Pirandello, Luigi - Il fu Mattia Pascal

milenab

New member
Anche io l'ho letto alle superiori! E' un libro che difficilmente si dimentica...mi era piaciuto veramente tanto! Credo che a rileggerlo adesso potrebbe piacermi ancora di più!
 

Meri

Viôt di viodi
Di recente ne ho viste due versioni a teatro, ma non mi hanno soddisfatta, i sentimenti non sono stati evidenziati, un po' come quando vedi un film dopo aver letto il libro, non sempre è completo.
 

anvi

New member
Ritengo che questo sia uno dei migliori romanzi di questo autore: un vero capolavoro!
Con il suo stile frizzante e coinvolgente, insieme al suo immancabile umorismo, Pirandello crea un romanzo eccezionale, veramente scorrevole ed emozionante.
Il libro fa riflettere sull'impossibilità di sfuggire da sè stessi e sulla necessità di affrontare la realtà.
 

Minerva6

Monkey *MOD*
Membro dello Staff
Dovrò decidermi a leggerlo prima o poi.
Al Liceo non l'ho fatto, forse perchè di quest'autore preferii "Uno,nessuno e centomila".
E non ho visto neppure il film con Mastroianni.
 
Ultima modifica:

Pasifae

New member
Storia senza tempo. Bello e attuale. Sguazzare tra i fiumi di parole di questo libro è piacevolissimo, non solo perchè si dimostra tutt'altro che noioso come leggenda vuole che sia, ma anche perchè l'autore scrive in maniera egregia - sia dal punto di vista della dialettica che dei contenuti e degli spunti riflessivi. E poi, chi di noi non ha pensato, anche per pochi attimi, di andar via e ricominciare da capo?
 

Holly Golightly

New member
Ho adorato religiosamente Pirandello per anni (a dire il vero, continuo ancora).
Con questo libro è iniziato un grande amore, è geniale e ironico.
Rileggo sempre con grande piacere il passo su Oreste/Amleto e lo strappo nel cielo di carta... geniale!
 

xandra

New member
Ho finito da qualche giorno il libro, l'avevo studiato alle superiori ma solo leggendolo ho capito veramente il suo significato...
Anche a me restano impressi i discorsi filosofici come quello sullo strappo nel cielo di carta :)
Sembra quasi che lui scappi dalla prigionia causata dalla moglie e dalla suocera per entrare nella prigione dell'anonimato,
si illude di essere libero perchè è morto ma man mano si accorge che non può fare quello che vuole, si scontra con la realtà, quante volte capita anche a noi?
Sebbene scritto più di cent'anni fa, tratta tematiche attualissime ed è per questo che è importante leggerlo...
Sono molto molto soddisfatta :D
 

isola74

Lonely member
E' stato un libro imposto dalla prof. in terza media e ricordo che mi stregò. Scritto benissimo, con una ironia che ti fa volare tra le pagine, eppure con profondità scava nelle paure e nelle bassezze dell'animo umano. Con Il fu Mattia Pascal scoprii che tra il dire "mi piace leggere" e farsi trasportare davvero da un libro, amarlo con passione, c'è un abisso: sarò sempre grata a Pirandello per questo.
 

Nerst

enjoy member
Questo libro mi ha fatto tanto sorridere.
Mattia è un personaggio che vuole liberarsi di tutte le convenzioni di cui la sua vita è piena e alla prima occasione ci riesce. Sostituendo se stesso "Mattia" al suo alter ego "Adriano" si illude di poter vivere un' altra vita, di poter ricominciare. Ma saranno alcuni eventi a fargli capire che la fuga dal mondo significa fuga da se stesso e questo peserà sull' animo del protagonista, che invece, tanto male con se stesso non stava.
 

Ugly Betty

Scimmia ballerina
Questo libro mi ha fatto pensare: "Ma se io morissi, cosa penserebbe la gente di me? cosa direbbe? Quali ricordi si porterebbe sempre con se?"
Chi, nelle condizioni di Mattia, non farebbe la stessa cosa? :mrgreen:

Mi sono piaciuti particolarmente gli ultimi due capitoli, dove Mattia torna al suo paese e si vendica, o almeno ci prova, con tutti!

7/10
 

Mofos 4ever

New member
Io ho finito di leggere qu esto libro circa tre mesi fa, e devo dire che mi è piaciuto moltissiomo.
Ogni pagina,ogni capitolo, mi coinvolgevano sempre di più nella storia. Il protagonista che fugge dalla realtà diventando un altro personaggio, un' altra perosna con una nuova identità e che solo alla fine riesce a comprendere che ciò è troppo complicato.
Insomma, io lo definirei interessante, affascinante, stupendo, ma anche un po' difficile.
E' un libro che consiglio di leggere a chi ancora non l'ha letto.
Anche a me sono piaciuti gli ultimi capitoli. :)
 

dany-nyd

New member
Ho letto questo libro diversi anni fa, e ancora oggi a chi mi chiede un consiglio su cosa leggere di Pirandello io rispondo "Il fu Mattia Pascal".
 

velmez

New member
Avevo iniziato questo libro alle superiori, ma l'avevo abbandonato dopo poche pagine... ora l'ho letto tutto d'un fiato e mi è piaciuto molto!
 

Grantenca

Well-known member
La parola che più mi gira in testa per commentare questo libro è "geniale". Si tratta di un opera straordinaria, scritta in modo perfetto da un grande artista che merita ampiamente tutti gli elogi che ho letto nelle varie considerazioni. Una considerazione vorrei farla anch'io. Chi , dopo aver letto il libro, non ha sognato di potersi trovare, magari solo per un periodo definito, nelle condizioni del (fu) Mattia Pascal?
 

Vale 1982

New member
Divertentissimo!
Letto a scuole e riletto per piacere un paio di anni fa; introspettivo, ci mostra i pro e i contro del "non esistere", della agognata libertà che non ci rende davvero liberi.
Le maschere pirandelliane ricorrono anche in quest'opera davvero bella!
Da leggere!!!!
 
Alto