Goethe, J. W. - I dolori del giovane Werther

greenhatred

New member
Per la scuola ho dovuto leggere "I dolori del giovane Werther" di Goethe e benchè mi fosse stato presentato come un libro in grado di sconvolgere non sono stata per niente toccata dalla storia. Non so se riesco a trasmettere il concetto, la lettura non è stata in grado di coinvolgermi per niente e anzi l'ho trovato troppo costruito e scarsamente verosimile. Sono io che non ho capito niente oppure è un'impressione comune?
 
Ultima modifica di un moderatore:

elisa

Motherator
Membro dello Staff
non ti posso aiutare perché io amo moltissimo questo libro, il tema dell'amore secondo me è trattato in modo sublime
 

Candy Candy

New member
sarà perchè amo la letteratura di quel periodo in modo particolare...ma a me è piaciuto tantissimo...anzi quasi quasi appena ho tempo lo rileggo...

:YY
 

Miag

New member
Io l'ho preso tempo fa in una bancarella, più che altro perché era un classico che mi mancava: all'inizio l'ho trovato un po' pesante nelle descrizioni della natura, ma via via mi ha proprio preso e...commosso!
Da reminiscenze di letteratura studiata al liceo ricordo che i riferimenti alla natura sono una delle caratteristiche degli scrittori del Romanticismo...o sbaglio?
(non mi piaceva molto studiare la letteratura... :mrgreen:)
 

sceve

New member
il werther l'ho divorato. anzi: mi ha divorato, e non solo una volta. ... prova a rileggerlo con uno stato d'animo diverso, godendo ogni giornata, senza fretta di arrivare alla fine... se poi lo rileggi da innamorato/a ha un effetto esplosivo... (ma niente suicidio!)
 

ambruz89

Smiling member
ehi greehatred!
ti do un consiglio...prova a rileggerlo:)
è capitato che ad una prima lettura molti libri non mi piacessero: una volta riletti li ho apprezzati molto di più (e uno di questi è diventato anche il mio preferito).
Può capitare anche a te!
byee
 

Elena.90

Curly member
Io l'ho preso tempo fa in una bancarella, più che altro perché era un classico che mi mancava: all'inizio l'ho trovato un po' pesante nelle descrizioni della natura, ma via via mi ha proprio preso e...commosso!
Da reminiscenze di letteratura studiata al liceo ricordo che i riferimenti alla natura sono una delle caratteristiche degli scrittori del Romanticismo...o sbaglio?
(non mi piaceva molto studiare la letteratura... :mrgreen:)

Esatto! La costante corrispondenza tra i sentimenti del protagonista e il paesaggio naturale è una delle principali novità introdotte dallo Sturm und Drang. Ecco allora che in maggio abbiamo l'idillio di Werther, che si sente misticamente parte della natura, mentre durante una tempestosa notte di dicembre, in cui il fiume esonda allagando tutta la valle, la sua disperazione arriva al punto di fargli desiderare la morte...

Cmq tieni duro, vedrai che magari ti prenderà come ha preso tutte noi... E poi se proprio non ti dovesse piacere, consolati pensando al fatto che almeno è corto!
 

Tayaut

New member
Bellissimo libro, non per nente è un classico!
Mi ha davvero coinvolta, secondo me è il romanzo che meglio rappresenta l'inquietudine giovanile...e io, che l'ho letto proprio in un periodo di tale inquietudine, come potevo non amarlo?

Piccola nota di pignoleria: lo Sturm und Drang, corrente a cui è ascrivibile questo libro, non è ancora Romanticismo (semmai proto-Romanticismo)
 

Shu

New member
scusate, ho letto questo libro per motivi didattici, sicuramente migliore dell'ortis e vorrei farvi una domanda strana

potete farmi un micro riassunto(o dirmi la lettera) di tutte le ministorie presenti nel libro...

per esempio la storia del contadino e la vedova verso la fine del libro...
 

Sibyl_Vane

Fairy Member
Ho letto questo libro tempo fa, durante il corso di letteratura tedesca all'università... inutile dire che mi è piaciuto moltissimo e che mi piacerebbe rileggerlo =) anche io consiglio comunque di provare a riaffrontarlo in un secondo momento, se non lo si è apprezzato subito ;)
 

Elena.90

Curly member
Qualche giorno fa ero a casa di una mia amica: ci annoiavamo, allora abbiamo ripreso in mano il Werther e ne abbiamo letto alcune parti ad alta voce... Bellissimo! Se lo leggi ad alta voce senti proprio tutto il "ribollire" delle passioni e dei tormenti di Werther e per quanto sia chiaro che il poveretto è fuori di testa, non puoi fare a meno di lasciarti trascinare dai suoi deliri, tanto da immedesimarti con lui. Esaltante! Ci ha decisamente movimentato il pomeriggio. :mrgreen:
 
Alto