la vostra citazione del giorno!!!

Shoshin

Well-known member
Sono stata spugna. Per molti anni, quasi tutta la
giovinezza, appena incontravo qualcuno, ero spugna.
L’avevo imparato nell’infanzia. Stai li e assorbi tutto.
Non so come, ma quando si incontra una spugna, gli
altri si sentono invitati a parlare moltissimo. Quando
poi se ne andavano, ero stanchissima e opaca, completamente
senza riflesso. Certe volte andavo a dormire
raggomitolata sotto il piumino e quando provavano
a svegliarmi mi lamentavo e mi ci avvolgevo ancora
piú stretta, come in un bozzolo. Quando una volta finalmente
mi chiesero: «Ma cos’hai? Sei malata?» Risposi
solo: «Ho visto gente». E allora compresi che
era ora di finirla.
Per un po’ mi chiusi a riccio: non volevo piú vedere
nessuno.
Poi, dopo anni di India, di tecniche di meditazione
e di approdo a comprendere che stare con il respiro
non è una tecnica ma una storia d’amore, mi sono
tramutata, piano piano, con lenta costruzione, in fontana.
Posso ancora ascoltare, ma solo finché c’è acqua
che scorre e la fontana non trabocca. Ma soprattutto,
la fontana è li a disposizione, chi vuole ci va a bere e
lei non assorbe niente, scorre. Il cuore non è spugna,
è fontana.

Chandra Candiani da 'Questo immenso non sapere' (Einaudi).
 

qweedy

Well-known member
Aveva quella bellezza
di cui solo i vinti sono capaci.
E la limpidezza delle cose deboli.
E la solitudine, perfetta, di ciò che si è perduto.

Alessandro Baricco "Oceano mare"

238917602_6279955688928_5903984108322389747_n.jpg

Sassi d'autore di Stefano Furlani
 

Shoshin

Well-known member
"Un gabbiano di Nessundove io sono, nessun lido considero mia patria, nessun luogo, nessun posto a sé mi lega; è di onda in onda invece che io volo"

Elisabetta di Baviera

Sissi-Austria-15.jpg
 

qweedy

Well-known member
"Per un uomo a piedi scalzi,
la felicità è un paio di scarpe.
Per un uomo che indossa scarpe vecchie,
è un paio di scarpe nuove.
Per un uomo che ha scarpe nuove,
è un paio di scarpe più belle.
E di certo l’uomo che non ha piedi,
sarebbe felicissimo di camminare scalzo.
Misura la felicità con quello che hai,
non con quello che ti manca."
Michael Josephson
 

Shoshin

Well-known member
«Io sono me stesso soltanto nella musica. La musica basta a una vita intera, ma una vita intera non basta alla musica»

Sergej Rachmaninov


Rachmaninoff-proofing.jpg
 

qweedy

Well-known member
Ma vanno così le cose della vita: uno pensa di recitare la sua parte in uno spettacolo e nemmeno si immagina che sul palcoscenico nel frattempo, di soppiatto, hanno cambiato lo scenario e senza saperlo si ritrova nel bel mezzo di uno spettacolo completamente diverso.
Milan Kundera
 

Shoshin

Well-known member
FB-IMG-1633016201606.jpg


L’anima può dividere il cielo in due e lasciare che il volto di Dio vi brilli attraverso.
Edna St. Vincent Millay



Una fotografia che per me è una storia intera.
La scattai con un piccolo cellulare,dopo aver
corso incontro a questo immenso dono del cielo.
Comparso agli occhi degli uomini dopo una pioggia di ore .
 

qweedy

Well-known member
“Hai una strana sensazione quando stai per lasciare un posto,
come se non ti mancheranno solo le persone che ami,
ma ti mancherà la persona che sei adesso, in questo momento e in questo posto,
perché non sarai mai più così.”
Azar Nafisi

22508301c7ba660bff02ebd6c771dc55.webp

Heather Murray

 

Shoshin

Well-known member
Per chi serba il cuore di un’orchidea
le paludi sono rosa a giugno.

Emily Dickinson
2021-09-11-08-55-31.jpg


Le mie orchidee mi parlano in continuazione...
Fioriscono quando io sono triste.
Si riposano e mi fanno compagnia con la loro presenza quando sto bene .
Ogni orchidea ha un nome e una storia.
 

qweedy

Well-known member
“Presi un pugno di sabbia e glielo porsi, scioccamente chiedendo un anno di vita per ogni granello; mi scordai di chiedere che fossero anni di giovinezza.”
Publio Ovidio Nasone

ritratti-uccelli-land-art-hannah-bullen-ryner-02.jpg

L’artista Hannah Bullen-Ryner perlustra le foreste alla ricerca di petali di fiori, ramoscelli, foglie e bacche, che utilizza per creare ritratti di uccelli. Si tratta di vera land art, nel senso che non viene utilizzato nulla che non sia un prodotto diretto e invariato della natura. Quindi niente colla o altro materiale che consenta di legare tra loro i frammenti vegetali. Si tratta di opere che possono durare anche solo qualche minuto, giusto il tempo per un soffio di vento di arrivare.
 

Shoshin

Well-known member
“Presi un pugno di sabbia e glielo porsi, scioccamente chiedendo un anno di vita per ogni granello; mi scordai di chiedere che fossero anni di giovinezza.”
Publio Ovidio Nasone

ritratti-uccelli-land-art-hannah-bullen-ryner-02.jpg

L’artista Hannah Bullen-Ryner perlustra le foreste alla ricerca di petali di fiori, ramoscelli, foglie e bacche, che utilizza per creare ritratti di uccelli. Si tratta di vera land art, nel senso che non viene utilizzato nulla che non sia un prodotto diretto e invariato della natura. Quindi niente colla o altro materiale che consenta di legare tra loro i frammenti vegetali. Si tratta di opere che possono durare anche solo qualche minuto, giusto il tempo per un soffio di vento di arrivare.
Ne avevo sentito parlare...
FB-IMG-1633189336211.jpg



Ecco un'altra composizione 🙂
 

Shoshin

Well-known member
Il cuore può diventare un tempio. Accade contemplando.
La parola «contemplazione» rimanda al gesto del
sacerdote che interrogava gli dèi per conoscere il loro
volere attraverso il volo degli uccelli. L’àugure, con
un gesto ampio della sua bacchetta, circoscriveva la
parte di cielo che avrebbe osservato. Il tempio sarebbe
dunque uno spazio libero dove lo sguardo può vagare.
E contemplare è volgere lo sguardo verso qualcosa che
risveglia rispetto, silenzio, mistero, velata risposta.
Guardare con questo atteggiamento tutto quello
che visita il cuore fa di ogni visitatore una presenza
sacra, un messaggero misterioso da accogliere, anziché
indulgere nelle emozioni che ci piacciono e scartare
quelle che non ci piacciono.
Per gli antichi pittori cinesi la pittura è la relazione
armoniosa tra la mano, l’occhio e il cuore.

Chandra Candiani
da 'Questo immenso non sapere'. Einaudi
 
Alto