Oggi sono passato in libreria ed ho preso...

Evy

Member SuperNova
ultimi acquisti per questo 2020:
Virginia Woolf"una stanza tutta per sè"
Pedro Salinas"la voce a te dovuta"
 

ila78

Well-known member
Ho scaricato:

Poirot sul Nilo Agatha Christie

E già che era gratis con Kindle Unlimited:

Guerra e pace Tolstoj


Progetti di lettura ambiziosi per il nuovo anno.
 

Shoshin

Well-known member
Le pubblicazioni Neri Pozza



"Una delle cose più terribili
dell'antisemitismo è non permettere
a certi uomini e certe donne
di smettere di pensarsi come ebrei,
è confinarli al di là del loro volere
in quell'identita',
è decidere,definitivamente,chi sono"

Lo leggerò presto.
 

Ondine

Logopedista nei sogni
Maria Antonietta. La solitudine di una regina - Antonia Fraser

Copertina stupenda:

7853549_2476127.jpg
 

gamine2612

Together for ever
Ho preso ieri 3 libri al mercatino..non si sa mai ci bloccassero nei prossimi giorni:??

In Patagonia di Bruce Chatwin ( era un titolo che avevo in nota da un pò)
Polvere di Stelle di Carlo Castellaneta(racconti)
Balzac- un libro che raccoglie Eugenie Grandet (tradotto dal Grazia Deledda) e La Cugina Bette

Se avete dei commenti su questi libri,
vi ringrazio.
 

qweedy

Well-known member
Ho preso ieri 3 libri al mercatino..non si sa mai ci bloccassero nei prossimi giorni:??

In Patagonia di Bruce Chatwin ( era un titolo che avevo in nota da un pò)
Polvere di Stelle di Carlo Castellaneta(racconti)
Balzac- un libro che raccoglie Eugenie Grandet (tradotto dal Grazia Deledda) e La Cugina Bette

Se avete dei commenti su questi libri,
vi ringrazio.



“Quello che ho fatto è stato prendere la Patagonia come simbolo dell’irrequietezza umana. E scrivere un libro che fosse una specie di metafora della nostalgia dello spazio”.
Bruce Chatwin

“In Occidente vige l’idea che il viaggiatore debba ingoiare il luogo che descrive, debba influenzarlo, cambiarlo a seconda del proprio gusto. Io ho voluto sopprimere la prima persona dal racconto per evitare la tirannia del viaggiatore. È un po’ come accade nella letteratura orientale: il luogo sopraffà il viaggiatore”. Bruce Chatwin

Ho letto solo In Patagonia, il consiglio che ti posso dare è di cercare foto e immagini su Internet, di ciò che ti colpisce nel leggerlo.
Il viaggio comincia a Buenos Aires e procede verso sud in maniera non sistematica, come se Chatwin andasse a zonzo in Patagonia. Ma non importa, se lo scopo del viaggio è il viaggio, e non la meta.

CI7IH3iqcNlfwAjpC2ndpOvL9EyuECzsAKXHoEUUXnOPfCl4W-IhBw-t1VDIlxEibJnikmvO6KaA2CX69jllJXR3bbie94z2SmbsF0WqRYCajI1qjw8EBp_fZqpJPDWpRJsD2RaBVoxcM0oirE97coZZ_-WdZWyUcpUXGAuG


Ciò che più mi ha colpito è che il viaggiatore è talmente discreto che non si avverte, le descrizioni dei luoghi e degli incontri sono quasi "fredde", le emozioni e le passioni del viaggiatore non entrano nel libro (sarà perché è inglese? :mrgreen:). E' quello che lui voleva evidentemente, però ci perde in calore e passionalità secondo me, anche se alcuni considerano un pregio il racconto dei fatti in maniera impersonale che genera distacco nel lettore.
 
Alto