66° Artisticforum - Le nostre opere d'arte preferite

alessandra

Lunatic Mod
Membro dello Staff
E siamo alla frutta...
cibo-arte-cattelan.jpg
 

Ondine

Logopedista nei sogni
Penso sia un'opera volutamente provocatoria, con l'intento di fare rumore.
 

lettore marcovaldo

Well-known member
Una banana, una striscia di nastro adesivo, un muro. Eppure immediatamente riconoscibile ...ancora se ne parla (più o meno). Se non è arte questa!
 

qweedy

Well-known member
Il titolo di quest'opera di Maurizio Cattelan è "Comedian". Valore 120mila dollari. La banana è stata poi mangiata dall'artista David Datuna, che ha chiamato la sua performance "Hungry Artist" ("Artista Affamato").

Richiama alla mente alcune opere degli anni Sessanta, i barattoli della zuppa Campbell di Andy Warhol e "la merda d'artista" di Piero Manzoni (300 grammi di oro zecchino il prezzo).

Direi che queste opere così provocatorie possiamo anche ... lasciarle a chi le ha pensate!
 

alessandra

Lunatic Mod
Membro dello Staff
Ho letto su internet questo:

Comedian è un'opera riflessiva sul comportamento umano e sociale, lo scopo è quello di presentare a tutto il mondo come una semplice banana da trenta centesimi di dollaro possa cambiare completamente significato e valore se le viene cambiato il contesto che la circonda.

Non mi convince affatto, se non altro però incuriosisce, non passa inosservata.
 

alessandra

Lunatic Mod
Membro dello Staff
Paul-Gaugin-406x600.jpg


Paul Gauguin natura morta con tre cuccioli, tre bicchieri, pere e ciotola del latte, 1888,
Museo d'arte moderna di New York

E' la prossima proposta!
 

Ondine

Logopedista nei sogni
Mi piace l'essenzialità di questo dipinto, la scelta dei colori, la semplicità delle forme.
Questi tre cuccioli che bevono il latte nella stessa ciotola sono troppo dolci e credo che simboleggino forse l'amicizia tra tre pittori.
I tre bicchieri pure credo riprendano i tre cuccioli a livello simbolico (non so però che tipo di frutto sia quello alla base di ogni bicchiere).
Le pere non so se abbiano anch'esse qualche significato.
La stampa a foglie della tovaglia mi ricorda lo stile giapponese (se non ricordo male anche Gauguin come Van Gogh fu influenzato dalle stampe giapponesi).
Molto bello.
 

Minerva6

Monkey *MOD*
Membro dello Staff
non so però che tipo di frutto sia quello alla base di ogni bicchiere
Potrebbe essere un fico 🤔?
Anche quelli nella ciotola in basso a sinistra mi sembrano fichi.
Ma visto che nel titolo sono citate solo le pere, molto probabilmente saranno sempre pere più piccole e verdi.
 

qweedy

Well-known member
Belli i cuccioli, mi piacciono!
Ho letto che Il dipinto è stato creato durante il soggiorno di Gauguin in Bretagna. E' un’opera innovativa, in quanto la composizione si svolge dall'alto verso il basso, in verticale, e i cuccioli e i bicchieri sono disegnati piatti, con contorni chiaramente definiti, in un modo orientale, giapponese. Sembra una scena da cartone animato!
 

alessandra

Lunatic Mod
Membro dello Staff
L'insieme è molto armonioso e gradevole alla vista. Mi fa pensare all'illustrazione di una fiaba i cui personaggi eseguono una serie di azioni in sequenza: ora consumano il pasto, poi tutti e tre mangiano il frutto ai piedi del proprio bicchiere, infine bevono usando sempre quei tre bicchieri, poi si lavano i denti con tre spazzolini di colori diversi e infine si coricano in tre lettini affiancati. E la mattina si ricomincia da capo con le scodelle della colazione...
 
Ultima modifica:

alessandra

Lunatic Mod
Membro dello Staff
Ecco la prossima proposta con la bella citazione inserita da Shoshin :)

Finché quella donna del Rijksmuseum
nel silenzio dipinto e in raccoglimento
giorno dopo giorno versa
il latte dalla brocca nella scodella,
il Mondo non merita
la fine del mondo.

Wislawa Szymborska


Vermeer_La_lattaia-1070x1200.jpg

La lattaia di Jan Vermeer 1660
 

Ondine

Logopedista nei sogni
Bellissimo questo dipinto, la pittura di genere mi piace molto.
Le donne di Vermeer, come la donna rappresentata in questo dipinto, sono donne colte nell'intimità dei gesti quotidiani e quasi sempre accanto ad una finestra posta a sinistra che gli permette di fare un uso preponderante della luce, tanto che la luce avvolge la figura femminile in modo da trasmettere a chi guarda la tela la sfera emotiva della donna.
In particolare, questa donna che versa il latte sembra in movimento, sembra aspettare che da un momento all'altro il suo gesto metodico venga interrotto da un avvenimento, il suo viso sembra stia pensando a qualcosa di personale.
Forse sono un po' troppo romantica ma sembra stia sospirando, le sue guance sono rosee, la bocca socchiusa, sembra un'espressione da donna innamorata.
Questa donna umile è meravigliosa nell'eleganza della sua posa.
E' il quadro di Vermeer che preferisco perché dipinge una donna semplice.
 

Pathurnia

lovecraftian member
330px-Escaping_criticism-by_pere_borrel_del_caso.png


Autore: Pere Borrel del Caso

Titolo dell'opera: Sfuggendo alla critica – 1871

Tecnica: Olio su tavola

Ubicazione attuale: Collezione Banco de España, Madrid.


Questo quadro mi fa pensare al bisogno di uscire dalla cornice di ciò che è prevedibile, e in definitiva per me rappresenta la ricerca di libertà, con tutto il carico di timore e di entusiasmo che essa comporta.
E' una soglia, e quindi oltrepassarla è affrontare l'ignoto.
E' un brivido bellissimo.
Ovviamente l'Autore voleva dire altro, ma questo è il bello dell'arte, mettere in movimento l'immaginazione.
.
.
 
Ultima modifica:

lettore marcovaldo

Well-known member
Su tutto è la luce quella che più mi colpisce nel quadro di Vermeer.
E passando dalla luce, che avvolge ogni cosa, anche i molti dettagli minuti: i chiodi nel muro, le piccole figure dipinte sul battiscopa, l'intreccio del cesto di vimini che contiene il pane. Tutto l'insieme ha qualcosa di "magico" che l'autore coglie in un ambiente domestico e con una figura della vita quotidiana.
 
Alto