CIV GdL - Amuleto di Roberto Bolano

ila78

Well-known member
Io, Ayu, Qweedy, Estersable e Ondine ci prepariamo a iniziare questa lettura breve e, speriamo, intensa. Il decollo è fissato per mercoledì perciò siete ancora in tempo ad accordarvi.

Io ho scaricato la versione Kindle, edizione Adelphi.
 
Ultima modifica di un moderatore:

ayuthaya

Moderator
Membro dello Staff
Come temevo non ce la faccio a iniziare domani, mi mancano ancora una sessantina di pagine ma giovedì dovrei riuscire a iniziare anche io!
 

ila78

Well-known member
Io ho dato un "assaggino" ieri sera, prima di crollare sotto le coperte in stato comatoso. Troppo poco per avere già un'idea ma senza dubbio sarà una lettura "particolare".
 

ila78

Well-known member
Sono arrivata al capitolo 2: che lettura strana, ha dei tratti onirici, i contorni sfumati di un sogno. Non guarderò mai più un vaso di fiori con gli stessi occhi. :mrgreen: Essendo digiuna di storia spagnola moderna ho fatto un salto su Wikipedia per capire e contestualizzare un po' i personaggi.
 

qweedy

Well-known member
"Questa sarà una storia del terrore. Sarà una storia poliziesca, un noir, un racconto dell'orrore. Ma non sembrerà. Non sembrerà perché sono io quella che la racconta. Sono io a parlare e quindi non sembrerà. Ma in fondo è la storia di un crimine atroce".

Ho ascoltato la prima mezz'ora dell'audiolibro su Rai Tre, letto meravigliosamente da Maria Paiato.
Onirico sì, un vaso, polvere, statuine e libri. Parla anche di Leon Felice e Pedro Garcia, due poeti spagnoli. Andamento lento, direi.

Ho scoperto che questo testo è stato recitato a teatro, con l'interpretazione di Maria Paiato (ecco spiegato come mai è così brava nella lettura!).

NoteVerticali.it_Amuleto_foto_Alessandro_Botticelli_1-560x416.jpg

Auxilio, nell'interpretazione di Maria Paiato a teatro
 

Minerva6

Monkey *MOD*
Membro dello Staff
Io l'ho iniziato in audiolibro sul sito di radio tre RAI, ho appena finito di ascoltare la prima parte, ma non so se si tratta del primo capitolo, è diviso in 15 parti... Illuminatemi voi che avete il cartaceo. Le ultime parole sono state: che non ha più intenzione di muoversi.
Ila, aiutami... Non ho capito cosa credeva che contenesse il vaso perché mentre ascoltavo ho cambiato stanza, ora però sono troppo curiosa :mrgreen:.

Edit : ho letto solo ora il post di qweedy, quindi anche lei può rispondere ad entrambe le domande :wink:
 

ila78

Well-known member
Io l'ho iniziato in audiolibro sul sito di radio tre RAI, ho appena finito di ascoltare la prima parte, ma non so se si tratta del primo capitolo, è diviso in 15 parti... Illuminatemi voi che avete il cartaceo. Le ultime parole sono state: che non ha più intenzione di muoversi.
Ila, aiutami... Non ho capito cosa credeva che contenesse il vaso perché mentre ascoltavo ho cambiato stanza, ora però sono troppo curiosa :mrgreen:

Non si capisce bene, prova a infilarci la mano ma poi si ritrae terrorizzata e lo paragona addirittura alla bocca degli inferi. :paura: Credo che infilarci la mano potesse significare in qualche modo "violare" il mondo immaginario e creativo del poeta, che, da quello che ho capito è quello che tra i due le incute più soggezione.
 

Minerva6

Monkey *MOD*
Membro dello Staff
Stupenda l'associazione polvere e letteratura :ad: :mrgreen:... Io detesto toglierla, soprattutto sui libri, infatti quando mi sono trasferita li ho lasciati tutti a casa vecchia, tanto ormai i libri li leggo solo in versione ebook oppure li ascolto :wink:.
 

Ondine

Logopedista nei sogni
2° capitolo

Audiolibro anch'io.
Romanzo sotto forma di diario, quindi lento, meditativo, a me questo genere di lettura piace molto.
Condivido con ila la descrizione di lettura con tratti onirici, piena di simbolismi, a cui credo ognuno possa dare un suo personale significato.
Questo fatto di dover interpretare è stimolante in fondo.
L'ambiente universitario, in particolare la Facoltà di lettere e filosofia dove Auxilio lavora come volontaria, è affascinante, così come i ritrovi di sera nei caffè a discutere insieme ai poeti.
L'immagine di questa donna umile, che a malapena ha di che vivere e che è circondata da tante persone che le vogliono bene, la aiutano (regalandole anche dei libri) è molto poetica e bella (credo che il personaggio di Auxilio sia realmente esistito ma non so quanto ci sia di vero).
Quando Auxilio, dopo l'incursione militare, torna a sedersi in bagno, nello stesso bagno e nella medesima posa che aveva prima dell'incursione stessa, mi ha fatto pensare alla dimensione del bambino nell'utero materno, a quando si ha paura e si cerca un riparo, e si vorrebbe fermare il tempo, mi ha molto colpito.
 
Ultima modifica:

Ondine

Logopedista nei sogni
Io l'ho iniziato in audiolibro sul sito di radio tre RAI, ho appena finito di ascoltare la prima parte, ma non so se si tratta del primo capitolo, è diviso in 15 parti... Illuminatemi voi che avete il cartaceo. Le ultime parole sono state: che non ha più intenzione di muoversi.
Si è il primo capitolo.
Sul mio libro però c'è scritto così: que no piensa moverse. :wink:
 

Minerva6

Monkey *MOD*
Membro dello Staff
Mi raccomando, ragazze, andate lentamente, questo GdL facciamolo durare almeno una settimana :wink:.
 

Ondine

Logopedista nei sogni
Mi raccomando, ragazze, andate lentamente, questo GdL facciamolo durare almeno una settimana :wink:.
Si ok, avevo intenzione di leggere due capitoli al giorno, i capitoli sono 14 quindi perfetto.
P.S. Ma ora che ci penso potremmo fare anche un capitolo al giorno (un brano di audiolibro per chi non segue i capitoli del libro).
 

qweedy

Well-known member
Incuriosita dal commento di Ondine sul secondo capitolo, l'ho ascoltato anch'io!
Penso che Auxilio sia ritornata nella stessa posizione come se potesse così annullare quanto di terribile è accaduto nel frattempo.

L'irruzione dei reparti antisommossa del presidente Gustavo Diaz Ordaz all'Università è storia vera, e precede di pochi giorni il massacro di Tlatelolco (2 ottobre 1968), nella piazza delle Tre culture in cui morirono 300 persone tra le migliaia di manifestanti antigovernativi e in cui anche Oriana Fallaci venne ferita.

roberto-bolano-coccinelle-film.jpg

Roberto Bolaño (1953- 2003)
“In qualche misura tutto quello che ho scritto è una lettera d’amore e un saluto alla mia generazione, a quelli che hanno scelto la militanza e la lotta e che hanno dato quel poco che avevano e quel molto che avevano, la giovinezza, a una causa che per noi era la più generosa del mondo. L’intera America Latina è seminata con le ossa di questi giovani dimenticati”.
 
Ultima modifica:

estersable88

dreamer member
Non ho ancora cominciato... cavoli che bel gruppo attivo! è un piacere leggervi! In particolare, essendo un'appassionata di letteratura, lingua e cultura ispanica, è un vero piacere scoprire che c'è chi mi tiene buona compagnia! Spero di cominciare domani, ho una lettura da finire, ma potrei portarle di pari passo.
 

Ondine

Logopedista nei sogni
Io oggi mi riposo, il capitolo in più di ieri me lo abbono. :mrgreen:
Ho deciso di leggere un capitolo al giorno.
 
Alto