Gruppo Albatros: esperienze? Che cosa ne pensate?

marotta90

New member
500 copie mi sembrano veramente tante. A me ne stamparono molte di meno e i costi non sono stati così elevati. Neanche io sono possidente, altrimenti mi sarei comprata la Mondadori... :wink:
E... no, temo non ci sia un modo di controllare le vendite. Nel senso che potresti anche chiedere un resoconto, ma poi lo sai se è vero?

grazie mille. infatti era la mia paura. in effetti l'idea di vedere un tuo libro pubblicato al di la del guadagno è allettante e scrivendo che nel caso di vendite al di sopra di 500 copie mi ridanno i soldi era forse un motivo in più per accettare. ci penserò su ancora un pò e poi vedrò. grazie mille per la disponibilità :D
in caso avreste da consigliarmi il nome di qualche altro editore che pubblica per selezione opere di neoscrittori? se poteste darmi qualche nome te ne sarei, e ve ne sarei, eternamente grato :D

un grazie anticipato a tutti.
 
Ciao a tutti!

Ieri mattina ho ricevuto una proposta editoriale dal Gruppo Albatros - Il filo. Sulle prime ero contenta, ma poi mi sono sentita sempre più sconfortata.
Questo editore richiede l'acquisto di 185 copie del proprio libro, offrendo da contratto tutta una serie di servizi molto allettanti (che in veritÃ* qualsiasi editore serio dovrebbe offrire), nonché la presenza a diverse fiere nazionali e internazionali. Vanta inoltre alcuni riconoscimenti anche importanti per la sua attivitÃ* soprattutto con gli autori emergenti, e pare abbia una certa risonanza a livello mediatico.
Ho fatto qualche ricerca in internet, e sono piuttosto perplessa. L'opinione generale è nettamente divisa tra coloro che condannano il Gruppo Albatros, accusandolo di speculare suigli esordienti, e coloro che ne sono soddisfatti (ad esempio sul Rifugio degli Esordienti è stato valutato piuttosto bene dagli utenti che hanno avuto esperienze con questo editore).

Non so davvero che cosa pensare, vorrei farmi una mia opinione, ma per questo mi farebbe comodo avere almeno qualche esperienza diretta. Qualcuno di voi mi può aiutare? Che cosa pensate di questa faccenda?

Spero che questa discussione possa tornare utile anche a qualcun altro nelle mie stesse condizioni.

Grazie a chiunque voglia partecipare!



Per fare un esperimento inviai al Gruppo Albatros - Il Filo un manoscritto di 140 pagine. Ogni pagina del manoscritto si presentava più o meno così: duhzcniehc1zhedi1ehdmi1awhedi1mhedi1whiwh1meidhm1aiedha1iedh1iuaedh1iedhia1hedia1hediuh1aeidha1ipehdi1hediu1haedih1aiedha1iedhi1aheadia1hedih1iedhip1ahedip1ahediph1aidh1ipedhmi1hedih1iedh1iehdipa1hedh1aedih1aipedh1aipdehipa1hdipa1hedipah1edih1ipedh1ipehdi1ahedih1eidh1ipaehdi1ahediha1eidhai1ehdi1ahedipa1hedhi2

In poche parole ho pigiato tasti a caso fino a riempire interamente una pagina di formato A5 (in Word) e poi ho fatto copia e incolla per le successive 139 pagine. Un manoscritto senza senso. Infine ho inviato al Gruppo Albatros il manoscritto.
Dopo qualche mese, ovvero oggi, mi è arrivata a casa una corposa lettera inviatami dallo stesso Gruppo Albatros in cui c'è scritto:

"La scriviamo dopo aver letto con interesse la sua Opera, che ha inviato in esame alla nostra casa editrice e che ci ha ben impressionato. - in negativo, ho immaginato per logica, visto che il mio manoscritto era composto da lettere messe a caso, e invece no, perché la frase continuava in questo modo - Di qui la convinzione che il Suo lavoro sia pronto ad entrare nel nostro progetto di pubblicazione e lancio di nuovi autori.

In più ci sono diversi fogli da firmare, il contratto, e la richiesta di una cospicua somma di denaro.

Considerazioni:

1) Il Gruppo Albatros non legge nemmeno i manoscritti, altrimenti qualcuno si sarebbe accorto della megagalattica sola di 140 pagine che ho inviato. A meno che il compito di leggere manoscritti sia affidato a un cieco

2) Al Gruppo Albatros interessano solo i vostri soldi. Manderebbero un contratto anche a chi inviasse loro un manoscritto di sole pagine bianche (che pertanto non potrebbe nemmmeno chiamarsi manoscritto)

3) Mi chiedo: ma il Gruppo Albastros non faceva prima a mettere su un'impresa edilizia, o una fabbrica di materassi, o qualsiasi cosa che frutta soldi senza dover sparare cazzate alla gente per poter guadagnare? Eh no, forse fare leva sulle ambizioni di un autore emergente è un ottimo metodo per farsi soldi a palate

4) Ci vorrebbe una rivoluzione per mandare a casa tutti questi furbetti, bugiardi e ladri che si fanno chiamare editori.
 

Zingaro di Macondo

The black sheep member
Il caso qui su esposto sarebbe da denuncia. Cosa che ti invito a fare.

Come hanno detto Germano e Valentina, ormai tempo fa, mai pagare per essere pubblicati. Mai. Ci sono andato vicino anch'io, ma confrontandomi e informandomi un po' mi sono salvato.

Queste persone guadagnano sui sogni delle persone, come Wanna Marchi guadagnava sul dolore e l'ingenuità di povera gente. Andassero a lavorare.

Pagare per essere pubblicati è antitetico rispetto alle stesse leggi del mercato. Sarebbe come se un panettiere pagasse di tasca propria per far mangiare il pane ai suoi clienti.
 

pseudolongino

New member
Il caso qui su esposto sarebbe da denuncia. Cosa che ti invito a fare.

Come hanno detto Germano e Valentina, ormai tempo fa, mai pagare per essere pubblicati. Mai. Ci sono andato vicino anch'io, ma confrontandomi e informandomi un po' mi sono salvato.

Queste persone guadagnano sui sogni delle persone, come Wanna Marchi guadagnava sul dolore e l'ingenuità di povera gente. Andassero a lavorare.

Pagare per essere pubblicati è antitetico rispetto alle stesse leggi del mercato. Sarebbe come se un panettiere pagasse di tasca propria per far mangiare il pane ai suoi clienti.

a me hanno telefonato, vorrà dire che almeno l'hanno letto?
si tratta di un giallo, l'ho mandato anche a un concorso ma chiedono l'ambientazione itagliana e il mio è volutamente vago, carrisi style
cmq pubblicai anni fa con phasar, ti fanno scegliere numero di copie e prezzo di copertina, il problema è che le vendite che ambivo a fare in un mese non le ho fatte in 10 anni (sebbene si trattasse di un racconto autobiografico di nessun appeal commerciale)
 

gian1804

New member
a me hanno telefonato, vorrÃ* dire che almeno l'hanno letto?
si tratta di un giallo, l'ho mandato anche a un concorso ma chiedono l'ambientazione itagliana e il mio è volutamente vago, carrisi style
cmq pubblicai anni fa con phasar, ti fanno scegliere numero di copie e prezzo di copertina, il problema è che le vendite che ambivo a fare in un mese non le ho fatte in 10 anni (sebbene si trattasse di un racconto autobiografico di nessun appeal commerciale)


Dovrei reputare seria una casa editrice che contatta chi scrive "Itagliano", i nomi propri con la lettera minuscola, o/e non conosce il significato di "sebbene"?
lo dicevano i Greci : conosci te stesso se non vuoi andare verso la rovina, in questo caso di sicuro se pubblichi ti copri di ridicolo.
Permettimi poi di aggiungere che se le vendite che ambivi a fare i un mese le hai fatte in 10 e passa anni, forse vuol dire che era meglio esimersi o che la tua biografia non interessa a nessuno.

Pubblicare e' come trombare: pagando sono buoni tutti e non ci vedo il gusto
Poi certo, non si fa male a nessuno.
 

Amato Prudente

New member
Gruppo albatros-esperienza da non ripetere

Ciao a tutti!

Ieri mattina ho ricevuto una proposta editoriale dal Gruppo Albatros - Il filo. Sulle prime ero contenta, ma poi mi sono sentita sempre più sconfortata.
Questo editore richiede l'acquisto di 185 copie del proprio libro, offrendo da contratto tutta una serie di servizi molto allettanti (che in verità qualsiasi editore serio dovrebbe offrire), nonché la presenza a diverse fiere nazionali e internazionali. Vanta inoltre alcuni riconoscimenti anche importanti per la sua attività soprattutto con gli autori emergenti, e pare abbia una certa risonanza a livello mediatico.
Ho fatto qualche ricerca in internet, e sono piuttosto perplessa. L'opinione generale è nettamente divisa tra coloro che condannano il Gruppo Albatros, accusandolo di speculare suigli esordienti, e coloro che ne sono soddisfatti (ad esempio sul Rifugio degli Esordienti è stato valutato piuttosto bene dagli utenti che hanno avuto esperienze con questo editore).

Non so davvero che cosa pensare, vorrei farmi una mia opinione, ma per questo mi farebbe comodo avere almeno qualche esperienza diretta. Qualcuno di voi mi può aiutare? Che cosa pensate di questa faccenda?

Spero che questa discussione possa tornare utile anche a qualcun altro nelle mie stesse condizioni.

Grazie a chiunque voglia partecipare!

----------------------------------------------
Anch'io ho ricevuto una proposta (che ho definito indecente) dal gruppo ALBATROS. La politica di questo gruppo è "racimolare soldi" proponendoti allettanti iniziative(da verificare con il Dopo contratto). Ti elogiano il lavoro fatto,quasi come se fossi" una primula rossa",con un prefazione al contratto che sa di oppio (interviste Tv,sky,fiere dei libri...) e dopo una lunga carrellata di Autori famosi che hanno pubblicato con l'ora come biglietto d'ingresso nel mondo ALBATROS,mi hanno chiesto 2500 euro per comprare 200 COPIE delle 500 promesse in stampa entro 4 mesi.
Non convinto della "bontà" del contratto proposto ho lasciato perdere. Pochi mesi prima avevo provveduto a stampare le 500 copie in autonomia in una tipografia pagando 625 euro(con fattura). Il libro l'ho messo anche on line : http://https://www.nuscoexplorer.it/365-giorni-all-alba.html

Dimenticavo...
ho dovuto fare diverse mail anche certificate affinchè il gruppo ALBATROS cancellasse dai suoi server il mio lavoro ed i miei dati sensibili.
Un consiglio gratuito : EVITATE questa gente
 

David_L

New member
Passa a un'altra casa editrice. Consiglio.

Se una casa editrice dopo aver letto la tua opera ti domanda 3000 euro per iniziare una programmazione editoriale l'unica cosa che devi fare è lasciar perdere. Io, da autore, trovo offensiva qualsiasi richiesta di denaro. Da parte di qualsiasi editore, foss'anche la Mondadori.
 
Alto