King, Stephen - 22 / 11 / '63

AlessandroVG

New member
Trama
Jake Epping ha trentacinque anni, è professore di inglese al liceo di Lisbon Falls, nel Maine, e arrotonda lo stipendio insegnando anche alla scuola serale. Vive solo, ma ha parecchi amici sui quali contare, e il migliore è Al, che gestisce la tavola calda. È proprio lui a rivelare a Jake il segreto che cambierà il suo destino: il negozio in realtà è un passaggio spaziotemporale che conduce al 1958. Al coinvolge Jake in una missione folle - e follemente possibile: impedire l'assassinio di Kennedy. Comincia così la nuova esistenzadi Jake nel mondo di Elvis, James Dean e JFK, delle automobili interminabili e del twist, dove convivono un'anima inquieta di nome Lee Harvey Oswald e la bella bibliotecaria Sadie Dunhill. Che diventa per Jake l'amore della vita. Una vita che sovverte tutte le regole del tempo conosciute. E forse anche quelle della Storia.

Valutazione

Ho letto pochi libri di King, ma ritengo che "22 / 11 / '63" sia un autentico capolavoro, per quanto riguarda il filone non horror dello scrittore... E' un romanzo storico in cui il sovrannaturale è sempre presente... A tratti leggermente prolisso (come tutti i libri di King che ho letto), ma tutto sommato rimane una lettura piacevole... Per i fan di King, c'è una sorpresa molto esaltante ad un certo punto del romanzo... Voto 5/5...
 

Edel

New member
Finito oggi, più di 700 pagine volate!
Non è il mio preferito tra quelli di Stephen King, ma ritrovo il suo stile che da sempre apprezzo moltissimo e anche l'idea è molto interessante. Siamo assolutamente fuori dal filone horror, libro di pura fantasia senza mostri e cose simili che non fanno dormire la notte, questa lettura ci porta nel Texas agli inizi degli anni '60 durante la presidenza Kennedy...
Nonostante la trama e l'ambientazione questo libro mi è risultato molto scorrevole anche non conoscendo benissimo i fatti di quegli anni riguardanti l'assassinio Kennedy.
L'idea della possibilità data al protagonista di tornare indietro nel tempo per modificare un evento importantissimo accaduto nel 1963 e poi tornare al 2011 a vedere che è cambiato secondo me è fortissima e descritta in modo molto credibile!
Il tutto è infarcito anche da una bella e triste storia d'amore del nostro personaggio principale che a un certo punto si troverà a fare una scelta difficilissima!
Bè come si capirà, a me è piaciuto molto, Stephen King mi piace e anche se qualcuno a volte può trovarlo prolisso a me non annoia mai, poi dipende dai gusti ma questo libro, che peraltro mi è stato regalato e quindi non ho scelto, lo consiglierei sicuramente!
voto 4/5
 

darida

Well-known member
Appena iniziato e gia' mi piace, inzomma, il King mica e' Re per niente :mrgreen:la storia incuriosisce e avvince fin dalle prime battute; lo sto leggendo alternando a Delitto e Castigo...non me ne voglia Dosto ma mi sa che mi pappo prima il re :wink:
 

darida

Well-known member
Letto e piaciuto :)
Ho chiuso poco fa il mio amato Kindle su 22/11/'63 di King. Un buon libro, avvincente e tirato per i capelli al punto giusto:mrgreen: mi riferisco alla storia del viaggio avanti e indietro nel tempo..qualche piccola perplessita' sul finale, ma sono perplessita' di default, forse li vorrei scrivere io i finali :wink:
 

fabiog

New member
Ottimo, decisamente uno dei migliori romanzi di King degli ulltimi anni.
Il soprannaturale circonda il romanzo dalla prima all'ultima pagina, penetra sottilmente, ma mentre lo si legge si ha l'impressione che possa improvvisamente esplodere e, come spesso accade nei romanzi di King , esplode in maniera estremamente naturale, umana, l'esempio sono proprio le ultime pagine.
King affronta magistralmente il tema del viaggio nel tempo e quello di un eterna domanda che spesso tutti noi ci poniamo : se tornassimo indietro nel tempo a cambiare un determinato evento storico cosa succederebbe alla nostra realtà ? Ma King , da grande scrittore, non gli interessa tanto questo punto, King ci mostra anche come possono essere influenzate le vite di singoli e semplici personaggi e persino quella dello stesso protagonista che si trova a vivere la vita e l'amore che ha sempre sognato.
Ho trovato molte pagine toccanti e commoventi, la scena del ballo tra Jake/ George e Sadie la si vive direttamente e King con grande abilità descrive emozioni e tormenti dei protagonisti.
Ho trovato particolarmente piacevole il piccolo cameo che viene poi concesso a Beverly Marsh e Richie Totzier ( indimenticabili protagonisti della Banda dei Perdenti di It ) e " rivivere " Derry è sempre piacevolmente inquietante.
Insomma pienamente soddisfatto da quest libro il " Re " è tornato :)
 

strapparomanzi

Renegade Member
Ho letto molto di Stephen King, noto maestro dell'horror... Ho quindi letto tutti horror. Venire a conoscenza che esista tra le sue opere un romanzo storico mi spingerà sicuramente ad approfondire legggendo il libro al più presto. Chi potrebbe darmi altri titoli non horror di King?
 

elisa

Motherator
Membro dello Staff
Ho letto molto di Stephen King, noto maestro dell'horror... Ho quindi letto tutti horror. Venire a conoscenza che esista tra le sue opere un romanzo storico mi spingerà sicuramente ad approfondire legggendo il libro al più presto. Chi potrebbe darmi altri titoli non horror di King?

io non ho letto quasi nulla di King ma ho visto alcuni suoi film e so per certo che i seguenti titoli non sono horror:
Dolores Claiborne, Misery, Il miglio verde, La bambina che amava Tom Gordon, Cuori in Atlantide
 

c0c0timb0

Pensatore silenzioso
Il mio preferito di King. Non c'è niente di strambo o incomprensibile come ho spesso trovato e mollato in altri suoi titoli. Adoro il KING "normale". Beh, lui non è mai molto normale, ma questa storia è favolosa. Un bellissimo romanzo dove trovi amicizia, amore, passione, bontà d'animo che come sempre nei libri del re, combattono contro i loro opposti.
Non ha punti deboli, ci si affeziona ai personaggi molto facilmente e sebbene sia un bel librone, finisce addirittura troppo presto. E poi è anche infarcito di un po' di storia. C'è la mafia del periodo e nel libro King fa magistralmente aleggiare l'atmosfera dei fine anni '50 e fa desiderare al lettore di esserci lui, lì, a dover fare la scelta di rimanere o tornare nel 2011.
Sarà perché quegli anni sono per me così affascinanti, ma mi sono goduto ogni riga, ogni parola di questo romanzo.
 

Valuzza Baguette

New member
Lo ammetto sono di parte,a me King è sempre piaciuto,fin da adolescente mi sono innamorata del suo modo di scrivere,shining,it,carrie ecc ecc...e questo libro è King al 100%,una prosa affascinante,una trama avvincente,una storia d'amore intensa (si perché nonostante sia il re del brivido non ci possiamo scordare mucchio d'ossa oppure la zona morta) e un finale non banale.
Presente come sempre accade nei suoi libri il paranormale,ma in qesto romanzo in particolare è ben dosato.
Mi è piaciuto davvero tanto e ho trovato bellissimi i riferimenti a Derry (in particolare quando Jake trova Richie e Beverly Marsh entrambi protagonisti del romanzo It mentre ballano).
Scorrevolissimo e di piacevole lettura.
 

velmez

New member
non ho mai letto nulla di King... ma con il telefilm appena uscito... quasi quasi ci faccio un pensierino!
 

Valuzza Baguette

New member
non ho mai letto nulla di King... ma con il telefilm appena uscito... quasi quasi ci faccio un pensierino!
Io adoro king.questo te lo consiglio.ma ti consiglio anche l ombra dello scorpione e shining.prova secondo me ne vale la pena!
Tra l altro come sempre mille volte meglio il libro,in questo caso rispetto alla serie TV :)
 

isola74

Lonely member
Finalmente, dopo essere incappata in un paio di raccolte di racconti che lasciavano alquanto a desiderare, ho ritrovato King!!
Davvero un bel romanzo, suspance giusta, niente horror nel vero senso della parola, ritmo abbastanza incalzante che ti fa dimenticare che ci sono quasi 700 pagine da leggere:mrgreen:
La storia in se mi è piaciuta, comprensiva questa volta, di lato "romantico" ;)... la decisione finale di Jake (che non svelo) è quella giusta.
Consigliato
 

c0c0timb0

Pensatore silenzioso
Finalmente, dopo essere incappata in un paio di raccolte di racconti che lasciavano alquanto a desiderare, ho ritrovato King!!
Davvero un bel romanzo, suspance giusta, niente horror nel vero senso della parola, ritmo abbastanza incalzante che ti fa dimenticare che ci sono quasi 700 pagine da leggere:mrgreen:
La storia in se mi è piaciuta, comprensiva questa volta, di lato "romantico" ;)... la decisione finale di Jake (che non svelo) è quella giusta.
Consigliato
Voto? Hai votato?
 

ila78

Well-known member
COPIO E INCOLLO DAL MINIGDL

Bello, molto bello. un King "inedito" per noi appassionati, per niente truculento o spaventoso (a parte alcuni passaggi all'inizio) ma più "riflessivo" a tratti addirittura romantico, ci fa riflettere su una domanda che, forse, almeno tutti una volta nella vita ci siamo posti "Se potessi tornare indietro nel tempo cambierei le cose o le lascerei scorrere stando a guardare?". La risposta di King prende spunto dal famoso "effetto farfalla" (una farfalla batte le ali a Pechino e dall'altra parte del mondo arriva l'uragano) e ci suggerisce, a modo suo, che forse, per quanto dolorose possano essere le conseguenze il passato è meglio lasciarlo così com'è.
Concordo con Isola sul fatto che la decisione finale di Jake è la più giusta. Le ultime pagine, a questo proposito, sono molto dolci, ripeto, non sembra di leggere King.
Consiglio questa lettura anche a chi vuole avvicinarsi al nostro ragazzone del Maine per la prima volta ma teme la proverbiale "prolissità" o non ama i racconti horror o splatter. Voto 4/5
 

estersable88

dreamer member
Chi di noi, di fronte ad un evento triste o sconvolgente, non ha detto o pensato frasi come “Ah, se potessi cambiare il passato”, “Ah, se potessi tornare indietro nel tempo” o “Ah, come vorrei cambiare il mondo”… Il giovane professore di inglese Jake Epping, un matrimonio con una moglie alcolista alle spalle ed un bel po’ di tempo a disposizione per il futuro, ha questa possibilità. Il suo amico Al Templeton, in fin di vita per un tumore ai polmoni, gli mostra un modo per viaggiare nel tempo e gli affida una missione: fermare Lee Harvey Oswald, l’uomo che il 22/11/63 sparò al presidente J. F. Kennedy a Dallas. Per farlo, però, Jake dovrà trascorrere alcuni anni nel passato e costruirsi una nuova vita, così incontrerà nuove persone, alcune delle quali, come Sadie, diventeranno molto importanti per lui. Ma il passato ritrova sempre se stesso e non vuole essere cambiato, perciò combatterà contro ogni cambiamento che Jake cercherà di operare. Ogni azione di Jake corrisponde ad una reazione in qualche parte del mondo, a qualche cambiamento che inesorabilmente gli si ritorcerà contro… perciò salvare Kennedy comporterà più di una rinuncia.
In questo lungo thriller in bilico tra passato e futuro, troviamo un King in splendida forma che ci conduce con guida esperta nel passato, mostrandoci che il cambiamento che tutti aneliamo potrebbe portare a conseguenze inattese e forse molto peggiori di ciò che abbiamo cambiato. E’ questo, infondo, il messaggio del libro, al di là di Kennedy e di Oswald. La storia in sé poggia sul falso presupposto che si possa tornare indietro nel tempo e cambiare ciò che non ci piace, quindi potrebbe risultare inverosimile. Ma se si superano le perplessità iniziali e si prende la storia per quello che è, una mera simulazione di un viaggio spazio-temporale, tutto risulterà più realistico e, ve l’assicuro, veramente godibile. Non si potrà, con l’andare della trama, non affezionarsi sempre di più a Jake ed ai tanti protagonisti di questa storia strampalata, ma assolutamente gradevole. E poi, diciamocelo: la maestria di King nel raccontare la quotidianità con precisione chirurgica vale da sola il prezzo del biglietto.
Lettura consigliata, a patto che, lo ripeto, si superi il pregiudizio verso una storia non reale, ma appena verosimile.
 
Alto