Gli anniversari della bellezza

bonadext

Ananke
stendhal.jpg


Il 23 gennaio 1783 (234 anni fa) nasceva Stendhal: Annoverato tra i maggiori scrittori francesi dell'Ottocento, le sue opere figurano tra i classici della letteratura europea.

Nato a Grenoble, nella Francia sud-orientale, e morto a Parigi nel marzo del 1842, Marie-Henri Beyle scelse lo pseudonimo Stendhal, ispirandosi al mondo dell'arte per cui nutriva un profondo interesse. Il nome richiamava la città tedesca Stendal che aveva dato i natali al celebre storico dell'arte Johann Joachim Winckelmann.

Orfano di madre e insofferente al bigottismo del padre, sposò l'impresa napoleonica, arruolandosi nell'esercito e combattendo in Italia, Germania e Russia. Innamorato del Bel Paese e del suo patrimonio artistico (raccontato in alcuni saggi), qui visse a lungo e ambientò uno dei due suoi romanzi più noti: La Certosa di Parma.

L'altro, Il rosso e il nero, è uno dei capisaldi della letteratura ottocentesca, nonché un modello ante litteram del romanzo psicologico europeo, portato poi alla massima espressione dai successivi Svevo, Pirandello, Joyce, Flaubert e Dostoevskij. La prosa di Stendhal, d'impronta realista, si caratterizza per uno stile essenziale e per una marcata sensibilità romantica.
 

Susan

New member
Il 24 gennaio 1920 moriva a Parigi, a soli 36 anni, il pittore livornese Amedeo Modigliani.

Amedeo-Modigliani-Portrait-of-Jeanne-Hebuterne-and-Portrait_of_Woman_in_a_Hat.jpg
 

bonadext

Ananke
giovanni_verga.jpg


Il 27 gennaio 1922 moriva Giovanni Verga: Nato a Catania e morto nella stessa città nel 1922, è stato uno scrittore dalla fama inestimabile, padre del verismo, drammaturgo d’eccezione. Tra i suoi scritti più famosi si ricordano “I Malavoglia”, “Storia di una capinera”, “Mastro Don Gesualdo” e moltissime novelle e trasposizioni teatrali dei suoi romanzi.

Nominato senatore a vita nel 1920, in occasione del suo ottantesimo compleanno, scomparve due anni dopo nella sua residenza catanese, trasformata in seguito in "casa museo".
 

bonadext

Ananke
buzzati.jpg


Il 28 gennaio 1972 moriva Dino Buzzati: Scoperto e apprezzato solo dopo la morte, Dino Buzzati è stato un autore tra i più raffinati del suo tempo. Nato a San Pellegrino di Belluno, nel Veneto, la sua seconda patria fu Milano, in cui prestò l'attività di giornalista e di scrittore e dove rimase fino alla morte, sopraggiunta nel gennaio del 1972.

Completati gli studi universitari in Giurisprudenza, a 22 anni cominciò a collaborare per il Corriere della Sera, di cui restò una delle firme più illustri fino agli ultimi giorni di vita. Per il quotidiano di via Solferino, fu prima inviato di guerra sul fronte etiopico e in seguito critico d'arte.

Nel 1940 pubblicò il suo romanzo più conosciuto: Il deserto dei Tartari, che ne raccoglie gli aspetti salienti della poetica, riassumibile nel rapporto tra l'angoscia esistenziale dell'uomo moderno e il proprio desiderio di fuga dal tempo.

Rientrarono tra i suoi interessi la pittura, il teatro e il cinema. Quest'ultimo lo vide collaborare con Federico Fellini alla sceneggiatura di un film che non fu portato a termine.
 

shvets olga

Member
240px-ChekhovGl_1.jpg

Anton Pavlovic Cechov nasce a Taganrog, porto del Mar d'Azov, il 29 gennaio 1860 (Le date di nascita e di morte si riferiscono al moderno calendario gregoriano. Čechov nacque e morì nella Russia imperiale quando era ancora in vigore il calendario giuliano, introdotto solo dopo la Rivoluzione d'ottobre. In base al calendario giuliano allora in vigore Čechov nacque il 17 gennaio e morì il 2 luglio- da wikipedia).

"Nelle mie vene scorre il sangue ucraino" (il padre di Anton Pavlovic Cechov era ucraino).
"Ucraina è cara e vicina al mio cuore. Io amo i libri, la musica e bella canzone piena di melodie affascinanti. Io amo il popolo ucraino, che ha dato al mondo il titanio come Taras Shevchenko".
 

bonadext

Ananke
ulisse_joice.jpg


Il 2 febbraio 1922 (95 anni fa) viene pubblicato l'Ulisse di Joyce: Caposaldo della letteratura del Novecento e opera cruciale nella nascita del romanzo moderno, l'Ulisse di James Joyce venne pubblicato a Parigi dalla libreria "Shakespeare and Company", luogo d'incontro di scrittori e artisti del calibro di Ernest Hemingway e Francis Scott Fitzgerald.

Scritto tra il 1914 e il 1921, il libro venne diviso in 18 capitoli, ognuno con una tecnica narrativa diversa e richiamando nel titolo i canti dell'Odissea di Omero. Ambientata a Dublino, in Irlanda, la storia ha per protagonista Leopold Bloom, una sorta di eroe moderno.

La narrazione si sviluppa attraverso i suoi pensieri e quelli degli altri protagonisti, presentati in forma sconnessa e spesso sgrammaticata attraverso il cosiddetto flusso di coscienza (stream of consciousness in inglese). Tutto si svolge in una sola giornata, il 16 giugno 1904, data entrata nella storia della letteratura e ribattezzata "Bloomsday" dai fan del romanzo, che ogni anno, in questo giorno, si ritrovano per celebrarlo con letture ed altri eventi.

Una copia del manoscritto autografo di Joyce è attualmente custodita presso il presso il Rosenbach Museum and Library di Filadelfia.
 

bonadext

Ananke
burroughs.jpg


Il 5 febbraio 1914 nasceva William Burroughs: Personaggio chiave della beat generation, è stato uno degli scrittori più originali della controcultura americana degli anni Cinquanta e Sessanta, e un'icona hippy per la condotta fuori da ogni regola.

Nato a Saint Louis, nel Missouri, come William Seward Burroughs II e morto nell'agosto del 1997 a Lawrence. Cominciò a scrivere già in età adolescenziale e prima dei trent'anni finì preda della droga, avvicinandosi con la sua vita sregolata alla Beat Generation e stringendo una forte amicizia con Jack Kerouac.

Dopo il primo successo con il romanzo semi-autobiografico La scimmia sulla schiena, nel 1959 pubblicò il suo capolavoro, Pasto Nudo, incentrato sul controllo delle menti esercitato dallo Stato. Oltre a 18 romanzi, scrisse sei raccolte di prose, tra cui il racconto fantascientifico "Blade Runner, un film", che ispirò nel titolo il celebre film di Ridley Scott nel 1982.

Nominato nell'American Academy and Institute of Arts and Letters.
 

Minerva6

Monkey *MOD*
Membro dello Staff
25 marzo 2012

Domani ricorrerà l'anniversario della morte di Antonio Tabucchi.
Sono passati già 5 anni, ma lui è rimasto nei nostri cuori e nelle nostre menti con le sue splendide opere e traduzioni (Pessoa in primis :ad:).
 

ayuthaya

Moderator
Membro dello Staff
ulisse_joice.jpg


Il 2 febbraio 1922 (95 anni fa) viene pubblicato l'Ulisse di Joyce: Caposaldo della letteratura del Novecento e opera cruciale nella nascita del romanzo moderno, l'Ulisse di James Joyce venne pubblicato a Parigi dalla libreria "Shakespeare and Company", luogo d'incontro di scrittori e artisti del calibro di Ernest Hemingway e Francis Scott Fitzgerald.

Scritto tra il 1914 e il 1921, il libro venne diviso in 18 capitoli, ognuno con una tecnica narrativa diversa e richiamando nel titolo i canti dell'Odissea di Omero. Ambientata a Dublino, in Irlanda, la storia ha per protagonista Leopold Bloom, una sorta di eroe moderno.

La narrazione si sviluppa attraverso i suoi pensieri e quelli degli altri protagonisti, presentati in forma sconnessa e spesso sgrammaticata attraverso il cosiddetto flusso di coscienza (stream of consciousness in inglese). Tutto si svolge in una sola giornata, il 16 giugno 1904, data entrata nella storia della letteratura e ribattezzata "Bloomsday" dai fan del romanzo, che ogni anno, in questo giorno, si ritrovano per celebrarlo con letture ed altri eventi.

Una copia del manoscritto autografo di Joyce è attualmente custodita presso il presso il Rosenbach Museum and Library di Filadelfia.

Quasi un secolo fa... Pazzesco! :paura:
 

shvets olga

Member
Nikolaj_Gogol.jpg


Nikolaj Vasiljevitch Gogol' nacque il 20 marzo (il 1 aprile del calendario gregoriano) 1809 a Sorocintsi, regione di Poltava, in Ucraina
 

bonadext

Ananke
23 aprile

book_day.jpg


Giornata mondiale del libro: Oggi è la Giornata mondiale del libro e del diritto d'autore, evento patrocinato dall'UNESCO al fine di promuovere la lettura, la pubblicazione dei libri e la protezione del copyright (il cosiddetto diritto d'autore). Il 23 aprile di ogni anno si festeggia, con numerose manifestazioni in tutto il mondo, il piacere della lettura e si valorizza il contributo che gli scrittori danno allo sviluppo della cultura e del progresso nel mondo.

La festa nacque in Catalogna ed inizialmente veniva celebrata il 7 ottobre. Successivamente fu spostata al 23 aprile facendola coincidere con il giorno dedicato a San Giorgio (patrono della Catalogna). In onore del santo, in Catalogna, è usanza che le donne ricevano in regalo dagli uomini una rosa, così divenne consuetudine che i librai omaggiassero con una rosa i clienti per ogni libro acquistato in questa data.

Perché proprio il 23 aprile? La scelta della data avvenne nel 1996 in commemorazione del giorno in cui, nel 1616, morirono tre importanti scrittori: lo spagnolo Miguel de Cervantes, l'inglese William Shakespeare e il peruviano Inca Garcilaso de la Vega (la data di morte di Cervantes e Garcilaso de la Vega è considerata secondo il calendario gregoriano mentre quella di Shakespeare secondo il calendario giuliano, all'epoca in uso nel Regno Unito).

Lo scopo della giornata è quello di diffondere l'amore per la lettura e di accendere i riflettori sugli scrittori, sul loro valore e sulle difficoltà della loro professione.
 

bonadext

Ananke
16 giugno

afbf664f05.jpg


Quindi il piano della giornata è: alzarsi, mangiare un rognone, seguire un funerale, cianciare con giornalisti, pranzare con un sandwich, visitare un museo, comprare un libro erotico dozzinale, ascoltare amici che cantano scrivendo di nascosto una lettera romantica (Whatsapp vale lo stesso?), litigare con un demagogo dal cane minaccioso, sbirciare fra le cosce di una sconosciuta zoppa, assistere a un parto e andare a puttane. Non è facilissimo ma posso provare a vivere il mio privato Bloomsday party; se non ci riuscissi potrei sempre consolarmi con la frase che Stephen Dedalus si dice in spiaggia, nel terzo capitolo: “I am almosting it”, “Lo sto quasendo”.
 

Minerva6

Monkey *MOD*
Membro dello Staff
18 luglio

100 anni fa nasceva la poetessa e traduttrice (ma non solo) Fernanda Pivano

200 anni fa invece moriva la scrittrice britannica Jane Austen

Due grandi donne :ad: :ad: :ad:
 

Minerva6

Monkey *MOD*
Membro dello Staff
25 gennaio

136 anni fa nasceva Virginia Woolf
Un'altra grande donna da ricordare :ad: e leggere ovviamente :wink:
 

Shoshin

Well-known member
Oggi 16 Febbraio del 1907...

2hpucqw.jpg


Oggi se ne andava Giosuè Carducci uno dei nostri grandi poeti.
Nel 1906 ricevette il Premio Nobel per la Letteratura,non era mai accaduto prima di allora che un italiano fosse insignito di tale riconoscimento.
Queste le motivazioni che vennero lette durante la consegna simbolica al poeta,che non poté essere presente per gravi motivi di salute..
"Non solo in riconoscimento dei suoi profondi insegnamenti e ricerche critiche, ma su tutto un tributo all'energia creativa, alla*purezza*dello stile ed alla forza lirica che caratterizza il suo capolavoro di poetica"
 

Shoshin

Well-known member
Oggi 20 Febbraio 1953

zk0hma.jpg

Oggi è il compleanno del Maestro Riccardo
Chailly,che tanto prestigio ha donato alla
Musica e al nostro Paese ,in tutti questi
anni di lavoro e studio.
Direttore di numerose Orchestre del mondo,
profondo conoscitore di partiture difficilissime
e innovatore di immensa bravura.
Bello il suo pensiero durante una intervista di qualche tempo fa...

Qual è il suo primo ricordo della musica?
«Sembra impossibile, ma risale a quando avevo pochi mesi di vita: ascoltavo il pianoforte suonato da mio padre [il compositore Luciano Chailly, ndr] di notte, perché componeva molto negli orari notturni. Un pianoforte lontano dalla mia cameretta, sentivo raggiungere il suono attraverso le pareti: questo è il primo ricordo che ho, il primo elemento del suono nella mia memoria. Nonostante mio padre scrivesse un linguaggio contemporaneo non facile, la musica è un elemento di vita per me imprescindibile: sono nato ascoltando musica».


https://youtu.be/WvdF9Xb_1fw
 

Shoshin

Well-known member
Mamma Roma

5fmbyc.jpg


La più grande e solitaria attrice del nostro tempo,così la definì Pietro Pintus nel libro
La Signora Magnani.
Oggi 7 Marzo del 1908 nasceva Nannarella,
che ha davvero attraversato tutta la mia vita
sin da quando ero ragazzina.
La voglio ricordare con questo piccolo e prezioso frammento di un bellissimo film del 1971 di Alfredo Giannetti
1943 Un incontro.
https://youtu.be/F91X0XmEJN4
 
Alto