Dickens, Charles - David Copperfield

ilselacontessa

New member
"Non permetterò mai a nessuno di dire che questa è la più bella età della vita", scriveva Paul Nizan riferendosi ai suoi vent'anni e in generale al tempo della sua adolescenza. Perché quel tempo, quello durante il quale si varca il confine che separa la giovinezza dall'età adulta, è spesso feroce e terribile. Di tutto questo si rese conto Dickens quando scrisse la storia di David Copperfield, un vero e proprio inno alla dolcezza e alle amarezze intrinseche al crescere e al formarsi. Quello del protagonista è un percorso di apprendistato prima di tutto umano, a confronto con personaggi di ogni tipo, dalla stramba zia Betsey a Uriah Heep, sullo sfondo di una Londra plumbea e sulfurea.
 

ilselacontessa

New member
I commenti personali che inserirò saranno le mie risposte ai vostri commenti! :D Ho iniziato questa discussione (e le altre) per sapere cosa pensate voi dei libri che ho letto io.
La quarta di copertina (in questo caso) o una citazione che mi ha colpito particolarmente e che racchiude il senso della storia inaugurano il dibattito!:wink:

Il mio commento personale, comunque, è questo: ho letto il romanzo durante l'estate di tanti anni fa, quand'ero ancora piccola. Mi è piaciuto e l'ho letto in poche ore. Trovo affascinante il protagonista. O meglio, l'ho trovato tale quando l'ho letto.
Forse rileggendolo ora la penserei diversamente... Chissà... :YY
 

elena

aunt member
Si anche io l'ho letto talmente tanti anni fa.......che il mio commento non può che essere un semplice riportare le sensazioni che ancora ricordo del libro.........e le sensazioni sono estremamente piacevoli :D!!!!
Soprattutto la figura del "piccolo" David......privato dell'affetto più grande per un bambino.......ho vissuto con molta partecipazione emotiva le sue peripezie e, all'epoca, non mi è sembrato melenso o volutamente strappalacrime ........non so come lo troverei leggendolo oggi :wink:!
 

elisa

Motherator
Membro dello Staff
Romanzo spauracchio per tutti i bambini del mondo, come non identificarsi nel povero David e poi tifare per lui nella sua crescita e nel percorso della sua vita tra morti e sconfitte.
Romanzo da leggere con le lacrime e con il patema che non sia mai finita, ma proprio per questo bello, coinvolgente, fondamentale anche se spesso retorico
 

evelin

Charmed Member
L'ho trovato un libro piacevole, sono d'accordo con Elisa, si fa il tifo per David e lo si segue nella sua crescita.
 

alessandra

Lunatic Mod
Membro dello Staff
L'ho letto da piccola, non so quante volte...Ero innamorata di David Copperfield con tutte le sue disgrazie e le sue sfighe! Sindrome della crocerossina...I personaggi sono caratterizzati benissimo (del resto stiamo parlando di Dickens), credo di avere conosciuto l'ipocrisia con Uriah Heep e chi, fra coloro che l'hanno letto, non ricorda la cattiveria del signor Murdstone? E la moglie-bambina Dora?
 

Alfredo_Colitto

scrittore
L'ho letto da bambino e l'ho amato tanto. Credevo che Dickens scrivesse libri per ragazzi... :W
Poi da grande ho scoperto che era uno degli scrittori preferiti di Kafka (che all'epoca era un mio mito). Allora ho riletto da adulto tutti i libri che avevo letto da piccolo, trovandoli bellissimi. David Copperfield e Grandi speranze per me sono tra i migliori.
 

MCF

New member
David Copperfield

L'ho letto anch'io tanti anni fa, ma ricordo di essere rimasta affascinata fin dalla prima pagina in cui l'autore descrive la nascita del protagonista e la figura delicata della giovane madre. Molto avvincente, malinconico, bello. Ricordo che una volta su una guida londinese c'era un paragrafo di questo libro; sono rimasta nuovamente affascinata. Ho l'impressione che un tempo scrivessero meglio, non so se capita anche a voi di pensarlo. Oggi nei libri si trovano parolacce o modi di dire che stonano decisamente.
 
I

i0ri

Guest
David è un grande osservatore che sa inserirsi con notevole disinvoltura in ogni singolo contesto della vita, affronta le situazioni più dure e ne esce indenne portando con se una piccola esprienza di vita e grazie a ciò diventa l'idolo di ogni piccolo (ma anche grande) lettore.
L'ho finito proprio oggi e considero David Copperfield un capolavoro indiscusso di Dickens. Concordo a pieno con Alessandra quando afferma che i personaggi sono caratterizzati benissimo. Non mi sento di esprimere un voto ma secondo me merita veramente di essere letto ;)
Più avanti leggerò Oliver Twist, non mi aspetto nulla di chè ma è giusto per valutare un confronto tra i due romanzi.
 

lavy

New member
Più avanti leggerò Oliver Twist, non mi aspetto nulla di chè ma è giusto per valutare un confronto tra i due romanzi.

li ho letti tutti e due Dickens è stato davvero capace di fotografare la situazione del suo tempo.. bellissimo libro.. e pensare che a una prima lettura non mi era piaciuto
 
I

i0ri

Guest
li ho letti tutti e due Dickens è stato davvero capace di fotografare la situazione del suo tempo.. bellissimo libro.. e pensare che a una prima lettura non mi era piaciuto

Ok confermi a pieno la mia ipotesi, lo leggerò sicuramente :wink:
 
Lo sto leggendo ora. Commovente e tenerissimo. Mi commuove lo stupore e la difficoltà con il quale David entra nella vita. Forse mi ci ritrovo un pò. E quello che mi piace fino ad ora (2/3 del libro) è che David non si rassegna nè si incattivisce davanti alle delusioni della vita (ad esempio la scoperta della vera natura del suo amico Steerforth da lui tanto mitizzato). Bellissimo. E credo che tanti autori a Dickens postumi si sono in parte ispirati a questo libro. Ad esempio il malvagio Stavrogin dei Demoni di Dostoievskij mi ricorda tanto Steerforth
 

nici

New member
Voto massimo e oltre per questo romanzo! è il primo che leggo di Dickens, mi ha appassionato dalla prima all´ultima pagina. L´ho letto lentamente per assaporare ogni singolo capitolo.

I personaggi sono così realistici e perfettamente caratterizzati che li vedi di fronte a te mentre le pagine scorrono.
Sono contenta di averlo letto ora e non da piccola, perchè penso che non l´avrei saputo apprezzare come invece questo romanzo merita.


Una cosa da ridere (o meglio da piangere): mentre il libro era appoggiato sulla scrivania al lavoro due diversi colleghi passando ci hanno buttato l´occhio e mi hanno chiesto, uno "ma il mago ha scritto un libro?", e l´altro "che libro è, parla di magia?" :W ..giusto per capire l´ignoranza di certa gente in materia di libri...
 
Ultima modifica:

mame

The Fool on the Hill
L'ho letto tanti anni fa e ne conservo un ricordo bellissimo. All'epoca ero forse troppo giovane per capire i suoi insegnamenti: l'abisso di rovina in cui le persone cattive riescono a mettersi da sole, la serenità di chi si comporta correttamente, e soprattutto la pazienza vincente di Agnes. Dickens è uno dei miei scrittori preferiti. E una sfida da leggere, visto che spesso scrive le parole secondo la pronuncia e deve essere letto ad alta voce per capire cosa ci sia scritto.
 

Minerva

New member
Ho gustato lentamente le 890 pagine di questo classico della letteratura inglese che mi ha tenuto compagnia per diversi giorni, "trasportandomi" nell'Inghilterra di metà ottocento.
Non si può non apprezzare questo romanzo, ispirato ad eventi della vita dell'autore, che offre al lettore uno spaccato dell'Inghilterra in piena rivoluzione industriale, attraverso le vicende di David Copperfield .
Dickens ha uno stile di scrittura che lascia ben poco spazio all'immaginazione; riuscendo, sapientemente, con descrizioni ricche di particolari a "dipingere": personaggi, situazioni, paesaggi, stati d'animo, caratteri e personalità. :)
 
Alto