Oggi sono passato in libreria ed ho preso...

Shoshin

Well-known member
...Desidero seguire le tracce di cinque donne,soppesare le loro esperienze nel contesto del loro tempo e ripercorrere il loro cammino di luce e ombra.
Meritano più dei vuoti gusci in cui le abbiamo trasformate :sono state figlie che hanno chiamato a gran voce le madri,giovani donne innamorate che hanno sopportato il parto e la morte dei genitori,che hanno riso e festeggiato il Natale.Hanno litigato con i fratelli,pianto,sognato,sofferto e fatto piccole conquiste.Il corso della loro vita ,tranne che nell'epilogo,rispecchia quello di tante altre donne dell'epoca.
Questo libro è dedicato a loro,nella speranza di ascoltare un racconto chiaro delle loro vicissitudini e di restituire loro ciò che tanto brutalmente hanno perduto insieme alla vita:la dignità.

A Mary Ann "Polly"Nichols,Annie Chapman,Elizabeth Stride,Catherine Eddowes e Mary Jane Kelly


Hallie Rubenhold

Ho iniziato la lettura di questo libro che vuole ripercorrere una storia buia che colpì l'Inghilterra vittoriana .
Quello che ci hanno raccontato per oltre cento anni lascia il posto a nuovi pensieri,e restituisce dignità a cinque donne sconosciute che nel libro prendono forma attraverso le loro vere storie.
 

Shoshin

Well-known member
...Desidero seguire le tracce di cinque donne,soppesare le loro esperienze nel contesto del loro tempo e ripercorrere il loro cammino di luce e ombra.
Meritano più dei vuoti gusci in cui le abbiamo trasformate :sono state figlie che hanno chiamato a gran voce le madri,giovani donne innamorate che hanno sopportato il parto e la morte dei genitori,che hanno riso e festeggiato il Natale.Hanno litigato con i fratelli,pianto,sognato,sofferto e fatto piccole conquiste.Il corso della loro vita ,tranne che nell'epilogo,rispecchia quello di tante altre donne dell'epoca.
Questo libro è dedicato a loro,nella speranza di ascoltare un racconto chiaro delle loro vicissitudini e di restituire loro ciò che tanto brutalmente hanno perduto insieme alla vita:la dignità.

A Mary Ann "Polly"Nichols,Annie Chapman,Elizabeth Stride,Catherine Eddowes e Mary Jane Kelly


Hallie Rubenhold

Ho iniziato la lettura di questo libro che vuole ripercorrere una storia buia che colpì l'Inghilterra vittoriana .
Quello che ci hanno raccontato per oltre cento anni lascia il posto a nuovi pensieri,e restituisce dignità a cinque donne sconosciute che nel libro prendono forma attraverso le loro vere storie.

Un libro molto intenso.
Una minuziosa opera di ricerca
sulle persone e sulla società vittoriana.
Comprensibile perché di questo libro
siano state pubblicate recensioni
positive.
Un libro che "apre gli occhi e spezza il cuore"
come scrive Erin Kelly.
Sto imparando cose che ignoravo di quel tempo in Inghilterra.
Sono restata colpita dal fatto che anche Jack London passò la notte in uno spike inglese mentre scriveva il suo atto di denuncia Il popolo degli abissi.
Davvero una lettura importante.
 

alessandra

Lunatic Mod
Membro dello Staff
Al mercatino per un totale di 5 euro
L'oscura immensità della morte di Massimo Carlotto
Olocausto di Gerald Green
Il segreto di Luca di Ignazio Silone
 

Shoshin

Well-known member
Un libro molto intenso.
Una minuziosa opera di ricerca
sulle persone e sulla società vittoriana.
Comprensibile perché di questo libro
siano state pubblicate recensioni
positive.
Un libro che "apre gli occhi e spezza il cuore"
come scrive Erin Kelly.
Sto imparando cose che ignoravo di quel tempo in Inghilterra.
Sono restata colpita dal fatto che anche Jack London passò la notte in uno spike inglese mentre scriveva il suo atto di denuncia Il popolo degli abissi.
Davvero una lettura importante.
Le cinque donne non è solo romanzo,né un libro di storia,né una ricerca.E tutte queste cose unite insieme da uno stile di scrittura davvero unico.
Pur essendo Hallie Rubenhold una scrittrice contemporanea, il suo modo di raccontare avvicina il suo libro alle atmosfere dickensiane.
Oggi sono arrivata al capitolo che racconta la storia d Elizabeth, la ragazza di Torslanda...una delle vittime del mostro di Whitechapel.
Sempre più comprendo che quello che hanno sempre raccontato non è vero,se non in parte.
Le donne che morirono per mano di Jack lo squartatore non erano donne "cadute","deviate".Avevano tutte una storia incredibilmente dura alle spalle,e la loro "caduta" non era stata voluta.
Furono vittime di un sistema,della società...e poi di un essere feroce.
 

Shoshin

Well-known member
Le cinque donne non è solo romanzo,né un libro di storia,né una ricerca.E tutte queste cose unite insieme da uno stile di scrittura davvero unico.
Pur essendo Hallie Rubenhold una scrittrice contemporanea, il suo modo di raccontare avvicina il suo libro alle atmosfere dickensiane.
Oggi sono arrivata al capitolo che racconta la storia d Elizabeth, la ragazza di Torslanda...una delle vittime del mostro di Whitechapel.
Sempre più comprendo che quello che hanno sempre raccontato non è vero,se non in parte.
Le donne che morirono per mano di Jack lo squartatore non erano donne "cadute","deviate".Avevano tutte una storia incredibilmente dura alle spalle,e la loro "caduta" non era stata voluta.
Furono vittime di un sistema,della società...e poi di un essere feroce.
"...Olsson non era altrettanto infastidito dai poveri,e quando la polizia lo contattò per identificare qualcuno che si riteneva facesse parte della comunità svedese dell'East End,offrì volentieri il suo aiuto.Tra gli oggetti posseduti da Elizabeth Stride c'era un innario che lui stesso le aveva regalato.
Le traversie della vita avevano allontanato Elizabeth dalla devozione che il volume doveva risvegliare,ma lei lo accettò e lo tenne da parte.
Non lo impegnò, come aveva fatto con tutto il resto.Per lei aveva un significato, era il ricordo confuso di una fattoria a Torslanda.
Sven Olsson probabilmente comprese che Elizabeth non aveva parenti in Inghilterra. Non c'erano genitori che potessero reclamarla, vegliare su di lei,parlare in suo favore durante l'inchiesta, rivendicare il suo vero nome:Elizabeth Gustafsdotter .Toccò a lui,un perfetto sconosciuto, svolgere tutti questi ruoli.
Era il 6 ottobre. Sven Olsson era lì, a darle l'estremo saluto e a pregare per lei in svedese."
 

Shoshin

Well-known member
3cbRZ.jpg



L'opera dimenticata del grande scrittore americano. Mentre altri autori suoi contemporanei si limitavano a cantare ciecamente le glorie dell'impero Britannico, allora giunto al suo massimo fulgore, London, travestitosi da marinaio, si addentrò, nel 1902, nell'East End della capitale britannica, e si calò completamente nella più disastrata delle realtà sociali: dormì nelle baracche, frequentò prostitute, poveri, ogni genere di umanità rifiutata dalla città "alta". Un capolavoro letterario e un vero e proprio trattato sociologico.


La lettura del libro di Hallie Rubenhold mi ha spinto a cercare il libro di Jack London Il popolo degli abissi. Voglio sapere da lui molte cose...
 

Evy

Member SuperNova
Ho approfittato dell'offerta della Tea con due libri a 9,90€
Lorenzo Marone "la tristezza ha il sonno leggero"
E il libro della pagina fb/Instagram de se i social network fossero sempre esistiti.
 

Shoshin

Well-known member
A me piace andare a cercare i miei libri in libreria,oppure al Caffè letterario S Marco di Trieste.
Ma mi capita anche di entrare nella libreria virtuale di Ibs.
Stasera ho acquistato il libro di Elisabeth Gaskell
Lontano nel tempo.
Lo aspetterò con l'intento di leggerlo subito.Al suo arrivo.
3ccPZ.jpg
 

Mitnal

Aurice de "L'Ombra di Hastlevain"
Ultimamente ho preso La Lama dell'assassina di Sarah J. Maas, che rimandavo da tempo, e Tempi Interessanti di Terry Pratchett. Questo l'ho già quasi finito e sta diventando uno dei miei libri preferiti in assoluto. Pratchett sempre geniale!
 

Jarg

New member
Qualche giorno fa ho comprato Gli Asburgo di Martyn Rady, un saggio molto interessante sulla storia della dinastia dal XIII secolo fino a 1917.
 

alessandra

Lunatic Mod
Membro dello Staff
La profezia dell'armadillo di Zerocalcare
Quando tornerò di Marco Balzano
Libertà di Jonathan Franzen
Klara e il sole di Kazuo Ishiguro
Il vento ci porterà di Ciro Auriemma
 

Mitnal

Aurice de "L'Ombra di Hastlevain"
Con somma gioia ho scoperto che esiste il romanzo di ICO, di Miyuki Miyabe, tratto dall'omonimo quanto stupendo videogames, che ho amato moltissimo. L'ho subito preso e non vedo l'ora di leggerlo!
 

Shoshin

Well-known member
Oggi la Liberia è passata da me in forma di un dono
Il corriere mi ha consegnato un piccolo libro ...
2021-07-04-15-38-07.jpg


Un libro poetico,con una generosità di spirito vincente,una rivelazione di orizzonti più ampi,in senso metaforico e reale...

Sunday Times
 

Meri

Viôt di viodi
Il morso della vipera. Basso
I pesci non esistono. Miller
La signorina Zeisig. Cantz
Il fiume dentro di noi. Powell
 

ila78

Well-known member
Fiera dei librai:

Tre Valerie Perrin
Canto della pianura Haruf
Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte Mark Haddon
Il mercante di coralli Joseph Roth
 
Alto