Coincidenze Letterarie

Trillo

Member
Non so quanti di voi conoscano l'operatore matematico "nabla", il cui simbolo è la lettera Delta maiuscola al contrario. Comunque, in questi giorni sto leggendo un libro in cui un personaggio suona il salterio, un antico strumento musicale ebraico a corde pizzicate. Per puro caso, proprio oggi mi è capitato di leggere che questo strumento veniva anche chiamato originariamente "nabla", e che l'operatore nabla si chiama così proprio perchè il suo simbolo ricordava la forma del salterio/nabla...interessante :mrgreen:
 

Minerva6

Monkey *MOD*
Membro dello Staff
Ieri mentre passeggiavo e leggevo è passato un gatto nero... Stavo leggendo proprio della superstizione legata al suo attraversare la strada :paura:. Però io l'ho avuto un gatto nero quindi non credo che porti sfortuna :wink:.
 

alessandra

Lunatic Mod
Membro dello Staff
Sto leggendo "La pietra di luna" di Wilkie Collins.
Ogni giorno do uno sguardo all'anteprima del libro in offertissima sul Kobo, che oggi è "Il ladro gentiluomo" di Alessia Gazzola e riporta questa frase in apertura: "Le circostanze rivelano sempre di che stoffa è fatto un uomo". (Wilkie Collins, La pietra di luna)
 

Spilla

Active member
Venerdì leggevo un libretto per ragazzi dove si citava la cittadina di Merate. Ci ho pensato su un po', avevo anche deciso di guardare sull'atlante dove si trovasse (poi non l'ho fatto), e ho deciso che debba essere una località della Brianza, comunque piuttosto distante da dove abito io.
Sabato partecipo ad una riunione tra genitori e ad uno di loro viene chiesta la sua provenienza:"Vengo da Merate!", dice lui...
 

Minerva6

Monkey *MOD*
Membro dello Staff
Anche nel romanzo che sto leggendo ieri era il 20 luglio.
Non so se si è capito... sono arrivata alle pagine in cui si parla dell'allunaggio del '69 nel giorno stesso, ma cinquant'anni dopo. Avrei potuto leggerle anche qualche giorno prima o dopo :paura:.
 

miciaccio

New member
666

Buongiorno, visto che sono in ferie questa mattina ho fatto un salto in libreria e ho acquistato due libri, Il suggeritore di Donato Carrisi e La Bibbia non parla di Dio di Mauro Biglino di cui ho visto qualche video su Youtube. Il suggeritore l'ho preso a scatola chiusa e per farmi un'idea di cosa avessi acquistato ho fatto un giro su Amazon e ho scoperto che al momento ci sono 666 recensioni del libro e visto il contenuto dell'altro libro, quello di Biglino, non potevo non segnalarlo in questa discussione.
 

RosaT.

Leghorn Member
Negli anni, devo dire la verità, non ho fatto molto caso a possibili coincidenze ... ma ora che leggo il post mi sovviene che proprio recentemente mi è capitato.
Tre settimane fa ero in ferie, sono stata tre giorni a Vienna e tre a Praga e con me ho portato "Dracul" di Drace Stoker e J.D. Barker. Il primo giorno di Praga, leggendo il libro sono arrivata ad un punto in cui viene citato un cimitero non consacrato, indovinate dove? Proprio a Vienna precisamente a Simmering e proprio vicino a dove avevo alloggiato i tre giorni precedenti :paura:.
 

Minerva6

Monkey *MOD*
Membro dello Staff
Non è letteraria ma cinematografica... Ho deciso di iniziare a vedere Bohemian Rhapsody il 31 ottobre e solo il giorno dopo ho scoperto che era proprio la data di uscita di quel singolo dei Queen :paura: TUNZZZ
 

Minerva6

Monkey *MOD*
Membro dello Staff
Sto leggendo Dickens e stasera stanno trasmettendo in tv "Oliver Twist", che però non ho letto.

Ci ho pensato anche io ieri sera girando per i canali. Il bello è che l'ho visto dieci minuti dopo che avevo parlato su whatsapp con un'altra amica del forum che me l'aveva nominato perché l'aveva già letto.
 

Spilla

Active member
Oggi stavo leggendo un manuale di storia e cosa ti trovo? Una citazione da "Tempi difficili" di Dickens, che sto leggendo proprio in questi giorni:mrgreen:
 

Spilla

Active member
DI recente parecchie:
1. la città polacca di Lodz, mai sentita nominare prima, è comparsa in tre diversi libri letti quest'anno: I fratelli Askenazi di Singer, La ragazza con la Leica di Janeczek, Il monte del Cattivo Consiglio di Oz
2. La cittadina di Gilead, ugualmente sconosciuta (per me) è teatro sia dell'omonimo romanzo di Marylinne Robinson sia del Racconto dell'ancella della Atwood
3. La procedura della "fleboclisi" l'ho trovata nominata in due libri letti l'uno dopo l'altro: Il filo di mezzogiorno di goliarda Sapienza e Il racconto dell'ancella di M. Atwood.
 

Minerva6

Monkey *MOD*
Membro dello Staff
Dopo la discussione sulla grammatica (pacata la nostra :wink:) in volevo dirti che... ieri sera ho letto in Bouvard e Pécuchet: ne conclusero che la sintassi è una chimera e la grammatica un'illusione :mrgreen:. Proprio allora si stava affermando una nuova moda retorica che sosteneva la necessità di scrivere come si parla, e che tutto va bene purché sia frutto di sentimento e osservazione.
 

miciaccio

New member
Titta Rota è stato anche allenatore della SPAL e anche qui a Ferrara è ricordato con grande simpatia.

A distanza di mesi mi accorgo solo oggi della risposta di Grantenca (lucidità compromessa). Ho sempre avuto una certa curiosità per la SPAL che ricordo ai non addetti ai lavori è un acronimo (Società Polisportiva Ars et Labor) e grande stima per la Curva Ovest una delle più belle d'Italia.
 

Minerva6

Monkey *MOD*
Membro dello Staff
Coincidenza letteraria inversa

In Orlando della Woolf leggo un brano in cui sono le ore 10 dell'11 ottobre, nella realtà invece sono le ore 11 del 10 ottobre :MUCCA
 

alessandra

Lunatic Mod
Membro dello Staff
Ho appena finito il libro Torniamocene a casa dell'esordiente Maria Grazia Grosso, che parla di viaggi nel passato attraverso una porta...e contemporaneamente sto guardando la serie TV Dark, che parla dello stesso argomento anche se in maniera molto diversa
 

Shoshin

Well-known member
Non mi sarei mai aspettata di trovare nel libro di
Nguyễn Phan Quế Mai che sto leggendo la citazione
del ibro Nei grandi boschi del Wisconsin.La. piccola casa nella prateria di Laura Elizabeth Ingalls Wilder.
E in questi giorni un canale televisivo mi sta riproponendo gli episodi di questo telefilm che tenne per tanto tempo me ragazza incollata alla televisione.Che tempi!
 

Shoshin

Well-known member
Mi è capitata un'altra coincidenza letteraria.
Giorni fa avevo letto Di pietra e d'osso della scrittrice Bérengère Cournut.La protagonista era Uqsuralik una giovane ragazza Inuit .
E gli Inuit tornano anche durante questa mia nuova lettura Il mistero dell'Erebus di Michael Palin.
Perché gli Inuit hanno contribuito al ritrovamento del relitto con i loro racconti che furono riferiti già nel 1854 all'esploratore John Rae e che con il tempo furono mantenuti vivi nella memoria,arrivando fino ai giorni nostri .
Gli Inuit provarono anche a recuperare la Terror e l'Erebus, ma queste affondarono prima che il tentativo giungesse a compimento.​
 
Alto