosità.

Oddio, allora da donna facilmente impressionabile quale sono, penso proprio che non lo leggerò... :(
 
Oddio, allora da donna facilmente impressionabile quale sono, penso proprio che non lo leggerò... :(

Già, sinceramente non me l'aspettavo dalla trama :(..infatti più continuavo a leggerlo e più facevo questa faccia: :OO :shock:
(forse è per questo che l'ho lasciato comunque in "pausa" :? :boh:)

Ps: è proprio vero il detto "Non giudicare mai un libro dalla copertina"...:W
 

Sibyl_Vane

Fairy Member
L'ho finito :) e nonostante l'iniziale indecisione, sono molto contenta di aver letto questo libro, perchè mi è davvero piaciuto! Effettivamente è un po' duro in certi punti, ma sono solo un paio che mi hanno scossa un poco, però gli altri sono tranquillamente sopportabili, secondo me ;)
Mi piace lo stile di Corona, perchè anche con il linguaggio riprende le abitudini ed i modi di fare di questa gente che vive in montagna, in un paesello sperduto... :mrgreen: Poi ho trovato la storia molto originale, senza contare che mi sono innamorata della protagonista! :mrgreen: Consigliatissimo!
 

darida

Active member
A me è piaciuto questo romanzo di Corona, opera che assume ben presto i ritmi di una lunga saga famigliare, dove famiglia è l'intero paese stretto a pugno e abbarbicato ai confini del mondo e della umana sopportazione.
E' ricco di descrizioni disgustose ed eccessive, ma non mi sono mai sentita disturbata, non lo considero affatto volgare, trovo molto più fastidioso uno stile lezioso alla rudezza di questo autore e sono affascinata allo spazio dato alle forti inflessioni del parlato.
Inoltre la durezza della quotidianità è ben amalgamata alla parte misteriosa e poetica, e Neve, la protagonista, è deliziosa, eterea e magica; Erto un cicinin mi ricorda la straordinaria Macondo di Marquez, e questo mi pare un bel complimento da fare al signor Corona.
Le descrizioni delle scene di sesso, violento o consenziente, sono basate su due principi identici: slargare le gambe e montare su, neppure il ridondare di questo messaggio mi pare inadeguato, semplicemente ho evitato di prendere appunti :wink: :mrgreen:

Insomma, se non siete troppo sensibili, o se lo siete ma volete provare a vedere che effetto fa questa scrittura, lo consiglio, senza dubbio :)
 
Ultima modifica:
Alto